Anno 7°

venerdì, 4 dicembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Il sit-in #Luccanonsispegne contesta il nuovo Dpcm di Conte: ma il sindaco dov'era?

lunedì, 26 ottobre 2020, 20:26

di chiara grassini

In questi giorni in molte città italiane come Roma o Napoli i cittadini sono scesi in piazza per protestare contro le restrizioni del governo. E anche Lucca si è mobilitata in questo tardo pomeriggio nonostante la pioggia incessante.

I manifestanti, cioè coloro che lavorano nel campo della ristorazione, si sono dati appuntamento in piazza Anfiteatro dove è stato organizzato un sit-in pacifico. Per dieci minuti i partecipanti si sono riuniti in silenzio attorno ad uno striscione sorretto da due persone e recante una scritta: #Luccanonsispegne.

La manifestazione ha visto il coinvolgimento di molti lavoratori che, nonostante il maltempo, hanno comunque preso parte all'iniziativa per criticare le scelte legate all'emergenza sanitaria. Poco prima delle 18 e in attesa del sit-in sotto i portici dell' Anfiteatro per ripararsi dalla pioggia, già si respirava un'aria tesa, di disperazione fatta di rabbia e agitazione.

Poi il corteo si è spostato verso via Fillungo per raggiungere piazza Napoleone passando da via Beccheria. Durante il percorso a piedi si è sentito echeggiare varie volte il nome Giuseppe, il presidente del Consiglio. Una volta giunti davanti Palazzo Ducale è calato prima il silenzio e poi i manifestanti hanno iniziato a dare sfogo alle loro preoccupazioni.

Tutti hanno chiesto un'unica cosa, ovvero il lavoro. "Fateci lavorare, fateci lavorare" hanno ripetuto all'unisono con lo sguardo rivolto verso Palazzo Ducale sede della prefettura, ma nessuno si è fatto vivo. E ancora: "Non si chiude! Non si chiude!", "A casa il governo!, A casa il tutto il Parlamento" e giù i cori in segno di disapprovazione.

Tra i politici locali hanno aderito al sit-in Matteo Petrini di Capannori e Fabio Barsanti, consigliere comunale del Comune di Lucca. Intorno alle 19 la piazza si è unita e tutti insieme hanno cantato l'Inno di Mameli.

E intanto mercoledì 28 ottobre alle ore 18.30 in piazza Aldo Moro a Capannori si svolgerà una seconda protesta "A testa alta, insieme". 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

auditerigi

lamm

il casone

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 3 dicembre 2020, 18:01

Il 4 dicembre i vigili del fuoco celebrano Santa Barbara

Quest’anno lo svolgimento della festività di Santa Barbara a causa delle restrizioni per l’emergenza sanitaria in atto, sarà in forma riservata, per il solo personale in servizio il 4 dicembre ed una rappresentanza del personale in quiescenza dell'A.N.VV.F.


giovedì, 3 dicembre 2020, 17:39

Natale blindato: stop agli spostamenti dal 21, blocco dei comuni 25, 26 e Capodanno, Toscana in arancione da domenica

È un Natale blindato quello a cui stiamo andando in contro. La linea dura del Governo è stata confermata e le deroghe sono ben poche, anzi praticamente nulle


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 3 dicembre 2020, 15:37

Coronavirus, 51 nuovi contagi e due decessi

Nell’azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 3 dicembre, sono 394. All’ospedale di Lucca 86 i ricoverati, di cui 18 in terapia intensiva


giovedì, 3 dicembre 2020, 14:59

La polizia ritrova un minore scomparso a Livorno

Ieri pomeriggio la polizia ha rintracciato un minore che si era allontanato da casa. La nota di ricerca è stata diramata dalla questura di Livorno, a cui si erano rivolti i genitori del 16 enne che lì risiedono, chiedendo aiuto per il ritrovamento del ragazzo che era scomparso a seguito...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 2 dicembre 2020, 17:37

Promosso sottotenente l’ex maresciallo Pasquale Giordano

L’ex maresciallo Pasquale Giordano, già vice comandante della stazione dei carabinieri di Borgo Giannotti, dove era stato destinato nel mese di agosto 2016, è stato promosso sottotenente del ruolo normale dell’Arma dei Carabinieri, al termine di un difficile e selettivo concorso interno da poco conclusosi


mercoledì, 2 dicembre 2020, 16:57

Paura in centro per una lite tra immigrati

Due extra-comunitari di origine maghrebina, ubriachi, hanno seminato il panico all'interno di un bar in piazza San Francesco. Sul posto tre volanti della questura


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px