Anno 7°

giovedì, 21 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

I Fanfara Station ai Live Dance Club di Lucca

mercoledì, 11 luglio 2018, 13:10

Dopo il successo dei primi due concerti dei “Live Dance Club – concerti per ballare”, il prossimo venerdì 13 luglio alle 21.30, sempre al Baluardo San Salvatore sulle mura di Lucca, il terzo appuntamento con i Fanfara Station, gruppo che mescola stambeli (la musica dei neri della Tunisia), muewesheh (musica classica araba) e malouf.

Fanfara Station è un trio con looping dal vivo che fonde la forza di un’orchestra di fiati, l’elettronica e i ritmi e i canti del Maghreb.

Ispirato dal ricordo della banda del padre di Marzouk, Fanfara Station celebra l’epopea dei popoli migranti del Mediterraneo, delle culture musicali della diaspora africana e dei flussi che da sempre uniscono il medio oriente al Maghreb, all’Europa e alle Americhe. Una fanfara balcanica in festa rafforzata da una sezione ritmica nordafricana e dai beats contemporanei marcatamente electro-dance.

Un dance party creato dal vivo da soli tre musicisti e due loop station usate per sovraincidere le tracce e manipolare i suoni acustici ed elettronici. Gli strumenti sul palco sono tantissimi: le percussioni scascika, tar, bendir, darbuka e tabla che si intrecciano con la tromba, il trombone, il clarinetto e i tre fiati tunisini: nay, mizued e zocra.

Marzouk Mejri: voce, percussioni, fiati tunisini, loops station / Charles Ferris: tromba, trombone e loops station / Ghiaccioli e Branzini: elettronica e programming

Marzouk Mejri, cantautore e polistrumentista tunisino, è considerato uno dei migliori percussionisti sulla scena italiana. Nasce in una famiglia di musicisti - suo padre è stato un noto suonatore di darbouka – Tebourba.
Lo stile trombettistico dello statunitense Charles Ferris si fonda invece sullo studio delle diverse tradizioni musicali del mondo, soprattutto sulla sperimentazione nei generi legati alle tradizioni africane e balcaniche.

Marco Dalmasso aka Ghiaccioli e Branzini è DJ e produttore torinese che negli anni ha sviluppato uno stile assai personale, partendo dall’elettronica e contaminandola col blues, il jazz e il folk.

I Live Dance Club arrivano quindi alla loro seconda edizione forti anche del sostegno che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali nel quadro del progetto MigrArti- Spettacolo e grazie alla collaborazione e patrocinio dei Comuni di Lucca e Capannori, con la collaborazione della Cooperativa Sociale Odissea.

Da quest’anno, la festa e il ballo, temi portanti dei Live Dance Club, saranno volti a far conoscere alcuni dei più importanti fenomeni musicali africani, soprattutto dell’area occidentale.

I concerti al Baluardo/Casermetta San Salvatore di Lucca: dopo il gruppo ghanese di King Ayisoba  (29 giugno), dalla Nigeria arrivano gli African Perfect Harmony (6 luglio), gruppo principalmente highlife nato all'interno di un progetto pilota della Croce Rossa di Lucca, accompagnati da Pee Wee Durante; Marzouk Mejri, Charles Ferris & Ghiaccioli e Branzini dei Fanfara Station (13 luglio)  mescoleranno stambeli  (la musica dei neri della Tunisia), muewesheh (musica classica araba) e malouf; la musica del Benin è rappresentata dalla Eyo'nlé Brass Band (21 luglio) che mescola afrobeat yoruba, la musica highlife del Ghana e i ritmi voodoo del Benin.

Il 27 luglio, ai Laghetti di Lammari (Capannori – LU), chiuderà la panoramica musicale dei Live Dance Club Zam Moustapha Dembélé, polistrumentista, cantante e compositore di musica africana contemporanea del Mali, che per l'occasione si esibirà con una formazione inedita composta da musicisti locali e stranieri.

Una rassegna dunque dedicata all'esplorazione di una piccolissima parte dell'enorme e variegata produzione musicale di qualità africana di cui spesso in Italia non si ha grande consapevolezza. Musica di qualità, nel senso di musica suonata dal vivo, che incrocia tradizione e una coraggiosa innovazione, un fenomeno che interessa tutta l'Africa esprimendosi in forme molto diverse. Abbiamo scelto artisti che coniugano una grande originalità con una concezione della musica come motore di festa, musica trascinante ascoltando la quale è davvero difficile riuscire a stare fermi.


Questo articolo è stato letto volte.


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


mercoledì, 20 febbraio 2019, 18:38

Alla LuccaLibri c'è "Un coniglio per amico"

Un Coniglio per Amico? Ecco il libro! Lo presenta l'autrice, la veterinaria Cinzia Ciarmatori, venerdì 22 febbraio alle 17,30 al Caffè Letterario LuccaLibri (viale Margherita 113, Lucca)


mercoledì, 20 febbraio 2019, 11:54

Conferenza del professor Mallegni su "La Grotta Guattari al Circeo"

L'Accademia Lucchese di Scienze Lettere e Arti invita ad una conferenza del professor Francesco Mallegni dal titolo: "La Grotta Guattari al Circeo. Nuovi dati sui resti neanderthaliani di 50.000 anni fa", che si terrà domani giovedì 21 febbraio alle ore 17,00 presso la Sala Conferenze del Palazzo Pretorio, Via Vittorio...


prenota_spazio


mercoledì, 20 febbraio 2019, 10:45

“La Donna dello Scrittore” e “Eyes Wide Shut” al Circolo del Cinema

L’offerta cinematografica di questa settimana del Circolo del Cinema di Lucca prevede i due consueti appuntamenti al Cinema Centrale e a San Micheletto


mercoledì, 20 febbraio 2019, 09:51

Al via il progetto “Sicuro!” per diffondere la cultura della sicurezza a partire dalle scuole

Sono oltre 150 gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Lucca che dal 19 febbraio saranno coinvolti nel progetto Sicuro! L’iniziativa, promossa dalla Commissione Speciale sulla Sicurezza nei Luoghi di Lavoro del comune di Lucca, dal Provveditorato agli Studi di Lucca in collaborazione con Fabio Perini...


martedì, 19 febbraio 2019, 16:19

Il Museo Storico della Liberazione non riaprirà a Palazzo Guinigi

In merito alla nota stampa diffusa ieri dall'Associazione Toscana Volontari della Libertà e dell'Associazione Amici del Museo Storico della Liberazione, l'amministrazione comunale precisa di non aver sottoscritto alcun accordo per la riapertura del museo posto al piano terreno del Palazzo Guinigi di via Sant'Andrea nelle prossime settimane


martedì, 19 febbraio 2019, 15:36

Fondazione Campus Lucca, inaugurato il 16° anno accademico dedicato al turismo

Più di 780 i giovani laureati, tra triennale e magistrale, nei primi sedici anni della Fondazione Campus e 250 iscritti all’attuale anno accademico. Sono questi i numeri del percorso universitario del Campus di Lucca dedicato al turismo che, questa mattina, nell’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca, ha inaugurato...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px