Anno 7°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

Due nuove acquisizioni di opere d'arte per la Fondazione Ragghianti

lunedì, 7 gennaio 2019, 09:34

Nei giorni scorsi la collezione artistica della Fondazione Ragghianti si è arricchita di due importanti opere, donate dai rispettivi autori ed esposte stabilmente al pubblico dalla metà di dicembre: si tratta di un dipinto del 1969 del milanese (ma uzzanese d'adozione) Romano Rizzato, intitolato "Percorso successivo D.L.P.I.A. 123" (acrilico su tela, 100 × 100 centimetri) e di una grande scultura (di 160 × 253 centimetri) in acciaio inox, ferro zincato e pietra leccese del salentino Salvatore Sava, "Metamorfosi mediterranee", iniziata nel 2013 e portata a termine nel 2018 appositamente per gli spazi del secondo chiostro del complesso monumentale di San Micheletto, nell'ambito dei "Giardini della scultura Pier Carlo Santini" (che, nel corso del 2018, avevano già accolto due opere del lucchese Luciano Pera, lasciate in donazione a seguito della mostra organizzata nella primavera del 2017 dalla Fondazione Cassa di Risparmio).

Il dipinto di Romano Rizzato (Milano, 1936) è un tipico esempio di Arte Cinetica degli anni Sessanta, ossia del "momento d'oro" di questa corrente basata su un linguaggio formale astrattista e matematico-geometrico di forte dinamismo, apparentabile per certi versi al genere Optical. Rizzato, che è stato a lungo attivo anche come illustratore e grafico di successo per importanti case editrici, sviluppò le proprie ricerche artistiche a partire dall'incontro con il grande esponente dell'astrattismo comasco Mario Radice e, lungo la sua carriera, ha esposto in Italia, Svizzera, Olanda, Francia, Germania, Bulgaria, Austria, Venezuela e Giappone. Ha fatto inoltre parte del "Work-Group for Constructive Art" di Anversa e Bonn. Il dipinto donato alla Fondazione Ragghianti è stato collocato nel vestibolo d'ingresso che dà accesso alla biblioteca, che è stato recentemente oggetto di un restyling che l'ha reso più accogliente ed elegante.

Salvatore Sava (Surbo, Lecce, 1966) è uno degli scultori oggi più interessanti del panorama italiano. Docente all'Accademia di Belle Arti di Lecce, dal 1983 espone regolarmente le sue opere in importanti mostre collettive e personali. Ha partecipato alla XIV Quadriennale di Roma e ha conseguito numerosi riconoscimenti (tra cui il Premio internazionale di scultura "Terzo Millennio" e il Premio Mastroianni). Nel 2010 ha presentato oltre cinquanta opere al Castello Sforzesco di Milano all'interno della grande mostra dedicata al celebre cuoco Gualtiero Marchesi, che è stato un suo estimatore e appassionato collezionista. Ragguardevoli anche le più recenti personali al MUSMA di Matera e a Lecce e le monografie dedicategli da storici dell'arte di fama, tra cui Luciano Caramel.

L'opera realizzata da Salvatore Sava per i "Giardini della scultura Pier Carlo Santini" della Fondazione Ragghianti è frutto di un ragionamento formale sulle facoltà dei materiali, ma è anche un atto di denuncia ecologista: si presenta come una sorta di arbusto disseccato, in cui la natura vegetale è stata sostituita dal metallo e dalla pietra, come a seguito di una metamorfosi dovuta alla desertificazione e alla catastrofe ambientale che ci minaccia.


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


mercoledì, 19 giugno 2019, 19:02

Maturità t'avessi preso prima...

Proprio oggi si è palesato davanti agli studenti il giorno più temuto e atteso: la prima prova dell'esame di maturità. La campanella è suonata alle 8.30 ed i giovani candidati si sono trovati davanti i plichi telematici con all'interno le tracce


mercoledì, 19 giugno 2019, 13:15

Al Salone dell’Arcivescovato di Lucca la presentazione di un prezioso volume

Venerdì 21 giugno alle 17, nel Salone dell’Arcivescovato di Lucca, si terrà la presentazione di un volume che offre non solo una moderna fotografia dei principali fondi conservati nell’Archivio Storico Diocesano


prenota_spazio


mercoledì, 19 giugno 2019, 11:22

Oltre 500 studenti formati grazie al percorso “Benessere a scuola”

Si sono tenuti nei giorni scorsi a Lucca, negli spazi del Real Collegio, in collaborazione con il comune di Lucca, i Campus degli studenti lucchesi impegnati nel progetto “Benessere a scuola”, che in questo anno scolastico 2018-2019 ha coinvolto 13 scuole superiori di Lucca e Piana


mercoledì, 19 giugno 2019, 09:43

Sky Stone & Songs: presentazione del libro 'Italian Rhapsody' sul rapporto dei Queen e l'Italia

'Italian Rhapsody – L'avventura dei Queen in Italia' è il nuovo libro di Antonio Pellegrini, che racconta la storia dei Queen dal punto di vista di un fan italiano e sarà presentato dall'autore allo Sky Stone & Songs, venerdì 21 giugno a partire dalle21:30, in un incontro a ingresso libero


mercoledì, 19 giugno 2019, 09:02

Una notte al museo con Liliana Dell'Osso

Proseguono gli incontri realizzati a giugno al museo della follia con ospiti d'eccezione: l'appuntamento di giovedì 20 sarà infatti con Liliana Dell'Osso, direttore della clinica psichiatrica dell'Università di Pisa e presidente del collegio nazionale dei professori ordinari di psichiatria


martedì, 18 giugno 2019, 15:30

Il 21 giugno al Teatro del Giglio ecco il Beethoven Gala: sul palco l’Orchestra Filarmonica di Lucca diretta da Andrea Colombini

E' tutto pronto per la penultima tappa del Festival di Pasqua e Pentecoste, la manifestazione ideata dal Puccini e la sua Lucca Festival in memoria di Herbert Von Karajan e giunta alla sua ventesima edizione: venerdì 21 giugno (dalle 21) al Teatro del Giglio andrà in scena il Beethoven Gala


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px