Anno 7°

domenica, 26 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo : lucca summer festival

Giorgia e Monàe, la "black music" risuona al Summer

venerdì, 19 luglio 2019, 00:36

di andrea cosimini

La 'black music' protagonista assoluta sul palco del Summer Festival con due talentuose artiste capaci di toccare nel più profondo le corde dell'anima.

In apertura una delle voci più 'black' della musica italiana: Giorgia, ormai una habitué del festival lucchese, elegantissima sul palco con vestiti provocanti e sensuali, ma mai volgari, da vera diva insomma.

La cantante romana ha proposto molte cover, sia italiane che straniere, reinterpretate ovviamente in chiave 'black': da "Le tasche piene di sassi' di Jovanotti, a 'Gli ostacoli del cuore' del duetto Ligabue-Elisa, fino all'evocatica 'Dune Mosse' di Zucchero; ma anche omaggi alla musica d'oltreoceano, tra un'energica riproposizione della celebre "Sweet Dreams (Are Made of This)" degli Eurythmics, un'inedita versione gospel di 'I Wanna Dance with Somebody (who loves me)" di Whitney Houston e un'emozionante "Stay" della popstar caraibica Rihanna.

Ovviamente non sono mancati anche i grandi successi dell'artista: dalla struggente "Quando una stella muore" alle ritmatissime "Il mio Giorno Migliore", "Vivi Davvero" e "Mi porti su", per passare poi alle evergreen 'Come saprei', "Girasole" e 'Vorrei'. Protagonista assoluta la voce di Giorgia che si è lanciata in virtuosismi tecnici che solo lei sa fare.

Il concerto è stato un ricco mix di emozioni: da momenti più 'rock', con ruvidi assoli di chitarra elettrica, a passaggi decisamente più 'dance', con trascinanti dj set che hanno fatto ballare il pubblico presente e che hanno visto la cantante trasformarsi in una sorta di 'vocalist'. Giorgia si è letteralmente scatenata sul palco, lasciandosi prendere dal ritmo e facendosi trascinare dalla musica senza mai risparmiarsi.

Quindi è toccato alla superstar della serata salire sul palcoscenico: la modella e attrice afroamericana Janelle Monàe. Annunciata trionfalmente da una musica di kubrickiana memoria, la cantante è apparsa, come per magia, su un piedistallo allestito appositamente sullo stage. Tanti effetti speciali, curate coreografie, ma anche molta sostanza: grinta, personalità e stile da vendere.

L'artista di Kansas City (ma newyorkese fino all'osso) ha ripercorso i più grandi successi della sua carriera ed in particolare del suo ultimo (e fortunato) disco, 'Dirty Computer', che gli è valso vari riconoscimenti e nominations.

Con sullo sfondo una pantera nera, seduta su un trono regale, Monàe ha dato il via allo spettacolo senza mai concedersi un momento di pausa. Con il pugno alzato, la performer americana ha guidato il pubblico tra i ritmi della sua musica: disco, pop, rap, r'n'b ma non solo. Uno show davvero memorabile per un'artista poliedrica ed impegnata, diventata simbolo del movimento femminista anti Trump.

Foto di Cinzia Guidetti


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


auditerigi


celsius


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


sabato, 25 gennaio 2020, 18:38

Conclusa con successo la prima edizione della “Giornata nazionale di promozione della cultura economica”

Bilancio positivo della prima edizione della “Giornata nazionale di promozione della cultura economica” svoltasi, la mattina del 15 gennaio scorso, all’ITE “F. Carrara”


sabato, 25 gennaio 2020, 15:19

Una giornata di approfondimento al Piaggione sulle dipendenze

Sì è svolto questa mattina nel Centro Civico del Piaggione una giornata di approfondimento e aggiornamento organizzata da Arcat Toscana (Associazione regionale dei club alcologici territoriali) relatori Tiziana Fanocchi e Manfredo Bianchi


prenota_spazio


venerdì, 24 gennaio 2020, 18:06

Grande successo per la mostra della Fondazione Ragghianti "Bernardo Bellotto 1740. Viaggio in Toscana"

A poco più di due settimane dalla chiusura della mostra della Fondazione Ragghianti "Bernardo Bellotto 1740. Viaggio in Toscana", il bilancio finale è estremamente positivo


venerdì, 24 gennaio 2020, 17:34

Il Festival di Colombini plaude alla costituzione di un Comitato per i cento anni dalla morte di Giacomo Puccini

Il Festival plaude alla costituzione di un Comitato per i cento anni dalla morte di Giacomo Puccini: "Noi in prima fila per fare grande il binomio Lucca-Puccini con l'appoggio del Governo". Nel frattempo l'autocaricatura di Giacomo Puccini entra a fare parte della collezione privata del Festival


venerdì, 24 gennaio 2020, 17:33

Musica ragazzi, lunedì mattina un appuntamento dedicato alla Giornata della memoria e alla strage di Sant'Anna di Stazzema

Lunedì 27 gennaio alle 10.15 al Boccherini. L'eccidio raccontato da Enio Mancini, la storia dell'Organo della Pace e la testimonianza dei ragazzi del "Passaglia" che lo scorso anno hanno visitato Auschwitz


venerdì, 24 gennaio 2020, 13:25

Tutto esaurito per lo spettacolo inedito “La Tregua” di e con Marco Brinzi

Un percorso attraverso la parola, che prima accompagna il pubblico fin dentro gli orrori dei campi di concentramento e poi descrive il ritorno in Italia, a Torino


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px