Anno 7°

martedì, 31 marzo 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

La famiglia del sovrintendente Alessandro De Bellis dona un defibrillatore alla Stradale

giovedì, 27 febbraio 2020, 11:54

di giulia del chiaro

Un defibrillatore per ricordare il fratello scomparso nel 2013 in un incidente a bordo del suo motociclo mentre si recava a lavoro. Questo l’obiettivo della donazione di Riccardo De Bellis che, con l’associazione “Team DB Motorsport” di cui fa parte, ha donato lo strumento alla sede della polizia stradale di Lucca in cui il fratello Alessandro prestava servizio.

All’inaugurazione, questa mattina nella sede di via Pisana, erano presenti il questore Maurizio dalle Mura, il prefetto Francesco Esposito, la famiglia e i colleghi di Alessandro.

“Un regalo importante per chi lavora qui e per gli utenti – ha detto il prefetto – e un modo per ricordare una persona che apparteneva e in qualche modo, con lo spirito di sevizio che lo ha contraddistinto, appartiene ancora alla polizia”.

Anche il questore ha sottolineato l’importanza di questo gesto che – ha detto – “in qualche modo lega la morte alla vita. Dal ricordo del nostro amico e collega defunto la possibilità di salvare altre vite”.

Il defibrillatore – presentato nel dettaglio da Fabrizio Bonino della Cecchini Onlus – da oggi è a disposizione del comando di via Pisana e degli utenti che ogni giorno passano dagli uffici.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

auditerigi

toscano

il casone

bonito400

Orti di Elisa

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 30 marzo 2020, 23:07

Flash Coronavirus: ultimo aggiornamento

Da domani pubblicheremo in questo spazio “Flash Coronavirus” solo contributi di idee ed immagini positive e qualche leggerezza per strappare se possibile un sorriso


lunedì, 30 marzo 2020, 19:49

Coronavirus, cinque contagiati a Lucca: ma sapete dirci quanti casi dovranno esserci al giorno prima di riaprire un minimo le porte?

A Lucca 'solo' cinque contagi: visto che il virus non si potrà chiudere tutto d'un colpo come fosse un rubinetto, qualcuno ci può dire cosa dobbiamo aspettare affinché si possa riaprire di un minimo il palcoscenico delle nostre esistenze? Perché più bassi di così i numeri sarà difficile che diventino...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 30 marzo 2020, 17:05

Coronavirus, questi leggono i numeri e non li capiscono: per malati diversi stessa cura!

Per fare una fotografia oggi della situazione nelle Regioni Italiane, per capire dopo due o più mesi di Covid-19 qual è l’impegno “attuale” delle strutture sociali e dei cittadini, deve essere considerato un dato fondamentale, il numero di abitanti delle Regioni stesse


lunedì, 30 marzo 2020, 16:55

Lavoratori dei servizi di appalto nella sanità, i sindacati: "Sicurezza e orari inaccettabili"

"Nonostante le nostre denunce, si continuano a riscontrare enormi carenze in termini di sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici di tutti i servizi in appalto nella sanità di Lucca". Questo l'appello di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrastporti e Uiltucs alle istituzioni


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 30 marzo 2020, 16:44

Coronavirus, 39 nuovi casi in provincia di Lucca

Sono 290 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino, analizzati nei laboratori toscani; e 16 i nuovi decessi. Salgono dunque a 4.412 i contagiati dall’inizio dell’emergenza. 33 sono finora le guarigioni virali (i cosiddetti "negativizzati"), 98 le guarigioni cliniche e 231 i...


lunedì, 30 marzo 2020, 10:52

Coronavirus, lite tra condomini e uno abitava da un'altra parte: sanzionato

Un lucchese di 43 anni sorpreso in auto dalla polizia: 'Andavo a comprare la cannabis light perché disinfetta i polmoni': multato anche lui


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px