Anno 7°

mercoledì, 16 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Inaugurato il ponte a funi sospeso sul lago intitolato ai due marò

domenica, 19 giugno 2016, 14:26

di andrea cosimini

Doveva essere una grande festa. E così è stato. Il piccolo paesino di Vagli è stato invaso da una marea di macchine, millecinquecento circa la precisione, per un totale di circa 3-4 mila persone. Tutte lì, scalpitanti, pronte ad assistere alla tanto attesa cerimonia di inaugurazione del ponte tibetano intitolato ai due marò. Un fiume di bandiere, dialetti e lingue differenti. Chi veniva dalla Garfagnana, chi da altre province e regioni d’Italia. C’erano anche tanti stranieri. D’altronde la pubblicità fatta dal sindaco Mario Puglia, protagonista indiscusso dell’evento, è stata micidiale. Una miriade di fotografi, cameraman, giornalisti. Per non parlare di quelli non accreditati, mescolati tra la folla, che domani condivideranno sul proprio sito o blog tutti gli scatti e le sensazioni più belle raccolte durante la giornata…

Alle 9, circa, una folla di turisti scorrazzava già lungo il ponte e attendeva intrepida l’arrivo della banda. La lunga serpentina, guidata appunto dalla Filarmonica “G.Puccini” di Vagli Sotto, è partita subito dopo l’alzabandiera. Ha percorso le rive del lago, sotto una leggera pioggiarella, ed ha sfilato a suon di trombe e tamburi lungo la strada provinciale. 

Riconoscibili in prima fila, ovviamente, il sindaco Mario Puglia, e con la fascia tricolore i sindaco di Montignoso, in provincia di Massa Carrara, Gianni Lorenzetti, il sindaco di Comano, sempre in provincia di Massa Carrara, Cesare Leri, il sindaco di Busano, in provincia di Torino, Giambattistino Chiono e il sindaco di Lombardore, sempre in provincia di Torino, Diego Maria Bili. Clamorosamente assenti i sindaci della Valle del Serchio mentre, più defilati, nelle retrovie, alcuni assessori e consiglieri dei comuni limitrofi ma in veste non ufficiale. Ovviamente presente tutta la giunta di Vagli. Tra gli altri, non è voluto mancare nemmeno Daniele Federici della società Enel.

Tre le bandiere issate: quella rossa, del battaglione San Marco, con al centro un leone giallo; quella tricolore, la bandiera italiana; e, infine, quella con lo stemma del comune di Vagli Sotto. C’era anche una quarta, più piccola, ma altrettanto rappresentativa: quella della ditta Romei che ha progettato e costruito il ponte. Impossibile citare tutti i gruppi e le associazioni presenti. Oltre al Gruppo Nazionale Leone di San Marco (Toscana-Umbria-Lazio), c’erano l’Associazione Nazionale SDI Marina, l’Associazione Nazionale Arditi Incursori Marina, il Nucleo Paracadutisti Lucca-Garfagnana, l’Associazione Nazionale Autieri d’Italia, l’Aeronautica Militare, l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco, l’A.N.M.I.L di Lucca, la Filarmonica Gaetano Luporini San Gennaro Lucca 1894, l’associazione Arca della Valle, con le guardie zoofile, e tantissime altre.

“Sono orgoglioso di vedere così tante persone – ha detto, un filo emozionato, il sindaco Mario Puglia – e voglio dire grazie a tutti coloro che sono venuti. In ogni comune c’è una prima donna, che lavora, ma anche tutti gli altri amministratori che gli stanno dietro. E a Vagli è così. Sia di maggioranza che, qualcuno, di opposizione. Dico, quindi, grazie di cuore a tutti per la vostra presenza. E non voglio dimenticare nessuno”.

Al taglio del nastro, con la folla riunita all’interno dell’anfiteatro, è seguito un forte applauso. Sentito. Seguito, poi, da palloncini liberati in cielo e uno spettacolo pirotecnico notevole. Un tenore ha eseguito l’inno nazionale, supportato dal coro della platea, sulla base musicale eseguita dalla Filarmonica “G.Puccini” di Vagli. Il diacono Giorgio ha proseguito con la rituale benedizione del ponte. Un ponte simbolico, come ha spiegato il diacono, perché simbolo metaforico di unione e pace. 

