Anno XI

lunedì, 14 giugno 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

L'identità di genere al centro del ciclo "Incontri in San Martino"

sabato, 11 aprile 2015, 16:18

di gabriele tolari

‘La teoria del gender e la sfida antropologica’ è il tema della nona edizione dell’iniziativa culturale ‘Incontri in San Martino’, organizzata dall’arcidiocesi di Lucca. Oggigiorno l’argomento è spinoso più che mai e, spesso, dibattuto con superficialità a prescindere da come la si pensi. “Contro la natura ci si nasconde dietro il termine ‘gender’”, attacca l’arcivescovo Castellani difendendo la posizione critica dei cattolici, ma nei prossimi tre venerdì la Chiesa lucchese affronterà comunque il tema invitando a parlarne le voci e i punti di vista più disparati, così da offrire, almeno sulla carta, una panoramica più larga possibile.

Al ciclo di incontri interverranno professori universitari di mezza Italia. Ciascuno dei relatori affronterà una determinata branchia dell’argomento e l’arcidiocesi farà altrettanto con Castellani, che riesce a mostrarsi pacato anche in un tema come questo capace di infiammare il Vaticano già da qualche anno. “Identità di genere? Non smarriamoci, non dobbiamo creare disagi a nessuno sul piano educativo, specie ai bimbi. E so che nelle scuole la questione sta dividendo molto”.

Castellani, sguardo furbo come sempre, sa bene che la Chiesa gioca sull’identità di genere la sua ennesima battaglia in difesa della tradizione e del concetto classico di famiglia, ma evita accuratamente di farla sembrare una guerra. Tanto che i professori invitati al ciclo dei venerdì sembrano garantire un’analisi completa sull’argomento. D’altro canto, l’arcivescovo non si nasconde e le sue parole sono un allarme rosso nonostante la pacatezza dell’espressione: “Il titolo dell’iniziativa parla di sfida antropologica perché si tratta di questo. Gender è una sorta di ideologia che considera l’essere maschio o femmina non dal lato biologico, non partendo dunque dall’essere uomo o donna. Prendiamo Facebook, ad esempio, che permette di personalizzare il proprio sesso. Non più, per il social network, uomo o donna, ma 56 diversi generi”.

“Noi come Chiesa affronteremo la tematica alla luce del Vangelo – spiega Castellani – e ciascun relatore darà un contributo secondo la propria esperienza professionale. Circa un anno fa abbiamo istituito un gruppo di lavoro per sviscerare l’argomento, invitando giornalisti, filosofi, psichiatri, medici, insegnanti, giuristi, teologi, genitori di diversa estrazione. Oggi siamo pronti per parlarne partendo dall’abc. Sarà una prima serie di incontri per informare sulla teoria gender o, meglio, sulle teorie, sgombrando il campo dai pregiudizi. Continueremo il lavoro anche nei prossimi anni”.

Gli incontri si terranno ogni volta alle 21 nel salone dell’arcivescovato, in piazzale Arrigoni. Si comincia venerdì 17 con ‘Maschile e femminile tra psicologia e neuroscienza’: lo psichiatra Pietro Pietrini, ordinario di Biochimica clinica e Biologia molecolare all’università di Pisa e Patrizia Mascari, psicologa e professore nell’ateneo di Firenze, animeranno la questione gender partendo dalle implicazioni fisiologiche e psicologiche inerenti l’identità sessuale.

Il 24 aprile l’argomento sarà ‘L’eclisse della differenza sessuale nella cultura post-moderna’: Francesco D’Agostino, ordinario di Filosofia del diritto a Roma università Tor Vergata, tratterà gli aspetti giuridici privati e pubblici perché, inevitabilmente, l’argomento non si ferma ai soli caratteri filosofici e ideologici. I diritti, presto o tardi e da che mondo è mondo, vengono rivendicati e i doveri non possono certamente essere ignorati.

L’8 maggio, poi, si terrà l’incontro finale con ‘Famiglia e nuove forme di relazione’. Dopo un percorso in crescendo, il ciclo affronterà la branchia più spinosa, ossia quello dell’identità sessuale per il nucleo tradizionale della famiglia. Interverranno i coniugi Francesco Miano e Giuseppina De Simone: il primo insegna Filosofia alla Tor Vergata, la seconda è docente di Teologia alla Pontificia facoltà teologica di Napoli.


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi

tuscania

lagazzetta_prenota

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cultura e spettacolo


lunedì, 14 giugno 2021, 13:11

Il teatro del Giglio riparte con successo con due serate di forti emozioni

Con L’uomo che oscurò il Re Sole - Vita di Molière il teatro del Giglio ritrova il proprio pubblico: due serate di successo per la pièce di Francesco Niccolini, con Alessio Boni e Alessandro Quarta


sabato, 12 giugno 2021, 14:49

Johannes Trümpler inaugura la stagione musicale della FLAM

Martedì alle ore 18,30, presso la Cattedrale di San Martino, avrà inizio la stagione concertistica della FLAM, vale a dire quel “Cantiere della Musica” che è giunto in questo 2021 alla sua XVIII edizione


prenota_spazio


sabato, 12 giugno 2021, 14:38

Una mostra fotografica dedicata alla Compagnia dei Balestrieri

Dal 12 al 27 giugno la casermetta San Pietro, sede della compagnia dei balestrieri, ospiterà una mostra fotografica dedicata alla compagnia dei balestrieri in collaborazione con i fotografi del Culture Club che hanno curato gli scatti


sabato, 12 giugno 2021, 12:56

L'ambasciatore della Costa d'Avorio in visita al Palazzo delle Esposizioni

Con lui una delegazione dell'ambasciata composta da Jean-Ghislain Ngbichi, ministro consigliere, Claire Div. Abdoulaye Coulibaly, Simona Vidoni, Antoine Gomis


sabato, 12 giugno 2021, 12:04

Le sculture di Aron Demetz a Lucca con "Art Beat"

Si è aperta venerdì 11 giugno nella Chiesa di San Cristoforo (via Fillungo) nel cuore del centro storico di Lucca, la mostra "Art Beat", dell'artista altoatesino Aron Demetz (Vipiteno 1972), riconosciuto come uno dei maggiori scultori contemporanei italiani


venerdì, 11 giugno 2021, 18:45

‘Salviamoci’, il libro di Vincenzo Imperatore

Nuova diretta dalla pagina facebook della Libreria Ubik di Lucca per un incontro con Vincenzo Imperatore e il suo nuovo libro #Salviamoci (Casa Editrice Chiarelettere)


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px