Anno 7°

martedì, 7 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

La Guardia di Finanza sequestra oltre 20 mila accessori per cellulari nel centro storico

mercoledì, 9 ottobre 2019, 10:09

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lucca ha disposto l’esecuzione di servizi periodici nel settore della “sicurezza prodotti” e del contrasto alle pratiche commerciali operate in violazione del “Codice del Consumo”. Ciò al fine di garantire, da un lato, l’incolumità del consumatore finale, sottraendolo al rischio di poter entrare in contatto con articoli pericolosi e potenzialmente dannosi e, dall’altro, la tutela delle regole del mercato nonché al contrasto alla contraffazione.

A seguito della brillante attività anticontraffazione conclusa di recente dal Gruppo di Viareggio, nel filone parallelo della sicurezza prodotti, il personale del Gruppo di Lucca ha individuato un negozio, allestito nel centro storico della città, che commercializzava accessori per telefoni cellulari.

Una volta effettuato l’accesso, i militari hanno eseguito un’attenta analisi della merce in vendita, durante la quale venivano scoperte delle cover per telefoni cellulari che non riportavano le informazioni minime per il consumatore. L’esercente non è stato in grado di giustificare né la provenienza né tantomeno di produrre la documentazione che comprovasse l’originalità e la genuinità degli oggetti, pertanto i finanzieri hanno proceduto al sequestro amministrativo di oltre 22.000 articoli e la responsabile è stata segnalata ex art. 6 del D.Lgs. 6 settembre 2005 nr. 206 alla Camera di Commercio di Lucca.

I finanzieri hanno operato in virtù della citata normativa, emanata dal legislatore al fine di tutelare il consumatore, consentendogli di disporre di informazioni sempre più chiare e precise su ciò che acquista, oltre ad avere certezza circa la sicurezza e qualità dei prodotti. Tale norma, infatti, stabilisce quali devono essere le indicazioni minime e fondamentali riportate sui prodotti destinati al consumo sul territorio nazionale, al fine di fornire informazioni utili per poter valutare e poi scegliere in maniera consapevole ciò che si acquista. Tali informazioni debbono essere apposte in modo chiaramente visibile e leggibile sulle confezioni, sulle etichette o sulla documentazione illustrativa che accompagna il prodotto e, nel caso specifico, le cover ne erano totalmente sprovviste.

L’operazione si inserisce nella costante opera condotta nella provincia di Lucca dai militari delle Fiamme Gialle, a difesa del made in Italy e della sicurezza prodotti, a contrasto delle varie forme di contraffazione e abusivismo commerciale, fenomeni moltiplicatori di illegalità, nonché a tutela degli imprenditori onesti e dei consumatori.

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

auditerigi

toscano

il casone

bonito400

Orti di Elisa

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 7 aprile 2020, 18:14

Sette casi a Lucca, quattro in Piana: anche due decessi

Asl invia l’aggiornamento sui casi di Coronavirus “Covid-19”. Si ricorda ancora che il flusso di validazione dei tamponi è continuo e che gli orari di estrazione dei dati delle persone risultate positive al test dai laboratori - da parte della Regione e dell’Azienda USL Toscana nord ovest - sono vicini...


martedì, 7 aprile 2020, 15:59

Coronavirus, 32 nuovi contagi in provincia

Sono 172 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino, analizzati nei laboratori toscani; e 19 i nuovi decessi. In lieve aumento i nuovi casi positivi (ieri erano stati 154). Scende invece il numero di decessi: 19, rispetto ai 25 di ieri


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 7 aprile 2020, 15:44

Coronavirus, mascherine arrivate a destinazione: Terigi paga i 1538 euro, ma potrà detrarli

Arrivate a destinazione le mascherine acquistate, in beneficenza, dalla famiglia Terigi: "Prima ci hanno detto che non dovevamo pagarli, poi, invece, sì. Non ne possiamo più, paghiamo e poi li detrarremo come ci hanno detto"


martedì, 7 aprile 2020, 15:00

Gesam Gas & Luce dona al 118 di Lucca tre defibrillatori speciali

Gesam Gas & Luce, società di riferimento per la fornitura di gas ed energia elettrica a Lucca e provincia con oltre 60 mila clienti, annuncia, insieme ai suoi dipendenti, la donazione di tre defibrillatori speciali a favore del 118 della provincia di Lucca per sostenere concretamente l’emergenza Coronavirus


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 7 aprile 2020, 14:07

Emergenza Coronavirus: raggiunto il milione di euro con le sole donazioni in denaro

Il direttore generale dell’Azienda USL Toscana nord ovest Maria Letizia Casani desidera esprimere la più viva gratitudine, unitamente a tutti i professionisti sanitari impegnati in prima linea, per il contributo offerto dalle comunità a del territorio aziendale a favore dell’emergenza Covid-19


martedì, 7 aprile 2020, 13:27

Mascherine per tutti i cittadini, al lavoro i volontari della protezione civile

L'imbustamento delle mascherine per tutti i cittadini di Lucca è iniziato. Sono arrivate nella giornata di ieri, le 192 mila mascherine acquistate dalla Regione Toscana e che verranno distribuite (2 a testa) a tutti i cittadini del comune di Lucca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px