Anno 7°

sabato, 19 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Passeggiando in bicicletta accanto a te...

mercoledì, 13 febbraio 2019, 21:43

Qualche anno fa in Olanda è passato uno spot pubblicitario riguardante un prototipo di bici che si guida da sola. Nelle immagini, la guida automatica permetteva una conduzione sicura purtroppo la bicicletta era solo un pesce d’aprile ben strutturato. Però questa idea che ha il sapore della fantascienza, un giorno, potrebbe realizzarsi veramente.

Probabilmente potrebbe sbarcare anche in molte città italiane, dubitiamo possa accadere a Lucca. Fintanto che alcuni ciclisti lucchesi non accolgano di uniformarsi alle semplici regole di condotta per pedalare sicuri.

Considerando la città potremmo, poeticamente associarla a un paio di strofe di una nota canzone: “Passeggiando in bicicletta accanto a te. Pedalare senza fretta…Lungo i viali silenziosi insieme a te con gli occhi allegri e accesi…” (R. Cocciante).

Disgraziatamente, la realtà è ben diversa: trovare qualcuno a Lucca che pedala senza fretta è come cercare l’oro in un fiume in secca. Sfrecciano tutti come fossero al velodromo e per di più non si staccano dal cellulare, alcuni lo tengono saldamente in mano altri hanno le cuffie nelle orecchie, insensibili ai rumori della strada. Almeno che non si passi per i viali alle 4 del mattino, è un po' dura che questi siano silenziosi!

Quando parliamo di ciclisti lucchesi, ovviamente non intendiamo i professionisti. Quest’ultimi riconoscibili da splendide tutine e dal fatto che pedalano in riga indiana (probabilmente gli sfugge che dovrebbero mettersi in fila indiana) chiacchierano amabilmente in relax come nel salotto di casa e sono impassibili di fronte alle maledizioni degli automobilisti infuriati.

Quando parliamo di ciclisti lucchesi, invece, intendiamo quell’esercito silenzioso che ogni giorno esce di casa e inforca la bici facendo slalom fra buche, tubi di scarico, piste ciclabili occupate da auto, furgoni e pedoni che dovrebbero passeggiare sul marciapiede. In questa massa ce ne sono diversi che sembra abbiano dimenticato i prìncipi base per limitare i pericoli.

Una delle regole per pedale sicuri è indubbiamente dare un’occhiatina all’abbigliamento. Vestirsi con abiti scuri, di sera, significa che dall’altra parte si deve possedere la vista di Superman per evitarti. Magari, se non si vuole cambiare look sarebbe pratico indossare un giubbotto catarifrangente. Un’altra regola che può sembrare banale, sono le luci posteriori e anteriori. Sarebbe il caso di accenderle oppure se mancano è possibile acquistarle nei molti negozi sparsi per la città dopodiché è utile montarli e alla fine attivarli. Poi, per andare in bici potrebbe essere indispensabile moderare l’andatura e comunicare in anticipo le intenzioni della svolta utilizzando le braccia. Una gentilezza ben gradita a chi è dietro di voi e spesso è obbligato ad attendere una vostra segnalazione che non arriverà mai. Infine, sarebbe pericoloso pedalare contromano, se poi a bordo della bici c’è un bambino, sarebbe proprio da evitare!

E con questo ce n’è abbastanza da far alzare più di un sopracciglio tuttavia concludiamo con il campanello. Questo accessorio in dotazione sulla bici si può utilizzare, fortunatamente, per segnalare il proprio arrivo ai pedoni “addormentati” che sono di intralcio nelle piste ciclabili con passeggini e affini.

annalisa ercolini


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


brico


auditerigi


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 19 ottobre 2019, 17:37

Progetto Parco dell’Ozzeri: inizia il percorso di rinascita del canale lucchese

Firmato il patto di cittadinanza tra l’amministrazione comunale e l’associazione Pons Tectus per la valorizzazione e la riqualificazione del parco dell’Ozzeri


sabato, 19 ottobre 2019, 16:50

A Natale cinque nuovi autovelox sulle strade comunali

Automobilisti occhio alla velocità: l'amministrazione comunale di Lucca vuole piazzare dei nuovi autovelox lungo alcune strade comunali per aumentare la sicurezza stradale. La notizia è stata resa nota durante il convegno "L'incidente e la strada" che si è svolto al Real Collegio e a cui ha partecipato il comandante della...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 18 ottobre 2019, 21:57

Trovato morto cercatore di funghi dato per disperso

E' stato ritrovato morto Sergio Bertoncini, 66 anni, originario di Bagni di Lucca ma residente a Barga, pensionato e coniugato, disperso verso Colle Fobia, nel comprensorio di Barga, uscito per cercare funghi assieme ad altri due amici


venerdì, 18 ottobre 2019, 15:37

Riqualificazione di San Concordio: senso unico e pista ciclabile in via Nottolini non senza polemiche

Proseguono le opere di riqualificazione del quartiere di San Concordio. Sono in corso, infatti, i lavori che trasformeranno via Nottolini dotandola di una pista ciclabile e di nuovi arredi urbani e introducendo il senso unico in direzione ovest verso la chiesa di San Concordio


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 18 ottobre 2019, 11:50

Continua a commettere furti nonostante sia ai domiciliari: in carcere

Ieri pomeriggio le volanti hanno portato in carcere Maria Grazia Giorgetti, 66 anni, in virtù dell'ordinanza del magistrato di sorveglianza di Pisa, il quale ha revocato la concessione della misura alternativa della detenzione domiciliare


venerdì, 18 ottobre 2019, 08:28

Tragico incidente a Fornaci: giovane muore dopo scontro

Un ragazzo di 18 anni, Francesco Tontini, ha perso la vita ieri sera, intorno alle 21, in via della Repubblica a Fornaci di Barga dopo uno scontro tra una moto da cross KTM e una Ford Fiesta bianca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px