Anno 7°

sabato, 25 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Rifiuti urbani: i dati nella provincia di Lucca

venerdì, 12 ottobre 2018, 10:47

Nelle province di Lucca, Massa-Carrara, Pisa e Livorno, al 31 dicembre 2016, si contavano 107 comuni di cui più della metà (56) con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti. I dati sui rifiuti urbani, forniti da ARRR e riferiti al 2016, mettono in evidenza che la produzione media di rifiuti urbani totali (da intendersi sia rifiuti differenziati che indifferenziati), nei comuni delle province richiamate, risulta pari a 595 kg abitante anno.

La produzione più bassa di rifiuti urbani totali si registra a Podenzana (MS), con un procapite di 288 kg anno, mentre quella più alta si ha a Bibbona (LI) che raggiunge 1990 kg abitante anno.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata, sempre i dati di ARRR, ci mostrano che nei comuni di questa area geografica, il range va dal 16,64% di Montecatini Val di Cecina (PI) all’86,66% di Capannori (LU). 42 comuni hanno superato il 65%, 8 il 60% e di questi tre (Marciana, Marciana Marina e Bibbona) sono molto vicine al 65% mentre 7 si attestano sopra il 50%.

Comuni sotto 5000 abitanti

I dati sui rifiuti urbani forniti da ARRR mettono in evidenza che, in questi piccoli comuni, la produzione media di rifiuti urbani (differenziati e non) si attesta a 578 kg abitanti anno.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata emerge che la percentuale più bassa, 16,64%, è registrata a Montecatini Val di Cecina (PI), quella più alta, 80,32%, è raggiunta a Villa Basilica (LU). In questa fascia di comuni 14 hanno raggiunto e superato l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata, 7 superano il 60% e 2 si posizionano sopra il 50%.

RU comuni sotto 5000

RU comuni sotto 5000 2

Comuni da 5000 a 14.999 abitanti

Nelle province di Lucca, Massa Carrara, Pisa e Livorno, i comuni, che hanno una popolazione superiore ai 5000 abitanti ed inferiore ai 14.999, sono 31.

In questi comuni la produzione media di rifiuti urbani totalii (differenziati e non) si aggira su 598 kg abitante anno. Il comune con la produzione più bassa è Fivizzano (MS) con 338 kg abitante anno a cui si accompagna una raccolta differenziata che raggiunge il 68,83%; quello, invece, con la produzione più alta risulta San Vincenzo (LI) con 1330 kg procapite e una raccolta differenziata che si attesta al 31,79%.

RU comuni da 5000 a 14.999

In questa fascia di comuni, il range va dal 31,79% (San Vincenzo) all’84,85% di Barga (LU). 19 comuni superano l’obiettivo del 65% e tre si attestano sopra il 50%.

RD65%_5000_14999

Comuni da 15.000 ai 29.999 abitanti

I comuni che vanno dai 15.000 ai 29.999 abitanti, in quest’area geografica, sono 8. La produzione media pro capite di rifiuti urbani totali è pari a 598 kg anno, mentre la raccolta differenziata varia da una percentuale minima di 40,95% di Cecina (LI) ad una massima del 78,01%, registrata a San Miniato (PI).

Collesalvetti (LI) è il comune con la produzione di rifiuti urbani (indifferenziati e differenziati) più alta, 830 kg abitante anno, al contrario, Ponsacco (PI) è quello con la produzione totale più bassa, 420 kg abitante anno. 5 comuni superano il 65% di raccolta differenziata: San Miniato (PI), 78,01%, Ponsacco (PI) 76,16%, Altopascio (LU) 75,48%, Pietrasanta (LU) 71,96% e Pondetera (PI) 67,19.

