Anno 7°

martedì, 26 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

Alla Fondazione Ragghianti la mostra "L’artista bambino. Infanzia e primitivismi nell’arte italiana del primo Novecento"

sabato, 16 marzo 2019, 22:15

di annalisa ercolini

Alla Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti, nel complesso monumentale di San Micheletto, una mostra imperdibile: L’artista bambino. Infanzia e primitivismi nell’arte italiana del primo Novecento, dal 17 marzo al 2 giugno.

Nel 1969 il noto studioso di storia dell’arte Carlo Ludovico Ragghianti manifestava il legame fra il disegno infantile, l’arte medievale e la produzione figurativa dei primi decenni del Novecento. Lo studio sull’argomento del quale era stato pioneristico indagatore, raccolto in un saggio: Bologna cruciale 1914, catalogava episodi rilevanti di questa inedita attenzione per l’arte dei fanciulli. Però Ragghianti denunciava l’incompletezza della propria indagine, esprimendo il desiderio di ulteriori approfondimenti.

“Questa lacuna – sostiene il direttore Paolo Bolpagni – vuol essere colmata dalla mostra che affronta il tema indagandone anche gli antefatti. Come tutte le esposizioni della Fondazione sono frutto di un lavoro di studio e di ricerca. Noi non abbiamo mai fatto rassegne preconfezionate. Nel ricco programma del 2019 questo sarà il primo evento. Un particolare ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio che ci sostiene costantemente e ci consente di fare queste attività.”

All’interno di un video di presentazione riguardane il Centro Studi, il discorso del presidente della Fondazione Ragghianti, Alberto Fontana: “La nostra mission vuole riprendere le parole di Ragghianti: Lucca è un laboratorio di studi. Un centro di esperienze culturali che aggiunga nuove potenzialità alle sue grandi tradizioni. Questo è quello a cui ci ispiriamo e che ci guida.”

“La Fondazione Cassa di Risparmio ha nella Fondazione Ragghianti - interviene Marcello Bertocchini Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca - il suo braccio operativo. L’occasione di oggi è importante, qui siamo a San Micheletto dove oltre alla Fondazione Ragghianti c’è anche la sede della Fondazione Cassa di Risparmio, questa unità di intenti in questo luogo già di per sé dimostra il legame che c’è fra queste due istituzioni. Le più grandi su Lucca.”

La curatrice della mostra, la professoressa Nadia Marchioni, docente di storia dell’arte contemporanea all’Università di Pisa, specializzata negli studi sull’arte dell’Ottocento e Novecento, ha raccontato “la mostra in mostra”.

L’esposizione articolata in sei sezioni a partire dalla fine Ottocento, percorrendo i primi decenni del XX secolo, rappresenta opere di artisti conquistati dall’universo infantile. “La mostra - puntualizza la curatrice - ricostruisce la storia della regressione del linguaggio dell’infanzia nell’arte.”

Il percorso inizia dalla sezione I, dove si possono apprezzare le sculture e i dipinti di Adriano Cecioni, attento al mondo infantile. Fra le sue opere, quella che spicca maggiormente è la scultura in bronzo Primi Passi, datata 1868 circa nella quale si concretizza l’incertezza e la determinazione dei primi movimenti che sorprende lo stesso protagonista.

Proseguendo alla sezione II, il Ritratto di Yorick (1889) di Vittorio Matteo Corcos è il primo caso esplicito riguardante lo studio del disegno infantile da parte degli artisti della fine dell’Ottocento.

Nella sezione III, il caso di Alberto Magri artistica toscano che indaga gli stilemi infantili e di Lorenzo Viani con le innumerevoli xilografie a inchiostro rosso o nero, in particolare la figura di San Francesco 1916, dalla tavola di Bonaventura Berlinghieri a Pescia chiesa di San Francesco. Sempre del maestro gli acquerelli su carta raffiguranti scolari.

Avanzando verso la sezione IV, notiamo Soffici con le sue produzioni denominate i “trofeini” ispirati alle insegne degli empori di paese nelle quali si coglie un’arte infantile e popolare.

Arriviamo alla sezione V, dove si individua nella Prima Guerra Mondiale un momento di vasta diffusione dell’iconografia infantile. Se ne trova traccia nei lavori di Ottone Rosai, Alberto Magri, Tullio Garbari, Piero Bernardini. Fra questi un originale Mario Sironi nel bozzetto per il Montello 1918, tempera su carta.

La mostra si conclude con la sezione VI: siamo ormai negli anni trenta del Novecento e ancora persiste nell’arte un senso infantile: Carrà, Ottone Rosai, Renato Birolli ed Elisabeth Chaplin la nipote di Charles Chaplin.


Questo articolo è stato letto volte.


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


lunedì, 25 marzo 2019, 20:09

L'ispettore Felicino torna in pista con una nuova inchiesta

Giovedì 28 marzo alle 17,30, presso il Caffè letterario LuccaLibri, presentazione del romanzo di Pasquale Sgrò, Nessun dorma... fuori, Mario Pagliai Editore 2018


lunedì, 25 marzo 2019, 13:03

Il Liceo Passaglia finalista all’On Air Festival di Sorrento

Un traguardo prestigioso per alcuni alunni del Liceo Artistico Musicale “A. Passaglia” di Lucca, che dal 27 al 29 marzo saranno nella cittadina campana a presentare l’ambizioso lavoro della classe 5 E, indirizzo audiovisivo-multimediale dell’anno scolastico 2017/2018, dal titolo Star Worst, il peggio della galassia


prenota_spazio


lunedì, 25 marzo 2019, 11:06

Linda Lercari, impiegata di banca con la passione per la scrittura

Linda Lercari di giorno cassiera in una banca e di notte scrittrice raffinata, dagli anni novanta spazia dalla poesia, narrativa ai racconti noir fino all’erotico. “Sono due carriere parallele.”


lunedì, 25 marzo 2019, 11:04

Prestigioso riconoscimento per Giada Lettieri, giovane allieva della Scuola IMT

Giada Lettieri, giovane dottoranda in neuroscienze alla Scuola IMT Alti Studi di Lucca, si è aggiudicata il Merit Abstract Award, l’ambito premioche la Organization for Human Brain Mapping (OHBM), la più importante società scientifica internazionale per lo studio delle funzioni cerebrali umane, conferisce al top (l’1%) dei lavori scientifici più...


lunedì, 25 marzo 2019, 11:00

Una conferenza sul futuro della ricerca scientifica

Nell’incontro tenuto al cinema Moderno di Lucca, la scienziata e senatrice a vita Elena Cattaneo ha tenuto una conferenza sul tema della ricerca sulle cellule staminali e delle possibili applicazioni in ambito medico per il contrasto delle malattie rare


lunedì, 25 marzo 2019, 09:12

Esce il nuovo romanzo dell'autrice lucchese Chiara Parenti

Questo sabato (30 marzo) alle 18 alla libreria Lucca Sapiens (via Borgo Giannotti, 247) a Lucca si terrà la prima presentazione del libro


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px