Anno 7°

venerdì, 14 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

A Lucca uno spettacolo e una mostra per i 25 anni di Emergency

martedì, 10 dicembre 2019, 09:36

di giuseppe bini

Uno spettacolo teatrale contro tutte le guerre, prodotto da Emergency Ong Onlus e interpretato da Mario Spallino, per la regia e drammaturgia di Patrizia Pasqui, sarà in scena il 12 dicembre alle ore 21.00 presso la Casa della Memoria e della Pace, in occasione dei 25 anni di Emergency.

Si tratta di una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze. Il racconto, partendo dalla Grande Guerra e passando per la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, arriva fino alle guerre dei giorni nostri. Episodi storicamente documentati e rappresentativi della guerra si susseguono in modo cronologico e sono intervallati dalla storia di un marine, che parla toscano e che rappresenta il soldato di oggi.

“Stupidorisiko. Una geografia di Guerra”, questo il titolo originale, è uno spettacolo nato dall'idea di vedere la guerra sotto degli aspetti attraverso cui non è mai stata raccontata: quello della parte delle vittime. Il teatro diviene così strumento per valorizzare e divulgare il lavoro di Emergency e il suo impegno contro ogni tipo di guerra.

Sempre in occasione dei 25 anni di Emergency, sempre al lcastello di Porta San Donato Nuova sulle mura urbane di Lucca, è allestita la mostra fotografica “Iraq: una ferita aperta”, di Giles Duley, visitabile fino al 15 di dicembre. Morti, feriti, profughi: sono loro l’unica verità della guerra che Emergency conosce e che Giles ci mostra senza reticenze.

“Far conoscere gli effetti delle guerre a tutti è uno dei principali obiettivi di Emergency – recita una nota ufficiale - che da 25 anni offre cure gratuite e assistenza a tutte le vittime di guerra, ma porre rimedio alle conseguenze devastanti dei conflitti non è abbastanza. L’impegno per la pace è un impegno di civiltà al quale siamo chiamati tutti, nessuno escluso”.

La mostra di Giles Duley costringe a guardare negli occhi l’orrore, fermato in una foto e spogliato di ogni speranza, in modo che nessuno di noi, poi, riesca a voltarli da un’altra, qualsiasi, parte.

Dall’intensità di queste immagini, sospese tra arte e storia, prende forma un racconto che invita a riflettere sulla fotografia come impegno civile.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

auditerigi

toscano

il casone

bonito400

Orti di Elisa

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 13 agosto 2020, 19:47

Riaperta la circolazione a doppio senso di marcia sulla via Nuova per Pisa

Metà della carreggiata, nel tratto di strada compreso fra le due rotatorie di San Michele in Escheto e quella che porta a Guamo, era stato infatti interessato nei mesi scorsi da un cedimento della scarpata sottostante e quindi l'amministrazione comunale aveva transennata l'area e collocato un impianto semaforico per regolare...


giovedì, 13 agosto 2020, 18:31

Lucca Riparte: manovra da circa un milione di euro per la scuola

Si completa la manovra da circa un milione di euro interamente dedicata al sostegno delle attività educative e scolastiche


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 13 agosto 2020, 14:34

Scuole, interventi di "edilizia leggera" in vista della riapertura a settembre

Un piano di interventi di "edilizia leggera" come da indicazioni ministeriali da 750mila euro per garantire un adeguato miglioramento delle condizioni igienico-sanitare delle scuole superiori, nonché una migliore funzionalità impiantistica, oltre alla nuova organizzazione degli spazi per la didattica a seguito dell'emergenza Covid -19


giovedì, 13 agosto 2020, 14:14

Non accetta la fine del suo matrimonio, cingalese accoltella il nuovo compagno dell’ex moglie

Non ha mai accettato la fine del suo matrimonio e, dopo aver scoperto la nuova relazione della moglie, a gennaio scorso, ha minacciato vendetta, effettivamente consumata otto mesi dopo. L’uomo, un cingalese di 47 anni, residente a Lucca da vent’anni


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 13 agosto 2020, 12:38

Lite tra vicini, spunta una pistola: denunciato un 50enne

Un paio di giorni fa la polizia è intervenuta in una corte in via pesciatina per un’accesa lite tra vicini di casa per banali motivi di convivenza. Una delle parti in causa, in particolare, ha detto al 113 che il suo vicino aveva anche mostrato una pistola in tono di...


mercoledì, 12 agosto 2020, 19:58

S. Concordio, il ritorno di Attila Tambellini

Comitato per S. Concordio: 'Con la "galleria coperta" tra piazzale Aldo Moro e via Savonarola sono previsti l'abbattimento di decine di alberi di alto fusto nell'area verde della Montagnola e pavimentazioni per complessivi 3 mila metri quadrati'


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px