RU comuni da 15.000 a 29.999

Comuni da 30.000 a 49.999 abitanti

Si tratta di 6 comuni che hanno una produzione media di rifiuti urbani totali pari a 634 kg abitante anno. Il comune con la produzione totale di rifiuti più bassa è Capannori (LU), con 449 kg abitante anno, seguito da Cascina (PI) con 472 kg abitante anno. Il comune con la produzione totale di rifiuti più alta risulta Rosignano Marittimo con 883 kg abitante anno.

Di questi 6 comuni, tre superano la soglia del 65% di raccolta differenziata: Capannori (LU) 86,66%, San Giuliano Terme (PI) 78,02% e Cascina (PI) 75,03%. La percentuale di raccolta differenziata più bassa si regista a Piombino (LI) con il 32,08%.

RU comuni da 30.000 a 49.999

Comuni da 50.000 a 149.999 abitanti

I comuni che superano i 50.000 abitanti ma rimangono sotto la soglia dei 150.000 abitanti sono 5. In questi comuni in media si producono 720 kg abitante anno di rifiuti urbani totali (differenziati e non). Carrara è la città con il procapite di produzione di rifiuti urbani totali più basso, 584 kg abitante anno, seguita da Lucca con 611 kg abitante anno. Lucca, con il 77, 98% di raccolta differenziata, si conferma l’unico capoluogo di provincia toscano a raggiungere e superare l’obiettivo del 65%.

RU comuni da 50.000 a 149.999

Comuni superiori 150.000 abitanti

In quest’area geografica, Livorno è l’unica città con una popolazione superiore ai 150.000 abitanti. Il procapite si attesta su 557 kg anno e la raccolta differenziata raggiunge il 43,05%.

Testo di SC


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 maggio 2019, 19:49

A fuoco gli ex studi di Noi-Tv all'Arancio

Incendio in via di Tempagnano all'Arancio negli edifici, vuoti e, presumibilmente, adibiti a dormitorio da parte di immigrati, dove avevano sede gli uffici della emittente televisiva Noi-Tv


venerdì, 24 maggio 2019, 15:22

Molti giovani tra i partecipanti al secondo sciopero globale per il clima

Ha sfilato per le vie del centro il corteo formato da moltissimi giovani, ma anche adulti che, in occasione del secondo sciopero globale per il clima, hanno voluto ribadire l'importanza di creare politiche ambientali più serie ed efficienti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 maggio 2019, 14:12

Consegnato il contributo alle 42 associazioni che si prendono cura dei 72 cimiteri del comune di Lucca

Questa mattina in comune è avvenuta la consegna ufficiale del contributo complessivo di 48 mila 600 euro che quest'anno Lucca Holding attribuisce alle 42 associazioni di volontariato che si prendono cura dei cimiteri di paese


venerdì, 24 maggio 2019, 12:39

Un osservatorio permanente sull’esperienza di ricovero ospedaliero

Dal 2018 in Toscana c’è una grande novità nelle indagini tra i pazienti ricoverati negli ospedali della Regione. Sono infatti in corso le rilevazioni PREMs (Patient Reported Experience Measures), che permettono di registrare, con un osservatorio permanente, l'esperienza dei pazienti appena usciti dal reparto e le loro impressioni a caldo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 maggio 2019, 09:58

Cade intonaco in centro, intervengono i vigili

Ancora calcinacci che cadono in via Fillungo dai palazzi storici. Stamani, verso le 9, alcuni frammenti di intonaco sono piovuti a terra da un cornicione del palazzo posto al civico 71, incrocio con via Buia


venerdì, 24 maggio 2019, 08:44

Operai morti per Luminara, chiesto rinvio a giudizio: la decisione al Gup

La Procura della Repubblica di Lucca, avendo emesso il 10 maggio la richiesta di rinvio a giudizio, ha esercitato l’azione penale nel procedimento riguardante il grave infortunio sul lavoro verificatosi nel centro storico di Lucca, all’altezza del Palazzo Pretorio, in occasione dell’imminente festività della “Luminaria”, il 1 settembre 2017


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px