Anno 7°

mercoledì, 20 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

“Scuole sicure”, focus in prefettura

martedì, 18 settembre 2018, 18:49

Si è riunito oggi in prefettura, in coincidenza con la settimana d’inizio dell’anno scolastico, il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Maria Laura Simonetti, con la partecipazione dei vertici provinciali delle forze di polizia, di un delegato della sezione polizia postale e delle comunicazioni, del direttore dell’ufficio scolastico territoriale, Donatella Buonriposi, e di rappresentanti della provincia di Lucca e delle amministrazioni dei comuni sedi di istituti di istruzione secondaria superiore.

Oggetto di approfondimento congiunto, l’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole e, più in generale, i fenomeni di devianza che possono riguardare la comunità scolastica quali, oltre al consumo di droghe, bullismo e cyberbullismo: tutte tematiche oggetto della direttiva del Ministro dell’Interno del 26 agosto scorso “Scuole Sicure”, che ha incoraggiato l’intensificazione di ogni forma di interlocuzione in tema tra organi competenti dello Stato e amministrazioni locali, anche in vista di una successiva calendarizzazione di mirati servizi di controllo da parte delle Forze di Polizia.

Dal prefetto Simonetti è venuto innanzitutto un forte richiamo – condiviso dalle forze di polizia – a mantenere alta l’attenzione sul fronte della vigilanza nelle aree più prossime alle scuole, dove il fenomeno dello spaccio è stato fortemente ridimensionato grazie all’impegno già profuso. Tornerà sempre più utile ricorrere pure a sistemi di videosorveglianza e alle nuove possibilità offerte dal decreto legge 14/2017, convertito nella legge 48/2017, che ha introdotto alcuni importanti strumenti preventivi, tra i quali la facoltà, rimessa ai Regolamenti comunali, di inserire tali aree tra i siti per i quali è consentita l’applicazione del “DASPO urbano”; di recente, ha rappresentato l’assessore alla Sicurezza Francesco Raspini, di questa prerogativa si è avvalso proprio il comune di Lucca in sede di emanazione del nuovo Regolamento di Polizia urbana. Più in generale, dal questore, dai carabinieri e dalla guardia di finanza è stata assicurata disponibilità ad intrattenere forme di interlocuzione sulle tematiche oggetto di direttive ministeriali ad ogni livello, anche con i dirigenti scolastici.

Dopo un “giro di tavolo” in cui i rappresentanti delle amministrazioni comunali convenute hanno fornito ragguagli sulle diverse situazioni locali, il direttore dell’ufficio scolastico Territoriale Buonriposi ha sottolineato l’impegno del suo ufficio e di tutti i dirigenti scolastici per fronteggiare fenomeni che, se non hanno raggiunto nella provincia di Lucca dimensioni allarmanti, sono pur presenti e non possono essere sottovalutati.

Comportamenti devianti come il consumo di droghe e il bullismo possono essere tenuti sotto controllo, nelle scuole, con sistemi di videosorveglianza ma anche, ove questi non siano ancora disponibili, con una costante attenzione dei dirigenti scolastici e dei professori e con la collaborazione delle famiglie e degli stessi studenti. Si tratta di fenomeni latenti che emergono apertamente soltanto quando giungono all’apice e si concretizzano in episodi eclatanti, che è necessario prevenire con sufficiente anticipo.

È stata altresì annunciata, sui temi del bullismo e del cyberbullismo e nella stessa ottica, la prossima sottoscrizione di un “Protocollo di educazione alla cittadinanza responsabile” tra Ufficio Scolastico Territoriale e dirigenti scolastici, alla quale sono stati invitati a presenziare prefetto e forze di polizia.

Essenziale il contributo di altre amministrazioni coinvolte, come la provincia, che negli ultimi anni ha portato avanti progetti di studio sulle dipendenze e sulla devianza, a disposizione di tutti. Sempre sul fronte della prevenzione, la polizia postale e delle comunicazioni ha confermato di voler proseguire, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Territoriale, in iniziative di informazione e sensibilizzazione rivolte a studenti e famiglie, nelle quali vengono evidenziati non solo i rischi derivanti dai facili contatti che possono essere intrattenuti in rete con sconosciuti e dall’incauta diffusione di dati personali, video e foto, ma anche le responsabilità, pure penali, derivanti dalle diverse forme di cyberbullismo, non sempre percepite pienamente come tali.

A conclusione del Comitato, il Prefetto Simonetti ha rinnovato a tutti i rappresentanti degli enti, uffici e comandi coinvolti l’invito a condividere ogni segnale di pericolo che si manifesti negli ambiti oggetto dell’odierno esame e di altri collegati, al fine di poter programmare tempestivamente mirati interventi risolutivi.


Questo articolo è stato letto volte.


gelateria pacini


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


q3


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 19 febbraio 2019, 16:53

Vigili di prossimità, via libera dalla giunta: ecco dove opereranno gli 80 agenti pagati dalla regione

Arriva in Toscana la sperimentazione sui ‘vigili di quartiere', ottanta in quindici comuni. E la Regione è pronta a sostenerne i costi per tre anni. Una spesa di 3 milioni ogni anno. Un modo per alzare la percezione di sicurezza nelle città, con pattuglie a piedi che, lavorando nelle strade...


martedì, 19 febbraio 2019, 11:04

Panificio in scarse condizioni igieniche e strutturali: sospesa attività

I militari del Nucleo Antisofisticazione, a seguito dell’ispezione di un panificio che effettuava anche la vendita di pasticceria nella zona est del comune di Lucca, hanno segnalato il titolare alla competente autorità sanitaria e amministrativa, per aver tenuto i locali adibiti a laboratorio di produzione e deposito in scarse condizioni...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 18 febbraio 2019, 20:52

Arresti domiciliari per i genitori di Matteo Renzi accusati di bancarotta fraudolenta

Arresti domiciliari per i genitori di Matteo Renzi. Nei confronti dei due le accuse dei magistrati parlano di bancarotta fraudolenta e fatturazioni fasulle


lunedì, 18 febbraio 2019, 15:43

Rifiuti abbandonati a San Vito, lo sfogo di alcuni residenti di via Giorgini

“L’operatore ecologico pulisce e il giorno dopo è di nuovo pieno di sacchi”. Questo lo sfogo di alcuni abitanti di via G. B. Giorgini a San Vito che lamentano di rifiuti domestici abbandonati intorno ad un piccolo cestino, in uno dei giardini pubblici della via, e nel viottolo che dalla...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 18 febbraio 2019, 14:43

Meningite da meningococco B: donna di 32 anni ricoverata al San Luca

Nell'ambito territoriale di Lucca si è registrato un caso di meningite da meningococco B in una giovane donna di 32 anni, residente a Lucca. La paziente è ricoverata all'ospedale “San Luca” in prognosi riservata: le sue condizioni vengono definite stazionarie dai sanitari


lunedì, 18 febbraio 2019, 12:43

Istituto Pertini in lutto per la morte di Matteo Ferlenda

L'istituto professionale Pertini si stringe intorno alla famiglia di Matteo Ferlenda, lo studente 15enne deceduto in un incidente stradale, avvenuto intorno alla mezzanotte di sabato 16 febbraio e domenica 17 lungo la via del Casalino a Lammari (Capannori), mentre viaggiava su uno scooter


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px