Anno XI

sabato, 15 maggio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Riapre il bar Tessieri e la gente applaude: c'è un cuore che batte nel cuore di Lucca

mercoledì, 14 aprile 2021, 16:58

di aldo grandi

Filippo Giambastiani non ne può più. A 42 anni mai avrebbe potuto immaginarsi che acquistare un caffè storico di via S. Croce, il Caffè Tessieri, avrebbe rappresentato una sorta di 'disgrazia' per la quale venire sistematicamente perseguitato in nome e per conto di una emergenza sanitaria che, ormai, non fa più ridere nessuno, ma soltanto piangere tutti. Così, questa mattina, per l'ennesima volta - i vigili urbani di Lucca, solerti e puntuali, lo hanno già multato tre volte e imposto la chiusura per 15 giorni - Filippo ha alzato la saracinesca e ha ricominciato a lavorare. Attenzione, nona  spacciare, non a rubare, non a commettere reati, ma a lavorare e in questo Paese di stracci e straccioni sembra diventato più grave e pericoloso voler lavorare e guadagnarsi da vivere che vendere eroina o depredare il prossimo.

Ebbene, intorno alle 15.30, proprio di fronte al bar in via Santa Croce, hanno cominciato ad arrivare e a radunarsi decine di lucchesi che hanno voluto, semplicemente, mostrare la propria solidarietà al titolare dell'esercizio pubblico più vessato, con quello di Giovanni Martini, dalla polizia municipale di Lucca all'interno del centro storico e anche fuori.

Tra i presenti, anche Andrea Colombini, influencer suo malgrado come ama dire, in prima fila con Diego Fusaro e il suo Vox Italia per smascherare il tentativo, ormai evidente a tutti, di utilizzare la paura per distruggere anche quel po' di socialità, affettività, comunità che ancora resiste dopo un anno di confinamento a tutti gli effetti.

Per carità, nessuna consumazione all'interno del bar, ci mancherebbe. Ma ciò non è bastato perché, evidentemente, a qualcuno che se la fa sotto nonostante i dati siano evidenti e dicano che i morti e i contagiati su 66 milioni di abitanti sono una percentuale tutt'altro che bulgara - l'opposto - e ha avvisato le forze dell'ordine che si sono fiondate sul posto. Polizia, vigili urbani, carabinieri hanno tenuto sotto controllo la manifestazione riprendendo con tanto di video e macchina fotografica i presenti nemmeno fossero dei black-block intenti a devastare la città invece che gente normale che vuole solamente assaporare il gusto di stare insieme.

Non avevano la mascherina? Possibile, ma non ci sembra che, da 13 mesi a questa parte, l'uso della mascherina, così come il distanziamento sociale, così come la chiusura di bar, ristoranti, palestre, centri estetici, sale da ballo e via di questo passo, abbiano fruttato granché.

Tra tutti i presenti Andrea Colombini, che a mezza e forse anche trequarti di Lucca non piace, ma che, almeno, ha gli attributi per metterci sempre la faccia. 

Incredibile, ma vero, ad un certo punto una negoziante di via Santa Croce è uscita dal proprio locale ed è andata dalle forze di polizia lamentandosi dell'ingiustizia derivante dal fatto che al suo collega, Giambastiani, veniva permesso di avere tutta quella gente intorno. E' questa la solidarietà dei commercianti lucchesi? Siamo arrivati a questo punto, che le forze di polizia comprendono l'esasperazione della gente, ma ci sono persone e sono la maggioranza a cui è stato inculcato il terrore della morte o della malattia e diventano delatori come ai tempi delle peggiori dittature rosse e nere.

Grande dimostrazione di equilibrio e saggezza da parte di polizia e carabinieri i quali hanno evitato di intervenire essendosi resi conto che si trattava di decine di persone con, tra loro, anche anziani e, soprattutto, donne che hanno 'sfidato' - letteralmente - il contagio regalando un sorriso a chi, quel sorriso, ha saputo apprezzare. 

Una cosa deve essere chiara a tutti: è ora di dire basta. La vita appartiene a ciascuno di noi e nessuno è così stolto da volerla buttare via, ma c'è un limite all'autolesionismo e, in particolare, alla capacità di sopportazione di chi non ha le chiappe foderate da stipendi garantiti a fine mese. Lavorare non è un reato, ma un diritto e, a dirla tutta, dovrebbe anche essere un obbligo. Ma sul serio e senza eccezioni viste le caste di privilegiati che regnano e governano questo sfasciato stivale.

Fotoservizio e video di Aldo Grandi e Ciprian Gheorghita

Video Riapre il bar Tessieri e la gente applaude: c'è un cuore che batte nel cuore di Lucca


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

lamm

il casone

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 15 maggio 2021, 14:46

Eccidio di rom e sinti nel campo di concentramento di Auschwitz: un'iniziativa online per non dimenticare

È il titolo dell’iniziativa che il comune di Lucca e il movimento Kethane rom e sinti per l’Italia organizza per domani, alle ore 18,30, in occasione del ricordo di questo importante avvenimento


sabato, 15 maggio 2021, 14:06

Covid, getta bottiglie dalla finestra e appicca un fuoco per noia: denunciato

Dai successivi accertamenti è emerso che l'uomo, impiegato di banca, era titolare di una licenza per tiro al volo ed era in possesso di diverse armi da fuoco e da taglio, tutte regolarmente detenute


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 15 maggio 2021, 14:01

Vende armi al mercato dell'antiquariato: denunciato commerciante

Il commerciante che deteneva tali armi è stato denunciato all’autorità giudiziaria per i reati di vendita ambulante di armi, detenzione e porto abusivo di armi, nonché per violazioni del TULPS in materia di detenzione di armi


sabato, 15 maggio 2021, 13:56

Una targa “Corte Ungaretti” celebra il poeta “lucchese due volte”

Quando il 15 maggio del 1958 il Consiglio comunale di Lucca conferì la cittadinanza onoraria a Giuseppe Ungaretti, il poeta esclamò che si sentiva “lucchese due volte”. Per le leggi dell'epoca infatti, anche se nato ad Alessandria d'Egitto, essendo figlio di genitori lucchesi, l'atto di nascita fu registrato a Lucca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 15 maggio 2021, 10:35

Sistema Ambiente: chiusura ufficio distribuzione kit e attrezzature martedì 18 maggio

Sistema Ambiente comunica che, per consentire l'aggiornamento del software gestionale, l'ufficio distribuzione kit e attrezzature resterà chiuso nella giornata di martedì 18 maggio


sabato, 15 maggio 2021, 09:50

Via del Campaccio torna strada vicinale, vittoria del buonsenso e della tradizione

Ho letto con grande piacere la notizia che Via del Campaccio a Pozzuolo torna ad essere strada vicinale , cioè di nuovo percorribile per tutti a piedi e in bicicletta senza trovare sbarramenti o qualcuno che intimi di tornare indietro


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px