Anno XI

lunedì, 18 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Natale blindato: stop agli spostamenti dal 21, blocco dei comuni 25, 26 e Capodanno, Toscana in arancione da domenica

giovedì, 3 dicembre 2020, 17:39

di chiara bernardini

È un Natale blindato quello a cui stiamo andando incontro. La linea dura del Governo è stata confermata e le deroghe sono ben poche, anzi praticamente nulle. Da Palazzo Chigi si annuncia lo stop agli spostamenti tra diverse regioni, indipendente dalla fascia di rischio, dal 21 dicembre fino al 6 gennaio. Sarà inoltre vietato muoversi tra comuni diversi nelle giornate del 25 e 26 dicembre, divieto imposto anche per il giorno di Capodanno.

Le uniche deroghe varranno per motivi comprovati di lavoro, salute e necessità. Rimarrà comunque possibile il rientro presso la propria residenza o domicilio in qualsiasi momento, fatta eccezione per le seconde case. Il Dpcm che entrerà in vigore a mezzanotte, inoltre, prevede la chiusura degli impianti sciistici al pubblico non professionista riconosciuto dal Coni fino al 7 gennaio.

Confermato il coprifuoco su tutta la penisola dalle 22 alle 5 del giorno successivo, prolungato fino alle 7 del 1° gennaio nella notte di San Silvestro. Gli alberghi potranno rimanere aperti, anche in montagna, col solo obbligo di fornire esclusivamente il servizio in camera a partire dalle 18, niente sala da pranzo dunque: orario di chiusura, questo, per tutti i ristoranti e bar, anche nei giorni di Natale, Santo Stefano, Capodanno e Epifania. Per tutte le regioni in cui è possibile, dunque in zona gialla, i negozi da domani potranno rimanere aperti fino alle 21 fatta eccezione per il 25 e 26 dicembre.

Spiraglio per la scuola che, invece, dal 7 gennaio dovrebbe riaprire le classi anche ai ragazzi delle superiori. Linee guida, quelle appena elencate, che saranno confermate questa sera in conferenza stampa dal premier Giuseppe Conte. E mentre l'Italia aspetta l'arrivo di queste feste più che singolari, la Toscana si prepara a declassare da zona rossa a arancione, cosa che stando alle parole del presidente Giani dovrebbe avvenire domenica 6 dicembre. 


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

auditerigi

lamm

il casone

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 18 gennaio 2021, 09:30

La biblioteca centrale rischia la chiusura, l'istituto Machiavelli fa partire la petizione per salvarla

È partita la petizione per salvare la biblioteca statale di Lucca. La notizia della chiusura prevista per il 1° aprile, infatti, ha portato con sé mostra tristezza, sia nei cittadini che nelle istituzioni. Il motivo principale è l'assenza di personale, così la comunità si sta unendo per poter trovare una...


sabato, 16 gennaio 2021, 18:41

Da Paolino alla Tosca di Gignano di Brancoli: anche a pranzo si sta da dio

Un giorno feriale in zona gialla a pranzo sulle colline della Brancoleria seguendo l'invito di Flavio Torrini e la sua mission di aiutare i commercianti e i ristoratori lucchesi


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 16 gennaio 2021, 13:28

Tentò di rubare al supermercato: ora non potrà accedere per sei mesi

Samantha Bernardi, 43enne, senza fissa dimora, pluripregiucata, non potrà accedere al supermercato Esselunga dell’Arancio, nè stazionare nelle sue adiacenze, per un periodo di sei mesi, a partire dal 15 gennaio


sabato, 16 gennaio 2021, 12:37

Il sindaco di Pisa in visita al Puccini Museum insieme a Tambellini

Il sindaco di Pisa, Michele Conti è stato accolto ieri pomeriggio nella Casa natale di Giacomo Puccini: una visita speciale che ha visto in qualità di accompagnatore il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, che ha guidato il sindaco Conti alla scoperta della storia personale e artistica del Maestro, portabandiera dell’Italia...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 16 gennaio 2021, 11:06

#IOAPRO1501: Braveheart Momi, serata full-up da Tito a Firenze

Contro tutti e tutto, ma, soprattutto, in difesa dei propri dipendenti e del diritto al lavoro sancito dalla Costituzione: successo dell'iniziativa di protesta dei ristoratori italiani


sabato, 16 gennaio 2021, 10:43

Provincia e comuni uniti per dare risposte su fondi europei

Incontro in videoconferenza ieri pomeriggio tra il presidente della provincia Luca Menesini e i sindaci, i funzionari e gli amministratori delegati dei comuni del territorio


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px