Anno XI

giovedì, 23 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

Le opere di Gualtiero Passani in mostra a Guamo

sabato, 1 marzo 2014, 09:41

Le sue opere sono presenti in molte raccolte pubbliche e private: dalla Biblioteca Civica della Spezia alla Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti, dal Museo d'Arte Moderna di Roma al Consolato Italiano a Vienna per non contare le varie sedi universitarie in Italia e all'Estero. Da domenica 2 marzo però, l'arte di Gualtiero Passani sbarca e si ferma a
Guamo, all'interno della meravigliosa sede espositiva di Lorenzo Pacini.

Oltre duecento le opere realizzate da uno dei più grandi e ispirati pittori viventi del '900 italiano, presentante attraverso un percorso biografico d'eccezione capace di illustrare oltre 60 anni di vita dedicata all'arte. La mostra, che sarà inaugurata alle 10.30 (alla presenza delle più alte cariche istituzionali e di personaggi della cultura e della critica) proseguirà fino al 30 giugno, con ingresso libero, tutti i giorni della settimana, tranne la domenica mattina e lunedì mattina.

In occasione dell'inaugurazione della personale, sarà presentato il libro che porta lo stesso titolo della mostra Gualtiero Passani - l'Arte nella sua vibrante passione-. Scritto da Elio Bertini, Lorenzo Pacini, Maria Rosa Venza con selezione di oltre 150 dipinti dagli anni 50' ai giorni nostri a cura dello stesso Lorenzo Pacini. Vi sono riportati i momenti di vita dell'artista con simpatici aneddoti, analisi critica approfondita del percorso artistico, lettere e poesie a lui dedicate.

Gualtiero Passani nasce a Carrara il 19 Aprile 1926 dove si diploma all'Accademia di Belle Arti. Si perfeziona alla Scuola di Acquarello di Vienna, dove tiene una personale alla Galleria Moderner Kunst-Ungarnasse. Nel 1948, fonda il "Sodalizio delle Arti Figurative"movimento al quale aderirono molti pittori e scultori carraresi. Nel 1956, l'Arte di Passani trova ampi riconoscimenti sul Bollettino della Biennale di Venezia. Il presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, nel 1960 acquista alcune opere dell'artita per la sua collezione.
Artista poliedrico ed ispirato ha avuto modo di frequentare e confrontarsi con pittori tipo: Ottone Rosai, Ardengo Soffici, Moses Levy, Pablo Picasso. Mantenendo sempre un suo personalissimo stile e una totale autonomia.

Domenica 2 marzo ore 10.30 l'inaugurazione della mostra. Ingresso libero, tutti i giorni escluso domenica mattina e lunedì mattina.
Chisura mostra il 30 giugno.


Questo articolo è stato letto volte.


francigena

auditerigi

tuscania

lagazzetta_prenota

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cultura e spettacolo


mercoledì, 22 settembre 2021, 16:46

Imt presenta "Il cervello al buio" in occasione di Bright-Night 2021

Presentata l'iniziativa "Cervello al buio" nella cappella Guinigi in occasione della Bright - Night 2021 in programma venerdi 24 e sabato 25 settembre all'Imt, la scuola alti studi Lucca


mercoledì, 22 settembre 2021, 16:21

Giornate europee del patrimonio: due aperture straordinarie a Lucca

Due aperture straordinarie sono in programma ai Musei nazionali di Lucca per la nuova edizione delle GEP2021- Giornate europee del Patrimonio


prenota_spazio


mercoledì, 22 settembre 2021, 13:40

Musiche inedite di Guglielmi per l'ultimo appuntamento della Sagra Musicale Lucchese

Cresce l’attesa per l’ultimo concerto della 58esima edizione della Sagra Musicale Lucchese, al termine di una stagione di successi iniziata l’8 maggio scorso. Sabato l’appuntamento sarà alle 21 nella chiesa di Santa Maria dei Servi, nota per la sua eccellente acustica


mercoledì, 22 settembre 2021, 13:26

Partono gli incontri di 'Lucca Educa'

Cinque sono gli appuntamenti organizzati dalla Società Cooperativa Sociale Zefiro per una rassegna realizzata grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca


mercoledì, 22 settembre 2021, 11:48

Open Gold, Quartetto Guadagnini e Simone Soldati in concerto

Fabrizio Zoffoli e Cristina Papini ai violini, Matteo Rocchi alla viola e Alessandra Cefaliello al violoncello, ovvero il Quartetto Guadagnini, trionfatore dopo appena due anni di attività al premio "Piero Farulli" in seno al XXXIII Premio Abbiati


mercoledì, 22 settembre 2021, 09:43

Un concerto per l'angelo di San Gennaro

Una festa in musica per celebrare il ritorno dell'Angelo Annunciante in terra lucchese. Martedì 28 settembre, alle ore 21, nella Chiesa di San Francesco la Filarmonica "Gaetano Luporini" di San Gennaro sarà infatti protagonista di un evento speciale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px