Anno 7°

mercoledì, 21 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Vivere in centro storico, una giungla meravigliosa

martedì, 22 gennaio 2019, 21:05

di daniela nardi

Vivere nel centro storico di Lucca richiede ormai - come ben sanno i sempre meno numerosi residenti - un’inesauribile pazienza e un profondo spirito di sopportazione, pazienza che si dice essere la virtù dei Santi (e sappiamo bene che Lucca di Santi ne ha “prodotti” molti nel corso dei secoli).

Ai residenti infatti viene chiesto di pazientare per un mese abbondante durante il montaggio e lo smontaggio dei Comics per tutti i piccoli disagi che la rassegna comporta per chi abita in centro, compresi il divieto di usare le biciclette nella settimana dell’evento e l’impossibilità di portare i figli a scuola. I residenti devono sopportare i rumori dei generatori del Summer Festival giorno e notte. A volte viene richiesto loro di restare chiusi in casa in certe ore mattutine per lo più domenicali o festive per corse podistiche di vario genere, in cui vengono emanati divieti di circolazione anche pedonali. Si richiede ai residenti di assistere in religioso silenzio alla deturpazione di molti beni vincolati, spesso da parte di chi tali beni li dovrebbe proteggere. Dunque non si possono lamentare di fronte a statue coperte, ad antichi lampioni smontati, a strade sfondate dal peso di veicoli che non dovrebbero potervi circolare, né i residenti possono esprimere ad alta voce rammarico per le pietose condizioni dell’ex campo Balilla, luogo di cari ricordi per molti lucchesi ed oggi ridotto in uno stato pietoso. Non è neppure consentito ai residenti lamentarsi per il chiasso della movida, soprattutto in certe sere ed in certe zone, senza che gli stessi vengano invitati in malo modo a trasferirsi altrove.

La pazienza spesso però non basta, per abitare il centro storico è richiesta anche una buona dose di coraggio per cimentarsi nella ricerca spasmodica, anzi, una vera e propria caccia, di uno dei pochi stalli di sosta gialli per il parcheggio dei residenti.

Lo sanno bene i residenti della zona di via Cesare Battisti, via del Pavone, via Tegrimi, via degli Asili, via del Pavone, piazza delle Grazie e strade limitrofe.

Un lettore sconsolato ed esasperato insieme, ci ha inviato a tale proposito una segnalazione ricca di documentazione fotografica evidenziando che in quella zona del centro in questo momento sono aperti in contemporanea diversi cantieri per il restauro del palazzo dell’ex esattoria, del liceo classico e di altri edifici. In particolare ci sono cantieri in Piazza delle Grazie, in via degli Asili, in via San Sebastiano, in via Battisti.

Di conseguenza molti stalli gialli sono stati sacrificati per i cantieri stessi, sono apparsi divieti di sosta temporanei - alcuni dei quali, ancorché “scaduti” sono ancora installati per strada (come quello in via degli Asili angolo via S. Giorgio), gli stretti vicoli sono inevitabilmente intralciati dai lavori con conseguenti disagi al traffico ancorché limitato e sono presenti materiali ingombranti che ostacolano il poco spazio libero rimasto, come una transenna che è stata collocata davanti all’entrata dell’ex esattoria in via del Pavone, senza alcuna apparente autorizzazione. Il tutto costituisce anche un pericolo per il transito pedonale.

Questa - seppur temporanea - limitazione di stalli gialli ha comportato che siano state elevate numerose multe per quei residenti che - esasperati da un’estenuante quanto vana caccia al posto auto - abbiano parcheggiato, magari anche solo di notte, le proprie autovetture fuori dai pochi stalli gialli rimasti.

Ma c’è una buona notizia. In via Tegrimi ci sarebbe un garage che affitta posti auto, come si vede dalle foto del nostro lettore, che ci segnala una coincidenza: proprio da quando qualcuno ha acquistato il suddetto garage, mettendo in affitto i relativi posti auto, nella stessa strada sarebbe curiosamente comparso un divieto di sosta h 24 su ambo i lati.

Nonostante questa giungla di ostacoli, di caccia al posto auto e dei tanti sacrifici richiesti, vivere in centro storico è e rimane comunque un’esperienza unica per la bellezza mozzafiato ed il fascino della città protetta dall’arborato cerchio. Si spera che in futuro diventi anche un po’ più facile e che gli stoici e coraggiosi residenti rimasti vengano prima o poi premiati per la pazienza dimostrata negli anni.

 


Questo articolo è stato letto volte.


chiesina


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 20 agosto 2019, 20:40

Massimo Boldi 'folgorato' dalla... bellezza lucchese

Il popolare attore ha fatto il giro del centro storico in carrozza insieme a Irene Fornaciari, Princess, sorella del sindaco di Porcari Leonardo Fornaciari


martedì, 20 agosto 2019, 13:25

Tamponamento sulla circonvallazione

Tamponamento sulla circonvallazione poco prima delle 13. Coinvolte tre autovetture, una donna trasportata in ospedale al San Luca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 20 agosto 2019, 12:13

Camionista trovato morto sulla Bretella

Un camionista romeno di 48 anni, è stato trovato morto, probabilmente per cause naturali, questa mattina verso le 9 nella cabina del suo camion, parcheggiato presso l'area di sosta dell'autogrill sull'autostrada Bretella, in direzione Viareggio


lunedì, 19 agosto 2019, 10:35

Porte aperte per conoscere il "Badabimbi", la casa delle tate

Badabimbi è un servizio innovativo, più di un Baby Parking, è uno spazio spazio sicuro, semplice e accessibile: un luogo per i più piccoli, ricco di attività studiate per una crescita serena e equilibrata, dove è possibile affidare il proprio bambino a personale qualificato, in qualsiasi momento della giornata per...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 18 agosto 2019, 09:40

Dá in escandescenze in casa, intervengono tre pattuglie dei carabinieri

I carabinieri di Lucca, nel tardo pomeriggio di ieri, intorno alle 18.30, sono dovuti intervenire per placare l'ira di un uomo con problemi psichiatrici, residente in un'abitazione sul viale Europa a Marlia


sabato, 17 agosto 2019, 12:49

Tragedia Ponte Morandi, un riconoscimento ai cani dei vigili del fuoco

Quest'anno, ad un anno dalla tragedia del ponte Morandi, gli organizzatori della manifestazione hanno voluto dare un giusto riconoscimento anche ai cani dei vigili del fuoco che si sono prodigati e distinti nelle ricerche in quello scenario emergenziale.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px