Anno XI

lunedì, 25 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

"Balloon Club": il comune di Lucca rilancia la figura di Vincenzo Lunardi

martedì, 1 maggio 2018, 22:53

La città di Lucca, dopo anni di complice silenzio su uno dei più grandi personaggi del volo umano, si riappropia della figura dell'aeronauta Vincenzo Lunardi. La figura del settecentesco eroe lucchese che, per le proprie spericolate imprese raggiunse un'incredibile fama in Inghilterra, Spagna e Portogallo, giovedi 3 maggio, verrà infatti rievocata alle ore 18 nella sala del Consiglio Comunale, a Palazzo Santini.

Qui si terrà una conferenza dedicata al grande pioniere dell'aria nato in città nel 1754, morto a Lisbona nel 1806, dopo i raggiunti primati dell'aria ad altezze di 7 mila metri nei cieli londinesi.

Per l'occasione verrà proiettato il cortometraggio  "Vincenzo Lunardi, l'uomo che parlava al cielo", realizzato  grazie al patrocinio del  Rotary Club Piana di Lucca ed alla voce dell' attore Sergio Forconi, dal giornalista Massimo Raffanti, dal lontano 1984 divulgatore del personaggio in Lucchesia ed autore del libro "Volare in Mongolfiera" – il ritorno di Vincenzo Lunardi.  " (Ed. Pezzini-Viareggio 2013)

Nell'unico video  esistente sull'aeronauta, girato a Villa Buonvisi di Ghivizzano, viene dapprima ripercorsa l'epopea lunardiana, quindi l'intera storia associativa del "Lucca Balloon Club" (www.luccaballoonclub.it) che, fondato dallo stesso Raffanti nel 2008, analizza le tappe delle iniziative culturali, didattiche e di volo svolte per far conoscere Lunardi a chi, per oltre due secoli, lo aveva dimenticato.

Dunque un grosso grazie all'amministrazione comunale, in particolare agli assessorati alla Cultura ed alle Attività Produttive che, realizzando questo evento, in collaborazione con LoGisma editore, la Sezione di Lucca dell'Unuci, ed il nostro "Vincenzo Lunardi Lucca Balloon Club", hanno finalmente deciso di "istituzionalizzare" l'aeronauta.

Attesa la conferenza del giornalista Marco Majrani, autore del libro "Vincenzo Lunardi aeronauta": l'avventurosa esistenza di un eroe del Settecento" (Logisma Editore 2013) e gli interventi degli storici  Angelo Frati e Rita Mandoli Dallan che hanno rintracciato fondamentali documenti sul personaggio.

Presente all'evento anche il pilota Massimiliano Catalani del "Balloon Club" che, tanti adrenalinici voli sulla città ha eseguito anche assieme ad un passato assessore alla cultura.

Per la prima volta, grazie agli studi di Marco Majrani si fa piena luce sulle origini di uno dei più affascinanti uomini del settecento europeo che, nell'anno 2013 portò perfino al ritrovamento della casa natale dell'aeronauta, posta in Via dei Borghi dove,  il Comune di Lucca, pose una targa ricordo.

Lunardi,  15 settembre 1784 fu attore di un evento storico: alla presenza del Principe di Galles e di almeno 150.000 persone, fu il primo uomo a volare su Londra con un pallone ad idrogeno;  gas da lui realizzato con sperimentazioni anche cittadine sul Prato del Marchese, vicino Porta S.Donato.

Qui Raffanti propone da tempo la realizzazione di un "Porto Aerostatico" che, non necessitando d'infrastrutture ma, solo del temporaneo utilizzo del verde prato esistente, potrebbe consentire ai turisti di levarsi in volo in aerostato su Lucca, rivivendo le emozioni dell'aeronauta.

Fra le proposte avanzate dal Balloon Club e dal marchio  "Lunardi& Lucca": la realizzazione di un piccolo Museo nei locali comunali di Porta S.Gervasio, e lo svolgimento di un Trofeo Aerostatico in costume settecentesco attorno ai prati delle Mura,  oltre ad una comunale "Lucca-London Expedition".

Tema quest'ultimo molto caro a Raffanti che, ricevendo una lettera di plauso dalla segreteria di Prince Charles per l'attività svolta in onore di Lunardi con le mongolfiere del  "Ballon Club", suggerisce al Comune di Lucca, magari tramite i necessari contatti consolari,  di realizzare un commemorativo volo sulla city, sviluppando un possibile patto d'amizia nel nome di Lunardi,  utilissimo anche al turismo lucchese.

 


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi

tuscania

celsius

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


sabato, 23 gennaio 2021, 12:51

L’Isi Machiavelli si distingue per la giornata dell'educazione

In occasione della Giornata Internazionale Unesco Educazione, la dirigente scolastica Maria Cristina Pettorini, illustra le attività extracurriculari svolte a sostegno degli studenti, anche durante il lockdown. della scorsa primavera


giovedì, 21 gennaio 2021, 19:32

Isi Machiavelli, azioni di orientamento verso l’università rivolte anche a studenti esterni

L’Istituto di Istruzione Superiore “N.Machiavelli” nell’ambito delle azioni di Orientamento in uscita verso l’Università rivolte agli studenti dell’ultimo anno delle tre scuole, Liceo Classico Machiavelli, Liceo Scienze Umane Paladini e Istituto professionale Civitali, attiva il Progetto “Potenziamento Scientifico”


prenota_spazio


giovedì, 21 gennaio 2021, 16:13

Santo sudicio, attuale come non mai il libro di Luciano Luciani

Un libro attuale, tra storia e scienza, quello appena dato alle stampe dal professor Luciano Luciani, conosciuto e stimato uomo di lettere della nostra città. Santo sudicio! Trenta storie tra sporco e pulito (Carmignani editrice, pagg.


martedì, 19 gennaio 2021, 17:37

Tornano visibili al pubblico i musei nazionali di Lucca

Giovedì 21 gennaio tornano visibili al pubblico i Musei nazionali di Lucca seguendo il piano di riaperture degli istituti della Direzione regionale musei della Toscana, che procede nel rispetto di tutte le norme di sicurezza previste per i visitatori, il personale, gli ambienti e le opere


lunedì, 18 gennaio 2021, 13:04

Riapre la doppia mostra della Fondazione Ragghianti

La Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti annuncia la riapertura della doppia esposizione “L’avventura dell’arte nuova | anni 60-80. Cioni Carpi | Gianni Melotti” da martedì 19 gennaio a venerdì 19 febbraio compresi


sabato, 16 gennaio 2021, 17:47

Lucca città dell’apprendimento permanente: avviato percorso

Lucca è stata riconosciuta dall’Unesco come Learning City ed è stata inserita nell’omonima rete internazionale. Una rete di 230 città in 64 paesi del mondo, fra cui - per parlare delle città italiane - Torino, Fermo, Palermo e Trieste


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px