Anno 7°

venerdì, 24 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

Si rinnova l'appuntamento con il "Concerto di Primavera"

martedì, 14 maggio 2019, 19:12

Si rinnova l'appuntamento con il "Concerto di Primavera" che si terrà venerdì 17 maggio alle ore 17,45 presso la chiesa dei SS. Ippolito e Cassiano a Mutigliano. ll concerto vede come interpreti gli alunni della scuola secondaria di primo grado Massei di Mutigliano del Comprensivo 4.

I testi sono stati realizzati da Alessandro Tesi in collaborazione con gli alunni della scuola. La conduzione dell'evento sarò affidata alla professoressa Elena Moncini e vedrà la partecipazione dei danzatori Corinna Belmonte, Bianca Benedetti, Ginevra Conforti e Ilir Simi. Vero motore dell'organizzazione è come ogni anno il professor Antonio Della Santa che con un grande lavoro di coordinamento prepara i ragazzi provenienti da tutte le classi della scuola con grande tenacia e professionalità. 

Ha spiegato il professor Della Santa: "Zwani era il nome con il quale Giovanni Pascoli era chiamato dalla madre: Giovannino, nel dialetto romagnolo. Abbiamo deciso di dare questo titolo al nostro progetto proprio perché ci pareva sintetizzasse bene quanto abbiamo voluto fare: cogliere, non tanto, l'ufficialità ed il valore culturale indubbi del poeta, ma la sua parte intima più dolce, evidenziando il suo amore per la valle del Serchio, per la gente dei nostri posti, per le storie umili, le tradizioni, per i bambini e per il pane di casa. Il poeta inoltre non era indifferente al fascino della musica. Egli aveva sempre desiderato comporre per il teatro lirico un libretto capace di dar vita ad un nuovo melodramma italiano, che uscisse dagli schemi del verismo per avviarsi verso significati simbolici, ideali, tutti interiori. Amico di Puccini, Catalani, Luporini  coi quali amava incontrarsi nello storico "Caffè Di Simo"  spesso chiedeva loro e ad altri insigni compositori dell' epoca, tra cui Zandonai, Leoncavallo e Mascagni, di mettere in musica i suoi versi senza, ahimè, avere da nessuno risposta in tal senso tanto che il tentativo di scrivere per il teatro si tinse per il Pascoli di toni davvero melodrammatici, nel senso musicale di sconfitta ed annullamento, tanto da fare di questa pagina della sua vita una piccola tragedia lirica, in cui c'erano tante parole e, purtroppo, nessuna musica. Nel primi anni del "900 Pascoli aveva chiaramente compreso che i suoi drammi non sarebbero mai arrivati sulle scene: molti studi e molti spunti poetici realizzati gli restavano inutilizzati tra le mani. È proprio in questo senso che si muove la nostra lettura della vita del Pascoli: attraverso l'esecuzione dei brani di alcuni tra questi musicisti tanto amati e al tempo stesso odiati dal poeta. Vogliamo raccontare di lui, non dimenticandoci le tragedie della sua esistenza che rese la sua vita familiare in un certo senso "diversa", preferendo però orientare questa esperienza verso una rivalutazione del suo rapporto con la terra, con la campagna, con gli artisti a lui vicini; rapporto che, se non sempre facile, fu certo affettuoso e duraturo, come testimonia l' iscrizione pascoliana sul duomo di Barga. La musica delle campane di questa chiesa fu da lui tanto amata. Il suono di queste lo accompagnerà sia nei momenti di gioia che in quelli più drammatici per gran parte della sua esistenza".

L'orchestra composta dagli alunni della Scuola Massei sarà affiancata da Sara Fanucci al violino, Giulia Fratoni (voce),  Sofia Paterni (arpa), Cristina Paterni (flauto), Simone Soldati (tromba),  Andrea Pinna (organo),  Alberto Tesi (pianoforte) ed Enrico Giuntini (tastiere). Il professor Della Santa tramite il nostro giornale vuole rivolgere un caloroso ringraziamento alla dirigente scolastica dottoressa Mariacristina Pettorini e a tutti gli insegnanti che hanno collaborato in particolare la  professoressa Maria Enza Conoscenti responsabile di sede e le professoresse Elena Baroni e Nicoletta Giuliani De Santis che hanno partecipato attivamente alla realizzazione del progetto.


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


giovedì, 23 maggio 2019, 19:49

I giovani dell'associazione Guarnieri vincono a Crema e andranno al Piccolo Teatro di Milano

I ragazzi dell'associazione teatrale guidati dalla regista Miriam Iacopi si sono classificati primi assoluti al festival internazionale Franco Agostino a Crema


giovedì, 23 maggio 2019, 16:50

Blub a Lucca: quando la street art decora i centri storici e allieta le persone

Blub è un artista fiorentino, noto ormai in tutta Europa e nel mondo, presente su Instagram e su Facebook (Blub l’arte sa nuotare) con migliaia di followers, che con la sua street art vuole lanciare un messaggio ben preciso, che infonde speranza. La Gazzetta di Lucca lo ha intervistato


prenota_spazio


giovedì, 23 maggio 2019, 11:01

"Tutto come a Parigi": torna a Lucca Bernard Chevallier

Appuntamento venerdì 24 maggio alle 18 al Ridotto del Teatro del Giglio. Ingresso libero


giovedì, 23 maggio 2019, 10:52

Al Liceo Artistico compiti di realtà e didattica cooperativa

Al Passaglia si sono conclusi, con successo, cinque moduli (due per Inglese, due per Matematica e uno per Italiano) che hanno coinvolto una quarantina di studenti del Biennio


giovedì, 23 maggio 2019, 10:01

Il 24 maggio esce “Parto da qui”, primo album di inediti della cantante lucchese Alfonsina

Si avvera un sogno per Alfonsina (nome d'arte di Irene Lazzareschi), cantante lucchese di 15 anni, infatti venerdì 24 maggio uscirà il suo primo album di inediti del genere pop dal titolo “Parto da qui”.


giovedì, 23 maggio 2019, 09:06

I Fossi dell'Arte: "Lucida e la seta riprenderanno vita nella loro Lucca"

Sabato 25 maggio si terrà il secondo appuntamento con la rassegna "I Fossi dell'Arte", (via del Fosso zona Madonna dello Stellario) promossa dal pittore Fabrizio Barsotti e da ARCI Lucca e Versilia, e volta a valorizzare quest'area così importante, scenografica e storica


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px