Anno 7°

giovedì, 1 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Ubriachi molesti in piazza San Michele. I cittadini: "Trovare soluzione"

domenica, 9 agosto 2020, 15:36

di barbara ghiselli

"Uguale copione (o perlomeno molto simile) quasi tutte le sere, medesima piazza e le stesse persone coinvolte: è così difficile porre rimedio a una situazione del genere che, non solo va avanti da circa due anni, ma addirittura negli ultimi tempi è peggiorata?". Questo è l'interrogativo che si pone la signora Francesca, residente in via San Paolino e che, per ovvi motivi, si trova a passare spesso da piazza San Michele dove, soprattutto la sera (ma in realtà quasi tutto il giorno), un gruppo di persone ubriache e moleste (molto probabilmente senza fissa dimora) staziona sugli scalini con cartoni di vino e bottiglie di birra in bella mostra.

"Oltre a non essere certamente un bel biglietto da visita per Lucca e per il suo turismo, considerando che piazza San Michele è uno dei luoghi simbolo della città, - continua la signora Francesca – è anche un pericolo per i passanti perchè, queste persone, alterate dal consumo di alcol, a volte li importunano per chiedere qualche spicciolo e, spesso litigano animatamente tra di loro arrivando anche alle mani. L'altra sera, ad esempio, una donna in stato di ubriachezza ha iniziato,urlando, a schiaffeggiare l'uomo più anziano del gruppo e non la finiva più; un passante ha cercato allora di riportare la calma, rischiando per la sua stessa incolumità e venendo pure ingiuriato da un altro componente del gruppo".

Dello stesso parere il signor Giampiero, un cliente abituale di un'attività commerciale di piazza San Michele: "Non è possibile andare avanti così, prima erano due o tre gli ubriachi che si riunivano in piazza San Michele, quando ancora era aperto palazzo Pretorio, ora saranno dieci o forse di più e si mettono sugli scalini della piazza. Quasi tutti i giorni discutono animatamente, non è certo un bello spettacolo! Non ci credete? Basta che veniate dalle 18 in poi e chiunque può constatare con i suoi occhi, quello che è già chiaro a chi risiede o frequenta questa zona. Le forze dell'ordine, spesso chiamate dai passanti o dai gestori dei negozi, passano a controllare e, in quei casi, il gruppetto solitamente si dilegua per poi però ritornare dopo neanche un'ora. Non so a chi spetti di dovere occuparsi di situazioni del genere, forse ci vorrebbe una sinergia tra più parti, comunque qualcosa deve essere fatto".

Foto archivio


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

auditerigi

toscano

il casone

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 30 settembre 2020, 18:27

Contagi al liceo Majorana e all'istituto comprensivo di Montecarlo

Scuola sempre più allo sfascio grazie alle ridicole misure anti-Covid volute da un Governo che si affida non al buonsenso, ma alla religione della scienza


mercoledì, 30 settembre 2020, 16:22

Croce Verde e Lions sostengono le famiglie in difficoltà con 10 mila euro di pacchi alimentari

Sostenere le famiglie in difficoltà attraverso un servizio di consegne di pacchi alimentari. È questa l’iniziativa che nei prossimi giorni vedrà i volontari della Croce Verde P.A. di Lucca impegnati nella distribuzione di generi alimentari di prima necessità, messi a disposizione dal Banco Alimentare della Toscana, grazie ad una cospicua...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 30 settembre 2020, 15:12

Disturbo della quiete pubblica: 12 vigili urbani sigillano il bar di Giovanni Martini

Blitz incredibile di 12 agenti di polizia municipale per porre sotto sequestro il locale di Corso Garibaldi su disposizione del Gip presso il tribunale di Lucca


mercoledì, 30 settembre 2020, 14:00

Collegamento fognario Nozzano-Pontetetto, sopralluogo di Geal e Comune: "Lavori a pieno ritmo"

Procedono a pieno ritmo i lavori per la realizzazione del collegamento fognario Nozzano - Pontetetto. Il punto sullo stato di avanzamento del cantiere è stato fatto oggi da Geal e Comune di Lucca nel corso di un sopralluogo aperto alla stampa in località Meati


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 30 settembre 2020, 11:37

Operaio si accascia al suolo colpito da infarto

Un operaio di 58 anni, Antonio M., di Melfi, in provincia di Potenza, è morto questa mattina a causa di un infarto che lo ha colpito mentre si trovava al lavoro sul cantiere di via Einaudi a Sant'Anna, presso la ex circoscrizione


martedì, 29 settembre 2020, 17:38

La polizia al Lucca Tattoo Expo: denunciata una donna per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Era in bella mostra nello stand dedicato alla vendita di prodotti di derivati della cannabis. I poliziotti della Squadra Mobile, sabato scorso in servizio al Lucca Tattoo Expo, non potevano credere ai loro occhi: sul bancone troneggiava una lussureggiante pianta di marijuana


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px