Anno 7°

sabato, 4 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Imprenditori presi per il culo: dopo la chiusura la sanificazione non era necessaria

lunedì, 25 maggio 2020, 10:30

di pietro casali

Ci sono voluti tre mesi, tre mesi di terrorismo, tre mesi di omissioni, tre mesi di menzogne, ma alla fine la verità, una verità banale ed evidente a chiunque non fosse un mazzettaro o un prezzolato dal regime, ha trionfato.

In data 22 maggio 2020 è finalmente uscita la circolare del Ministero della Salute n.17.644 del 22 maggio 2020 dove, a pagina 6, al paragrafo Attività di sanificazione in ambiente chiuso, è riportato: se il posto di lavoro o l'azienda non sono occupati da 7-10 giorni, per riaprire l'area sarà necessaria solo la normale pulizia ordinaria, perché il virus del COVID-19 non si è dimostrato in grado di sopravvivere su superfici più a lungo di questo tempo neppure in condizioni sperimentali.

Siccome la circolare del ministero della salute n.5443 del 22 febbraio 2020 (menzionata da me nell'articolo del 24 maggio 2020, un'emergenza piena di cialtroneria) riportava praticamente la medesima cosa - in letteratura diverse evidenze hanno dimostrato che i Coronavirus, inclusi i virus responsabili della SARS e della MERS possono persistere sulle superfici inanimate in condizioni ottimali di umidità e temperatura fino a 9 giorni. Un ruolo delle superfici contaminate nella trasmissione intraospedaliera di infezioni dovute ai suddetti virus è pertanto ritenuto possibile, anche se non dimostrato – a tali conclusioni era possibile arrivare sin dai primi giorni di marzo. In pratica il ministero della salute ha operato con tre mesi di colpevole ritardo.

Adesso cosa fanno i pendagli da forca che hanno fatto sperperare a molte aziende migliaia di euro in inutili procedure di sanificazione? Restituiscono i soldi a quei disgraziati?

Evidentemente restituiranno un bel niente. E neppure si scuseranno. Personalmente posso consolarmi con il fatto che al momento, per la sanificazione, altra bella parola piena di vento, nulla ho ancora speso e che la verità ha finalmente trionfato.

Ringrazio davvero tanto la Gazzetta di Lucca che ha il coraggio di far ascoltare la voce di persone fuori dai giochi di potere che, come si dimostra inconfutabilmente, raccontano una verità scomoda soprattutto per chi sta pregustando il fruscio dei soldi nelle proprie tasche. E così la Gazzetta di Lucca si prende il merito di far sapere a molti imprenditori - fra qualche giorno riapriranno le loro attività - che possono risparmiare parecchi soldini. Cosa che, di questi tempi, non guasta.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

auditerigi

toscano

il casone

bonito400

Orti di Elisa

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 4 luglio 2020, 15:06

Pulia e l’ex scalo merci al centro dell’ultimo laboratorio partecipato

Ultima tappa, ad oggi in programma, per i laboratori partecipati organizzati dal comune di Lucca nell’ambito del percorso verso il nuovo piano urbanistico


sabato, 4 luglio 2020, 15:01

Marocchino minaccia i passanti: denunciato

Stamattina, nei pressi di Porta San Gervasio, la polizia è intervenuta in quanto un soggetto minacciava alcuni passanti. L'uomo, un marocchino di 30 anni circa, già noto per episodi del genere, è stato bloccato dalle volanti dopo un piccolo inseguimento terminato in via del Fosso


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 4 luglio 2020, 14:56

Con la droga negli slip, arrestato spacciatore senegalese

Una volta sottoposto a perquisizione, all’interno degli slip i carabinieri hanno rinvenuto cinque involucri di marijuana per un peso complessivo di 43 grammi, palesemente finalizzati all’attività di spaccio, motivo per cui i militari hanno proceduto all’arresto


venerdì, 3 luglio 2020, 18:05

Usa le carte di credito rubate dalla compagna, arrestato marocchino

Gli agenti delle Volanti hanno arrestato il complice della donna, nonché compagno, un cittadino marocchino, Jamal Oufkir, 37 anni, in esecuzione della misura di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP dott.ssa Aracri


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 3 luglio 2020, 13:59

Tanti volontari a raccogliere i rifiuti lungo i corsi d’acqua

La lotta alla plastica e ai rifiuti sulle spiagge e nei mari comincia dai fiumi. Lo sanno bene i volontari delle tante associazioni che, anche lo scorso week-end, sono tornati ad impegnarsi sui corsi d’acqua del territorio, in attività di monitoraggio e di presidio e per raccogliere e rimuovere i...


venerdì, 3 luglio 2020, 12:42

Sicurezza del territorio, 500 mila euro di cantieri su strade Castagnori, Torre ed Aquilea

Le strade sono state interessate da movimenti franosi. L'amministrazione comunale ha stanziato complessivamente 458.000. Particolare attenzione è stata prestata all'inserimento paesaggistico delle tre opere


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px