La madrina, Laura, ha scoperto poi la targa affissa all’ingresso del ponte, in onore e in memoria di Fabrizio Quattrocchi, il militare rapito e ucciso in Iraq. Un momento toccante. Soprattutto per la presenza della sorella, Graziella Quattrocchi, che ha ricevuto in dono i fiori offerti alla madrina e li ha depositati ai piedi della statua in marmo, nel parco dell’onore, dedicata al fratello. 

I riconoscimenti, però, non sono finiti qui. Il sindaco Puglia ha anche voluto rendere onore anche al maresciallo Massimo Fedolfi, il maresciallo Nicolino Missere, ovviamente la sorella di Fabrizio, Graziella Quattrocchi, e, seppur non presente, il comandante della capitaneria di Livorno, Gregorio De Falco, tristemente noto per i fatti accaduti alla Concordia. Un riconoscimento anche per il comandante Zavattaro, in qualità di socio-fondatore del battaglione San Marco.

Puglia ha, quindi, ricordato i due fucilieri della Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, assenti anch’essi alla cerimonia perché impegnati in alcune consegne nazionali ed internazionali. Anche per loro, il sindaco, ha in serbo due targhe simboliche che però verranno consegnate a mano ai due marò non appena, su accordo con le famiglie, i due potranno venire di persona a Vagli Sotto. In questo caso, oltre al riconoscimento, verrà loro concessa anche la cittadinanza onoraria. 

L’ultima parola, prima del pranzo presso la zona piscine, è andata a Roberto Romei della ditta che ha progettato e costruito il ponte. “Quest’opera – ha spiegato – conclude il primo capitolo di questo ponte sul lago di Vagli. Un ponte, con funi, quasi tutto in acciaio. L’augurio è che tutti i vaglini, ma non solo, ne possano usufruire e che questo aumenti il bacino d’utenza turistico del comune”.


Questo articolo è stato letto volte.


gelateria pacini


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


q3


sapgrande


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 16 gennaio 2019, 15:46

A Palazzo Ducale sabato 12 dicembre l'evento internazionale Unesco

Si è tenuto sabato 12 dicembre, nella splendida cornice di Palazzo Ducale, sede della Prefettura e della Provincia di Lucca, un evento organizzato dal Club per l’UNESCO in occasione della presenza a Lucca del Delegato permanente del Kuwait presso l’UNESCO di Parigi Ambasciatore Adam Al Mulla e dell’Ambasciatore d’Italia presso...


mercoledì, 16 gennaio 2019, 14:20

Porta San Pietro chiusa al traffico per un nuovo intervento di messa in sicurezza alla grata

La temporanea chiusura dell'accesso alla città si è resa necessaria per effettuare un ulteriore intervento di messa in sicurezza ad una punta della grata lignea interna alla porta, che è stata danneggiata nuovamente dopo le operazioni di restauro a seguito dell'urto di un tir durante l'allestimento per il concerto dei...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 16 gennaio 2019, 14:06

Puccini e la sua Lucca : "Il Pucciniano usa immagini del festival per promuoversi eventi in Cina"

Il Festival Pucciniano di Torre del Lago con l'Orchestra per il Capodanno ed il primo dell'anno in Cina, ma nella locandina appaiono Andrea Colombini e l'Orchestra Filarmonica di Lucca. La segnalazione arriva da Puccini e la sua Lucca che ha attivato i suoi legali


mercoledì, 16 gennaio 2019, 09:37

La povertà vista dalla Caritas: successo del terzo incontro del Cnv con il territorio

E' una lettura della povertà profonda e controcorrente quella che la direttrice della Caritas di Lucca Donatella Turri, introdotta dal presidente Pier Giorgio Licheri, ha fornito lunedì scorso al Centro Nazionale per il Volontariato nel terzo incontro che il Cnv ha organizzato con la rete di associazioni del territorio lucchese


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 15 gennaio 2019, 15:19

Disagi per i pendolari nella tratta Lucca - Viareggio

La tanto annunciata chiusura del tratto ferroviario tra Lucca e Viareggio da gennaio a giugno, fin dalla prima settimana di ritorno dalle vacanze natalizie ha iniziato a dare i primi disagi ai pendolari che dovevano tornare a lavoro.


martedì, 15 gennaio 2019, 12:42

E' morta Silvia Bulckaen, una di noi

Una di quelle notizie che mai vorremmo dare. E' venuta a mancare, questa notte, la nostra collaboratrice Silvia Bulckaen. Aveva 56 anni. Ai figli le condoglianze e la vicinanza di tutte le redazioni delle Gazzette. I funerali in Duomo venerdì 18 gennaio alle 15


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px