Anno 7°

domenica, 22 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

La prima Luminara del vescovo Paolo con il "popolo di Dio"

sabato, 14 settembre 2019, 00:37

di eliseo biancalana

Si è svolta anche quest'anno all'insegna della tradizione e della religiosità la processione di Santa Croce, la prima con il nuovo arcivescovo monsignor Paolo Giulietti. Il vescovo ha dedicato la sua riflessione all'importanza di far parte del popolo di Dio per giungere alla salvezza. Numerose le persone che hanno assistito e preso parte alla Luminara, con le vie del centro storico illuminate da lumini di cera e, per la prima volta, in parte anche da alcuni a led. 

La processione si tiene ogni anno alla vigilia della festa dell'Esaltazione della Santa Croce. Come di consueto, il ritrovo è stato alla chiesa di San Frediano. Poco dopo le 20 è risuonata nella piazza, gremita di persone pronte a sfilare, il tradizionale canto: "Evviva la Croce". Ad aprire la cerimonia è stato lo stesso arcivescovo (anziché il vicario come in passato) che ha paragonato la processione al cammino di fede del cristiano verso Cristo e ha recitato le preghiere di rito. 

Al seguito dello stendardo del Volto Santo sono sfilati prima i gruppi religiosi, con i volontari, le parrocchie, le confraternite e le associazioni; poi è stato il turno della parte civile, con le autorità, le istituzioni e le associazioni non confessionali; infine i gruppi di rievocazione storica. La particolarità della processione di Santa Croce sta anche in questa eterogeneità dei partecipanti, che fa sì che sia una festa di tutta la città, non solo dei cattolici. D'altra parte il rischio è che troppa eterogeneità a volte finisca per stonare in quello che dovrebbe essere prima di tutto un evento religioso. 

Quest'anno, per la prima volta, sulla Chiesa di San Frediano, il Teatro del Giglio e alcuni palazzi sono stati posti dei lumini a led invece dei tradizionali lumini di cera. L'impressione è che non sia notata molto la differenza e che quindi questa sperimentazione possa dirsi riuscita. La processione si è svolta senza particolari inconvenienti, in mezzo a numerosi spettatori che la osservavano ai lati. Qualche vetrina di negozio illuminata lungo il percorso e il fatto che non tutti coloro che sfilavano portavano un cero sono state forse le uniche pecche. Poco dopo le 22 l'arcivescovo è arrivato nella cattedrale e si è recato a rendere omaggio al crocifisso del Volto Santo, accompagnato dall'applauso dei fedeli. 

"Per la mia prima esperienza ho scelto di non commentare la Parola, ma di restituirvi il pensiero che mi ha accompagnato durante il cammino stasera" ha detto l'arcivescovo. Secondo monsignor Giulietti, quello che si è manifestato nella Luminara è stato "un popolo". "Un popolo fatto di persone diverse" ha riconosciuto l'arcivescovo, ammettendo che tra chi ha partecipato c'è stato sia chi l'ha fatto per vera devozione, sia chi invece l'ha fatto per abitudine o per curiosità o in modo distratto. "Eppure questo è un popolo" ha sostenuto il vescovo. "Non lasciate questo popolo – è stato quindi l'invito di monsignor Giulietti ai fedeli –. Non lasciate il vostro posto. Anche se la luce si è spenta o si è affievolita se rimaniamo uniti a questo popolo abbiamo ancora una speranza e siamo ancora una famiglia. Se lasciamo il nostro posto ci allontaniamo dalla salvezza. Che l'esperienza di questa sera ci incoraggi a rimanere popolo". 

Dopo la benedizione, è stato eseguito il Mottettone "Lucensis Ecclesiae" del maestro Luca Bacci. Finita la celebrazione, in molti si sono poi diretti verso le Mura per assistere al consueto spettacolo pirotecnico. 

Foto Alcide


Questo articolo è stato letto volte.


chiesina


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


il casone


bonito400


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 22 settembre 2019, 09:54

Asta benefica per i danni causati dagli incendi al Monte Serra

Bruno Pollacci ed alcuni suoi allievi ed allieve dell'Accademia d'Arte di Pisa (insieme a tanti altri pittori professionisti e non) hanno donato proprie opere per un'asta benefica a favore delle iniziative di recupero dopo i gravi danni degli incendi al Monte Serra


domenica, 22 settembre 2019, 09:50

Grande affluenza alla "Giornata della Prevenzione"

Si è svolta ieri (sabato 21 settembre), nell’area antistante il Parco Commerciale San Vito di Lucca la terza edizione della “Giornata della Prevenzione”


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 21 settembre 2019, 22:44

Inaugurata la Casa della memoria e della pace

La memoria e la pace da oggi hanno la loro Casa. È stata inaugurata infatti questa mattina la Casa della memoria e della pace, sulle Mura urbane, nel Castello di Porta San Donato


sabato, 21 settembre 2019, 15:28

Ego Slow Roll, i ciclisti della notte alla scoperta di Lucca

Ego Slow Roll è un modo diverso di vivere Lucca, che porta allegria e movimento in città, in maniera rispettosa del codice della strada e della comunità, anche grazie a un chiaro codice di comportamento


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 21 settembre 2019, 15:28

Brusco peggioramento delle condizioni atmosferiche per l'arrivo di una perturbazione

Il Centro Funzionale Regionale (CFR) della Regione Toscana ha emesso oggi un'allerta meteo di colore arancio per rischio idrogeologico del reticolo minore e temporali forti a causa di abbondanti piogge previste per la giornata di domani


sabato, 21 settembre 2019, 14:47

Fiabe per bambini a Villa Bottini

E' iniziato oggi alle 10 e si protrarrà fino a domani sera il Festival della fiaba organizzato dai Giardini del futuro con il comune di Lucca. Tanti gli appuntamenti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px