Anno XI

domenica, 19 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Luminara, che tristezza

martedì, 14 settembre 2021, 07:26

La processione della luminara di Santa Croce non ha saturato tutti i posti disponibili, sia nello sfilamento come nelle piazze riservate al pubblico. Insomma i 700 partecipanti indicati alla vigilia e i 2.100 spettatori previsti non si sono raggiunti. Questo fatto è stato poco simpatico, considerando che da alcune zone o realtà sociali non erano mancate le richieste di sfilare con rappresentanze più numerose. Purtroppo il tentativo di accontentare tutti nel rispetto delle quote si è rivelato meno utile e alla fine anche una forte limitazione. Anche la chiesa cattedrale non era al completo. Molti i posti a sedere che sono rimasti vuoti.

Qualche critica anche sul mancato sfilamento di labari e insegne, sia quelli delle associazioni di volontariato, delle confraternite ma anche di alcune istituzioni pubbliche.

Addirittura fra le autorità c’è chi è entrato in chiesa per poi uscire poco dopo, passando dalla stessa porta d’ingresso, con qualche sorpresa e forse anche qualche imbarazzo da parte di altri rappresentanti istituzionali che stavano sopraggiungendo.

Eppure l’arcivescovo Giulietti nella preghiera introduttiva alla processione, parlando dal sagrato della basilica di San Frediano, ha usato toni di speranza, evidenziando come la limitata presenza dovuta alle norme anticontagio doveva impegnare i presenti a sentirsi rappresentanti dell’intera città, anche quella che non poteva prendere parte direttamente. Ha sottolineato poi come l’aver raggiunto l’obiettivo di fare la processione dopo lo stop dello scorso anno, sia stato un segno di ripartenza con l’auspicio che il prossimo anno si possa tornare alla dimensione più completa di questa grande festa cittadina.

Quella appena trascorsa sarà comunque un’edizione storica per almeno tre motivi. Anzitutto e sicuramente per la dimensione ridotta delle presenze a causa della pandemia, poi per la mancata vestizione del Volto Santo che, dopo le limitazioni già viste il 3 maggio scorso, anche ieri non è stato vestito per ragioni di conservazione e protezione del sacro simulacro che purtroppo versa in condizioni critiche, tali da richiedere un restauro urgente. Nel tempietto del Volto Santo sono entrati soltanto pochi monsignori e il solo sindaco di Lucca fra le autorità civili mentre tutti gli altri sono passati di fronte.

Un terzo evento forse storico ha riguardato il grande stendardo del Volto Santo che venne restaurato nel settembre 2012 ma che presenta nuovamente i segni del tempo. Il grande vessillo di 4 metri per 2,40, restaurato nove anni fa nel laboratorio di Massimo Bonino con la collaborazione di Elena Salotti per il dipinto ed Elisa Zonta (per la parte in seta probabilmente non tornerà a sfilare. Dal prossimo anno potrebbe esserci una copia visto che l’usura del tempo ne sconsiglia ulteriori uscite.

C’è stata anche la novità assoluta dei canti non più curati da corali parrocchiali e accompagni da filarmoniche lucchesi che sfilavano lungo il percorso. Nell’edizione di ieri canti e accompagnamento musicale e della preghiera sono avvenuti nella chiesa di San Martino e trasmessi a una ventina di postazioni audio collegate via radio lungo l’intero percorso. Un esperimento riuscito e probabilmente da ripetere in futuro.

Oltre al sindaco e alla giunta comunale di Lucca erano presenti in processione e poi in chiesa il governatore della Regione, Eugenio Giani, il senatore Andrea Marcucci, il presidente della Provincia, Luca Menesini, molti sindaci a cominciare dai quelli dei maggiori comuni della provincia.

Nella predica in cattedrale l’arcivescovo Giulietti ha ricordato fra l’altro la recente proclamazione di San Martino patrono del volontariato valorizzando Lucca che fin dagli anni Ottanta era considerata la patria del volontariato. Ciò deve conservare un senso profondo per il nostro futuro, nonostante la pandemia. Un accenno anche alla sentenza della Cassazione sul crocifisso a scuola. L’arcivescovo ha parlato del crocifisso come di qualcosa che unisce e non che divide, sottolineando che la Costituzione Italiana non nega alcun credo religioso. 

Foto Ciprian Gheorghita


Questo articolo è stato letto volte.


francigena

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

lamm

il casone

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 18 settembre 2021, 14:02

Nuova allerta per piogge e temporali

Le zone interessate dall'allerta arancio sono quelle a nord della regione: S1, S2, S3, V e corrispondenti, rispettivamente, al bacino del Serchio-Garfagnana-Lima, al bacino del Serchio di Lucca, al Serchio costa, alla Versilia, mentre per la zona A4 (comuni di Capannori, Porcari, Montecarlo e Altopascio) l'allerta è indicata di livello...


sabato, 18 settembre 2021, 13:22

Lucca Biennale Cartasia: cerimonia del tè e laboratori per bimbi

Ultima settimana di appuntamenti per la decima edizione di LuBiCa, la biennale internazionale dedicata alla paper art che ha caratterizzato l'estate con le sue opere monumentali esposte in centro storico


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 18 settembre 2021, 09:11

Perde il controllo della moto, grave un giovane

Un brutto incidente stradale è avvenuto alle 2 di notte sulla via Romana, poco prima della rotonda con incrocio via Carlo Piaggia, nei pressi dell'ospedale: grave un ragazzo di 27 anni


venerdì, 17 settembre 2021, 19:53

Fiocco rosa sull’ambulanza: l’equipaggio della Misericordia fa nascere una bimba

Il lieto e straordinario evento è accaduto questa mattina all’equipaggio della Misericordia di Borgo a Mozzano, all'interno dell’ambulanza medicalizzata sulla quale prestavano servizio


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 17 settembre 2021, 18:59

Corso BLS-D gratuito aperto a tutti a Segromigno in Monte

Il corso BLS-D si svolgerà domenica 19 settembre alle ore 9 presso il Centro Ginnastica Firenze in via di Piaggiori, 165 a Segromigno in Monte


venerdì, 17 settembre 2021, 17:28

Vertenza Gkn, Bindocci: "La Uilcom Carta locale ci sarà"

La Uilcom che organizza i lavoratori del distretto cartario aderisce alla lotta dei lavoratori della GKN e parteciperà con una propria delegazione alla iniziativa nazionale di sabato 18 settembre


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px