Anno 7°

mercoledì, 20 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Operazione antidroga nella piana pistoiese: scoperto maxi-giro di spaccio che comprendeva anche la lucchesia

lunedì, 10 dicembre 2018, 13:54

di lorenzo vannucci

Una vasta operazione dei carabinieri che ha visto impegnati circa cento effettivi su tutto il territorio nazionale è riuscita a stroncare un traffico di droga che aveva preso piede prevalentemente nell'area della piana pistoiese ma che espandeva i propri commerci illegali anche tra Lucca, Pistoia, Prato e Carmignano. I soggetti incriminati, prevalentemente di origine nordafricana e, nello specifico, di nazionalità marocchina, sono stati intercettati dagli stessi carabinieri con un'operazione iniziata quando ancora era profonda notte.

Alcuni di questi soggetti sono risultati essere senza fissa dimora, per cui le operazioni necessarie per rintracciarli sono state più difficoltose. L'operazione investigative sono nate circa due anni fa dal comando di Quarrata. La maggior parte dei fermati sono stati presi all'interno delle loro abitazioni nella zona di Quarrata e nel territorio pistoiese, alcuni sono stati fermati a Signa, nel territorio fiorentino, qualcuno a Prato, uno a Torino e alcuni restano ancora da localizzare. L'operazione, quindi, è ancora in corso.

L'attività ha visto certificate almeno cinquemila cessioni di droga, nello specifico cocaina ed hashish. Ancora è da accertare da dove la droga provenisse, certo è, come hanno riferito i carabinieri, che "gli spacciatori in questione rifornivano non solo Pistoia ma anche la piana circostante". I carabinieri coinvolti sono stati non solamente quelli del comando provinciale di Pistoia, ma anche di Prato, Lucca e Firenze, con il supporto operativo del sesto battaglione Toscana, del nucleo cinofili di Firenze e con il supporto dell'elicottero del quarto nucleo di Pisa.
"Di solito sottolineiamo sempre - hanno evidenziato i carabinieri - come sia importante che vi sia un'accurata manutenzione per quei luoghi pubblici che, altrimenti, possono essere il ritrovo di spacciatori o malintenzionati. Stavolta tuttavia è provato che il fenomeno di spaccio è avvenuto anche in parchi che, tutto sommato, sono ben tenuti. Questo, a nostro avviso, è un fenomeno che richiede attenzione". 
Le forze dell'ordine hanno anche fatto presente come la clientela che acquistava la droga era del genere più vario: vi era l'operaio come il professionista, lo studente come la madre di famiglia. In più di un'occasione è capitato che l'acquirente dovesse indebitarsi per poter pagare gli spacciatori o che l'acquirente si volesse mettere in proprio, comprando quindi una dose maggiore rispetto a quanto ne avrebbe acquistata se fosse stata per solo uso personale. 
"L'attività di indagine - hanno specificato i componenti dell'Arma - sono risultate essere molto complesse: sono stati fatti pedinamenti, intercettazioni telefoniche e applicazioni di strumenti Gps, il tutto complicato dal fatto che gran parte delle comunicazioni tra le persone coinvolte avvenivano in lingua araba. L'indagine è nata da informazioni che sono giunte dal territorio. Il tutto si è concluso con 19 persone colpite da ordinanza cautelare in carcere e tre interessate invece dall'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria". Uno dei luoghi di spaccio abituale è risultato essere nel comune di Prato: il luogo stesso era chiamato 'Il cancello'. "Lì - hanno riferito i carabinieri - si poteva trovare un vero e proprio supermarket della droga con le auto che talvolta facevano la fila aspettando il proprio turno".

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


q3


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 marzo 2019, 22:21

La solidarietà del Soroptimist Club Lucca a Nasrin Sotoudeh

Il Soroptimist International d’Italia Club di Lucca esprime la più ampia solidarietà all’avvocato iraniano Nasrin Sotoudeh, condannata in Iran lo scorso 11 marzo alla pena complessiva di 33 anni di reclusione e 148 frustate


mercoledì, 20 marzo 2019, 19:44

Truffa in centro, la polizia è riuscita ad individuare gli autori e a restituire la somma sottratta all'anziano

In due, italiani, avevano truffato un 93enne vendendogli della frutta per 50 euro senza dare il resto e riprendendosi parte della merce: scoperti dagli agenti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 marzo 2019, 13:42

Doppia truffa agli anziani a Lucca: indaga la polizia

La prima è avvenuta in centro città, dove due individui, con la scusa di vendere cassette di frutta, sono riusciti a farsi consegnare 50 euro da un signore senza però consegnargli niente in cambio. La seconda è avvenuta a Gignano, intorno alle 12:30 dove un anziano signore si è visto...


mercoledì, 20 marzo 2019, 13:20

Asl: in arrivo oltre 100 professionisti tra assunzioni deliberate e incarichi di specialistica ambulatoriale

L’Azienda USL Toscana nord ovest ha pubblicato dal 18 marzo l’avviso per l’assegnazione degli incarichi a tempo determinato ed indeterminato per medici specialisti ambulatoriali ed altre professionalità legate alle attività ambulatoriali


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 marzo 2019, 13:02

Cerimonia di consegna della Pantera d'Oro della provincia all'arcivescovo Italo Castellani

Si terrà venerdì 22 marzo, alle 17, nella sala Ademollo di Palazzo Ducale la cerimonia di consegna della Pantera d'oro 2019 al Vescovo Benvenuto Italo Castellani


mercoledì, 20 marzo 2019, 10:51

Cipollini rinviato a giudizio

Il campione del mondo dovrà comparire il 28 giugno 2019 come imputato dei reati di maltrattamenti in famiglia, stalking e minacce nei confronti della ex moglie e del suo compagno


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px