Anno 7°

martedì, 23 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

Lubec sotto il segno della cultura e dell'occupazione

giovedì, 9 ottobre 2014, 17:17

Si è inaugurata stamani la decima edizione di Lubec sotto il segno della Cultura, dell’Occupazione dell’Innovazione. Gaetano Scognamiglio nel suo saluto di apertura dei lavori ha sottolineato quanto il 2014 sia un anno importante per i Beni Culturali.

“Annus Mirabilis dato dalla concomitanza di vari fattori tra cui la riforma del settore voluta dal Ministro Franceschini con l’ArtBonus, la presidenza italiana con Silvia Costa della Commissione Cultura del Parlamento Europeo, la nomina di una Città italiana come Capitale Europea della Cultura 2019, l’accordo di partenariato con l’UE per i fondi strutturali”. "E' la dimostrazione reale – ha affermato nel suo saluto l'assessore regionale alla cultura e al turismo Sara Nocentini- della linea che sta passando e che è stata sancita solo pochi giorni addietro nel terzo Forum mondiale Unesco sulla cultura come sviluppo svoltosi a Firenze. Oggi più che mai la cultura è strategica, ancor più per il nostro paese. La sfida che abbiamo davanti è rendere concreta, operativa la individuata piattaforma da cui deve partire il rilancio economico sostenibile, individuando le buone pratiche necessarie al suo sviluppo”. 

“Abbiamo l'eredità comune e la responsabilità di un immenso patrimonio da conservare e tutelare, un compito che spetta a tutti noi – ha proseguito -. La Toscana è in prima fila e sta cercando con forza di rivitalizzare il suo, peraltro storico, rapporto tra luoghi della cultura e vita quotidiana. Siamo una regione con 700 musei, 1000 biblioteche e 230 archivi, 450 tra cinema e teatri. Siamo la regione con sette siti dell'umanità riconosciuti dall'Unesco, più di quanti ne abbiano interi Paesi europei. Siamo la regione dove operano Università importanti e centri di formazione professionale all'avanguardia. Dove 7mila imprese vivono di cultura occupando circa 23mila addetti”. 

Come dice Anna Maria Buzzi, Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, nel corso nel suo intervento incentrato su ArtBonus :”A distanza di un decennio si torna a investire in Cultura con una legge che consente un forte credito di imposta a favore di Imprese e Privati che investono in Cultura e Turismo: Cultura quindi come risorsa economica, non a caso il Ministro Franceschini ha detto di sentirsi quasi come un Ministro dell’Economia, un bel cambiamento da quando veniva detto con la cultura non si mangia! Adesso possiamo dire con la Cultura si mangia e si crea reddito!”. 

Stefano Monti di Monti&Tafter ha inquadrato il momento di una società tecnologica nella quale il digitale è protagonista dell’affermarsi di un nuovo paradigma economico nel quale le parole d’ordine sono Conoscenza e Condivisione. Le Nuove Tecnologie possono innescare processi di rinnovamento del patrimonio artistico, dato che al momento il tasso di innovazione tecnologica nei nostri musei è minimo. Tre i momenti clou della mattinata dedicata alla Sessione Plenaria Cultura Piattaforma per l’Innovazione si è sottolineato da parte di Marco Cammelli presidente della commissione per le attività e i beni culturali ACRI, quanto questo binomio sia una vera leva di sviluppo e quanto sia necessario stimolare la nascita di nuove imprese.

In questo quadro sono fondamentali tutti quegli interventi dedicati a sostenere la fase di start-up delle nuove realtà, supportandone il processo gestionale e produttivo in virtù di un miglior posizionamento sul mercato, anche per generare modelli di business replicabili e scalabili, che aprono scenari di crescita reale nella cultura.All’interno della sessione plenaria dedicata al cambiamento del rapporto tra pubblico e privato a seguito del decreto per lo sviluppo della cultura (Art Bonus), Anna Puccio – Segretario Generale di Fondazione Italiana Accenture – sottolinea: “Il decreto Art Bonus rappresenta un’autentica opportunità poiché introduce strumenti concreti e operativi a sostegno del patrimonio culturale italiano. Se alla politica e alle istituzioni spetta di decidere la strategia di valorizzazione dei beni culturali, artistici e paesaggistici, l’azione concreta può e deve essere affidata a tutti i soggetti, pubblici e privati, che fanno innovazione sociale. Fondazione Italiana Accenture, supportando il progetto Trame di Lunigiana, ha voluto contribuire concretamente alla realizzazione di un’idea innovativa che, facendo leva sulla cooperazione tra profit e non profit, può riuscire a rilanciare l’economia e l’occupazione - in particolare giovanile - sul territorio”. 


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


martedì, 23 aprile 2019, 17:50

Alice Cappagli alla biblioteca Agorà

Sabato 4 maggio alle 18 alla Biblioteca Agorà – piazza dei Servi, Lucca - nell'ambito della rassegna Autori all'Agorà organizzata da LuccAutori e Biblioteca Civica Agorà di Lucca, Alice Cappagli presenta "Niente caffè per Spinoza" (Einaudi)


martedì, 23 aprile 2019, 16:28

Primavera d'essai, una festa del cinema

Entra nel vivo il programma della seconda edizione della rassegna Primavera d'essai - Una festa del cinema organizzata dal Cineforum Ezechiele 25,17 in occasione dei 20 anni della propria attività


prenota_spazio


martedì, 23 aprile 2019, 14:08

Presentato a Reggio Emilia il magazine di Photolux

Fotografia Europea e Photolux Festival insieme per diffondere la fotografia. Nei giorni scorsi, infatti, la manifestazione organizzata a Reggio Emilia ha ospitato la biennale lucchese: l'occasione è servita per presentare il nuovo magazine online legato al Festival internazionale diretto da Enrico Stefanelli, una delle novità più interessanti del 2019


martedì, 23 aprile 2019, 11:09

Il maestro Gianpaolo Mazzoli porta la musica di Puccini in Romania

La musica di Giacomo Puccini in Romania con il Maestro GianPaolo Mazzoli. Il compositore e direttore d'orchestra lucchese sarà impegnato giovedì 25 aprile a Brasov, in Transilvania, dove è stato chiamato a dirigere la Filarmonica della città, principale centro culturale della regione e, più in generale, della Romania


lunedì, 22 aprile 2019, 14:29

"Così salvammo Lucca": mercoledì cerimonia pubblica per ricordare i quattro partigiani che salvarono Lucca dai bombardamenti

Saranno questi quattro partigiani a essere ricordati mercoledì 24 aprile con una cerimonia pubblica che vedrà anche la presenza dei familiari dei protagonisti di quella vicenda e degli studenti dell'Istituto superiore artistico che accompagneranno la giornata con alcune esibizioni musicali, letture e interpretazioni


lunedì, 22 aprile 2019, 10:43

Luca Piattelli consegna il Premio Wella a Rutger Hauer

L'affermato hair stylist e imprenditore toscano ha partecipato alla cerimonia di premiazione dedicata alla star protagonista del Lucca Film Festival – Europa Cinema consegnando personalmente un riconoscimento molto speciale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px