Anno 7°

sabato, 6 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

Al "Boccherini" concerto con musiche contemporanee

mercoledì, 15 maggio 2019, 11:58

Tre brani contemporanei, tre “affreschi musicali” che definiscono la tragicità di tre momenti diversi collocati tra XX e XXI secolo. Non solo un concerto, ma soprattutto un momento di riflessione quello che propongono giovedì sera (16 maggio, alle 21, auditorium di piazza del Suffragio) Filippo Rogai (flauto), Gloria Merani (violino), Filippo Burchietti (violoncello) e Fabrizio Datteri  (pianoforte) per un nuovo appuntamento con la stagione Open dell’Istituto superiore di studi musicali “L. Boccherini”.

Un affresco allegorico di aspetti che sono stati tragicamente vissuti tra gli anni Venti e gli anni Quaranta del XX secolo e che ritroviamo pericolosamente presenti in questi anni Duemila. Così il Quartetto in Sol maggiore Op. 15 per pianoforte, flauto, violino, violoncello di Wilhelm Kempff, composto nel 1925, simboleggia l’indifferenza e il galleggiamento esistenziale, uniti a una voluta estraniazione dalla tragica realtà che stava portando l’Europa verso la Seconda guerra mondiale (Kempff fu un grande musicista, ma conservatore e rimase in posizione “comoda” rispetto al nazismo). Al contrario, il Quartetto per flauto, violino, violoncello e pianoforte di Dick Kattenburg, musicista morto nel campo di concentramento di Auschwitz, rappresenta la brutalità che sta per travolgere una delle tantissime vittime del nazismo. Il brano venne scritto nel 1940, ma in occasione del concerto di giovedì sarà eseguita la revisione del 1943. “Tragedy” of an ordinary day di Andrea Portera, scritto nel 2019 ed eseguito in prima assoluta, riporta al nostro presente, ispirato com’è alla tragica (e inconsapevole) uccisione di un bambino americano da parte di un compagno armato di pistola. Un gesto che richiama la terribile semplicità del male, che arriva in questo caso in un contesto dove non è presente il senso del “limite”.

Il concerto è a ingresso gratuito. Per maggiori informazioni: www.boccherini.it

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

auditerigi

tuscania

celsius

esedra

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


venerdì, 5 giugno 2020, 16:25

Il premio Lucca Classica 2020 ad Antonio Pappano

Dopo la compositrice Sofija Gubaidulina, il soprano Raina Kabaivanska, l'étoile Eleonora Abbagnato, l'imprenditore Brunello Cucinelli e il cardinale Gianfranco Ravasi, il premio Lucca Classica va a uno straordinario protagonista della musica internazionale: il direttore d'orchestra Antonio Pappano


venerdì, 5 giugno 2020, 16:23

Cluster propone un’altra opera indigena

Con il quinto appuntamento della diretta streaming la Cluster propone un’altra opera indigena, dopo quella di sabato scorso in nāhuatl, lingua originaria della popolazione azteca


prenota_spazio


venerdì, 5 giugno 2020, 15:51

Nuovo appuntamento con le dirette Fb della Libreria Ubik

Nuovo appuntamento con le dirette della Libreria Ubik di Lucca dalla sua pagina Facebook in programma sabato 6 giugno alle ore 18:00 con la presentazione dell’ultimo libro di Maurizio De Giovanni


giovedì, 4 giugno 2020, 16:45

La Cattiva Compagnia pronta a sostenere la ripartenza di Lucca recuperando in estate la 6^ edizione del Lucca Teatro Festival

Gli organizzatori: "Pensiamo ai bambini e alle famiglie duramente colpite dal lockdown per offrire loro svago e intrattenimento culturale e per animare la città nella massima sicurezza"


giovedì, 4 giugno 2020, 11:57

Il Festival primo a ripartire in Italia il 15 giugno con la sua programmazione serale

Sarà Il Puccini e la sua Lucca International Festival la prima manifestazione musicale a riaprire le sue porte, in Italia. La data per la ripresa dei concerti serali nella basilica dei santi Giovanni e Reparata (ogni giorno, alle 19) è fissata per il 15 giugno


mercoledì, 3 giugno 2020, 17:46

Fondazione Ragghianti, esce il numero 25 di "Luk"

Nel corso delle lunghe settimane del ‘lockdown’ la Fondazione Ragghianti non si è mai fermata e «Luk», la rivista annuale di studi e attività della Fondazione, diretta da Paolo Bolpagni, esce oggi regolarmente, con il suo venticinquesimo numero


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px