Anno 7°

domenica, 23 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

"Caos alla Croce Rossa tra immigrati, una bomba ad orologeria a 50 metri dalle mura"

domenica, 11 ottobre 2015, 12:57

Emergenza pericolosi assembramenti di immigrati senza controllo nel nostro comune. Lo denuncia Marco Santi Guerrieri di Fratelli d'Italia. Un altro esempio di integrazione voluta da Tambellini, Vietina, Sichi e dalla figlia dell'alchimista la prefetta Cagliostro:

Era già successo che alcuni giorni fa una "scintilla" di rivolta all'interno del campo della Croce Rossa di Via delle Tagliate ci fosse già stata. Mi risulta, infatti, che i carabinieri erano dovuti intervenuti per sedare i malumori all'interno del campo a seguitodi una password di accesso rete Wifi probabilmente manomessa. (Sappiamo bene che chi scappa dalla guerra necessita assolutamente della rete wireless per sopravvivere).

Immancabilmente è risuccesso l'8 ottobre e gli extracomunitari si sono nuovamente scontrati, sembra fra opposte "etnie" e la discussione è passata dalle parole alle mani, per un fatto banale, ma che mette in chiario l'arroganza e la pretenziosità di questa gente, che pretende pasti adeguati e a gusto di ciascun palato, (atteggiamento tipico di chi non mangia da settimane e fugge la guerra), alcuni contusi di cui uno finito al pronto soccorso, e si parla anche di qualche coltello apparso e poi sparito. 

Questa ennesima rivolta è indice di un pericoloso focolaio di rivolta a 50 metri dalla città, che coabita in una struttura che seppur appartenente alla CRI non garantisce nessuna tutela alla sicurezza dei volontari e tantomeno ai cittadini lucchesi, insomma in un campo dove i controlli sulla sicurezza sono veramente pochi e dove il via vai di immigrati è quotidiano, una vera e propria polveriera. E' pertanto opportuno che le forze dell'ordine inizino a presidiare il campo con una postazione fissa , solo così potranno garantire solo così può essere garantita la massima sicurezza e la incolumità personale di tutti. 

Già alla fine di settembre in un comunicato alla stampa ebbi modo di segnalare che gli ospiti della Cri di via delle Tagliate, potevano entrare ed uscire a piacimento dalla struttura senza nessun controllo, alcuni di loro si limitavano a raccattare qualche spicciolo facendo i parcheggiatori nel parcheggio antistante la struttura che gli ospita, mentre altri in piccoli gruppi diretti praticamente ovunque.

Questo avveniva attraverso il cancello principale della struttura ricettiva e quando lo stesso chiuso attraverso una apertura parziale di un cancello laterale che permetteva non solo l'uscita ma anche il rientro degli ospiti.  
Il problema dei "Migranti" sta superando anche il limite di guardia nell'Oltreserchio dove il Comune di Lucca, ha sistemato una ulteriore quindicina di extracomunitari presso la cooperativa "la Salute" all'interno della struttura del manicomio di Maggiano, cosa avvenuta in tutta segretezza, senza che ne comune o prefettura ne desse avviso (anche neigiorni successivi le mie insistenti richieste di chiarimenti) gli abitanti.

Comune, assessore e sindaco si sono guardati bene dal dare notizia dell'arrivo di altri extracomunitari in quanto nell'Oltreserchio il numero si assesta a circa 40 presenze, mentre da voci di corridoio si parla che nel bed and breakfast "le Vedute" in via di poggio II a Nozzano gli ospiti non siano 20 ma bensì 24. E' indispensabile che il sindaco Tambellini con un ordinanza  all'insegna dell'ordine pubblico vieti assolutamente che gli immigrati tramite la prefettura siano ospitati a grannumero in singole strutture. Infatti senza specifici controlli permanenti  ed in aree spesso isolate come quella di Nozzano , Maggiano, altre, potranno sicuramente accadere disordini con conseguenti rischi per zuffa fra migranti.

Da non sottovalutare inoltre una guerra fra le troppe "etnie" che gravitano sul territorio di Lucca e della sua Provincia e che prima o poi porteranno a gravissimi disordini.  Il territorio è gia stato diviso, lottizzato, abbiamo i parcheggi occupati dei nigeriani, venditori abusivi prevalentemente senegalesi,  pusher e spacciatori di droghe magrebini ora prendiamo africani, nomadi, sudamericani, albanesi, cinesi, indiani e arabi di vario genere... mettiamoli tutti asieme, aspettiamo che si integrino a modo loro e il botto è fatto.

E' in atto in oltre una vera e propria speculazione da parte di  imprese  senza scrupoli che mirano a far cassa e soldi facili. La prefettura deve prendere atto di ciò, regolamentando e trovando risorse ricettive negli ambienti dei privati cittadini  (uno due immigrati al massimo), in modo da tranquillizzare la cittadinanza e soprattutto  giocare d'anticipo prima che avvengano disordini. Questa forma di assistenza all'insegna della solidarietà a pagamento   atta ad ospitare troppo spesso chi non fugge da guerre (sono il 90%) finirà con l'incentivare un pericolosissimo e dilagante business di facili guadagni per le cooperative e per le strutture ricettive che toglieranno preziose risorse al territorio sottraendo posti letto al turismo e condannando certe aree del territorio a diventare veri e propri ghetti.

Un vero e proprio disastro economico ai valori degli immobili di chi abita in queste aree. Dimenticavo, sarà il caso di avvisare dei disordini e delle proteste in atto anche il sindaco Tambellini che assorto da suo giro elettorale per i quartieri di Lucca forse non si è accorto ancora di niente?



Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


tuscania


auditerigi


toscano


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 23 febbraio 2020, 15:20

Assegnate le cariche dell'Associazione Italiana Ospedalità Privata: Paolo Spolaore nuovo presidente

Il nuovo presidente è il dottor Paolo Spolaore, in rappresentanza delle proprietà delle cliniche Barbantini di Lucca e San Camillo Hospital di Forte dei Marmi


domenica, 23 febbraio 2020, 10:34

L'istituto Lucca 5 presenta la fase finale del Pon 'Cittadinanza digitale'

L’Istituto Lucca 5 ha organizzato l’avvio della fase finale del PON “Cittadinanza digitale” durante il mese di febbraio, mese durante il quale il ministero dell’Istruzione e Generazioni Connesse hanno promosso la quarta edizione della sicurezza in rete


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 22 febbraio 2020, 19:27

Festa di carnevale della parrocchia del centro storico: un bel momento di allegria e condivisione per la comunità

Complice la giornata soleggiata e primaverile la festa di carnevale di oggi pomeriggio per i bambini delle elementari che frequentano la parrocchia del centro storico è stata un successo


sabato, 22 febbraio 2020, 17:10

Asl: “Per il Coronavirus confermate tutte le misure di prevenzione necessarie”

Si è riunita oggi l'unità di crisi aziendale, formata dalla Direzione e da tutte le componenti ospedaliere e territoriali coinvolte nel percorso di prevenzione per il Coronavirus “Covid-19”


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 22 febbraio 2020, 15:13

Anelli (Fnomceo): "Coronavirus, proteggiamo i medici e tutti gli operatori sanitari"

Così il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, commentando quanto sta accadendo in Lombardia


sabato, 22 febbraio 2020, 14:50

Sistema Ambiente: "L'ubicazione dei Garby non è immutabile"

Si avvicina la data di entrata in funzione di Garby, il nuovo sistema di raccolta differenziata del centro storico, promosso dal comune di Lucca e da Sistema Ambiente


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px