Anno 7°

sabato, 19 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Manifattura, si va verso il piano attuativo

martedì, 15 settembre 2020, 19:42

Solo con l’approvazione della variante relativa all’area della Manifattura sud in consiglio comunale si potranno determinare le destinazioni e i percorsi di attuazione di ogni singolo intervento.

"La variante però - esordisce l'amministrazione comunale - non deve essere confusa con la proposta di project-financing presentata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e da Coima Sgr, proposta che, comunque, è bene ricordarlo ancora una volta, è ancora al vaglio dei tecnici dell’amministrazione".

"Dispiace - incalza - che la trattazione dell’approvazione della variante in consiglio comunale, iniziata fin dallo scorso novembre, sia stata accompagnata da polemiche capziose, in gran parte strumentali, volte a creare un clima che mal si adatta a discussioni importanti come quella che richiederebbe invece il futuro dell’ex fabbrica cittadina. Dispiace anche dover leggere affermazioni relative addirittura alla legittimità dell’intera variante urbanistica. Certo, l’amministrazione ha chiesto di rinviare la pratica iscritta all’ordine del giorno della commissione e già illustrata in una prima seduta, ma lo ha fatto per arrivare a definire una proposta di delibera che fosse la migliore nell’interesse del bene pubblico. Obiettivo: dotare l’area del complesso della Manifattura di destinazioni d’uso miste, orientate a ricostruire un nuovo tessuto cittadino, attraverso l’iter che fosse in quel momento il più percorribile e concretizzabile. Proprio per questo, in attesa delle risposte della Soprintendenza rispetto all’istanza di rimodulazione dell’autorizzazione alla vendita degli immobili, la Giunta comunale ha deciso, responsabilmente, di procedere con ulteriori valutazioni. Pertanto, visto che la prescrizione, pervenuta a suo tempo dalla Soprintendenza medesima, esclude, nei fatti, destinazioni d'uso residenziali e/o ricettive, l’amministrazione ha valutato l’opportunità di rinviare l’individuazione delle funzioni da insediare nei singoli immobili togliendo la procedura dell’intervento diretto contenuta nella variante adottata e inserendo una previsione di piano attuativo che abbia questa specifica finalità".

"Del resto - continua l'amministrazione -, la scelta di uno strumento più flessibile, rispetto a quello del programma complesso previsto nel regolamento urbanistico vigente, era maturata perché, come dichiarato espressamente nella delibera della variante, nel giugno del 2019 era pervenuta una manifestazione d’interesse per un eventuale acquisto tramite procedura di gara per la vendita dell’intera struttura. Di qui la decisione dell’amministrazione di ritornare all’idea originaria, ovvero quella di un piano attuativo. E ciò anche in forza della prescrizione della Soprintendenza, che renderebbe inutile lo strumento dell’intervento diretto. D’altra parte, il 28 luglio 2016, durante la presentazione dell’atto di indirizzo politico (masterplan), con il quale si illustrava la visione d’insieme di tutto l’isolato, l’amministrazione dichiarava che i prossimi passaggi sarebbero stati proprio una variante normativa semplificata e poi un piano attuativo".

"L’adozione della variante - sottolinea -, nel novembre 2019, non stimolò in città un gran dibattito, a differenza di quanto è invece accaduto dopo la presentazione della proposta di project da parte di FCRL e Coima sgr Spa, suo strumento operativo. Proposta, vale ancora una volta sottolinearlo, sulla quale l’amministrazione non si è ancora espressa. L’amministrazione è convinta che le destinazioni scelte, coerenti con l’atto di indirizzo del 2016, all’epoca condiviso con la locale Soprintendenza, e varato dal Consiglio comunale, siano le migliori a garantire nuova vita agli immobili: residenziale, direzionale e di servizio, commerciale al dettaglio, industriale “leggero” artigianale. E poi, piazze e parcheggi".

"A questo punto - conclude - l’amministrazione ha dato mandato agli uffici di prevedere nelle norme della variante l’inserimento dell’iter del piano attuativo che garantirà, tramite i vari passaggi previsti (adozione, approvazione e osservazioni, quest’ultime strumento a disposizione dell’intera cittadinanza), la maggiore partecipazione su un tema così importante per la storia della città. Una storia che vogliamo scrivere da protagonisti".


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

auditerigi

toscano

il casone

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 18 settembre 2020, 18:30

Tiglio malato di fronte alla stazione: transennata area per motivi di sicurezza

La prossima settimana saranno effettuate ulteriori indagini in base alle quali l'amministrazione dovrà decidere se conservare o abbattere la pianta


venerdì, 18 settembre 2020, 17:37

Cambio parroci nel compitese

Domenica 20 settembre grande cambiamento nella comunità del compitese che comprende 9 parrocchie Colognora San Ginese Pieve Colle Ruota Sant'Andrea San Giusto Massa Macinaia e San Leonardo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 18 settembre 2020, 12:47

Settimana per la donazione di midollo osseo e cellule staminali: da Lucca una bella storia

Lucca partecipa da sabato 19 a sabato 26 settembre alla Settimana "Match it Now", che si svolge da sabato 19 a sabato 26 settembre, l’evento nazionale dedicato alla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche


venerdì, 18 settembre 2020, 08:50

Alla Casa della memoria e della pace un percorso di creazione teatrale

S'intitola "Non avrei mai creduto che fosse così facile morire" il percorso teatrale che l'associazione culturale Kairos, con la direzione artistica dell'officina teatrale Nostra signora, organizza a partire da lunedì prossimo (21 settembre) nei locali della Casa della memoria e della pace, sulle Mura urbane


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 17 settembre 2020, 15:47

I Garby arrivano in periferia

Per aprire i Garby, esattamente come già avviene in centro storico, servirà la tessera personalizzata di Sistema Ambiente che le utenze riceveranno a casa gratuitamente. I cittadini possono richiedere più tessere per ogni utenza al costo di 10 euro


mercoledì, 16 settembre 2020, 23:19

Scuole senza insegnanti di sostegno, il papà di Mattia "Mi dicono di aspettare"

Pensate di accompagnare vostro figlio a scuola e scoprire che non potrà avere un'assistenza adeguata. È successo a Roberto D'Arrigo, papà di Mattia: un bambino di sei anni affetto da una grave forma di autismo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px