Anno 7°

sabato, 17 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo : lucca summer festival

Un Eros pirotecnico anima piazza Grande

mercoledì, 17 luglio 2019, 01:16

di giulia del chiaro

Una presenza di palco coinvolgente per un “best of” capace di alternare con eleganza pezzi storici e successi degli ultimi anni che, mescolando toni melodici con ritmi latini e arrangiamenti rock, ha determinato il successo della tappa lucchese del tour di Eros.

È stata Lucca, infatti, la terza tappa del tour “Vita ce n’è” che, cominciato l’11 luglio, ha visto il cantautore romano tornare sulle scene dopo l’operazione subita alle corde vocali che lo ha costretto ad annullare diverse tappe nei mesi scorsi.

Sono passate da poco le 21 e sullo sfondo del palco appare un albero stilizzato ed intrecciato su sé stesso. Mancano ancora una ventina di minuti all’inizio dello spettacolo e già il pubblico comincia a farsi sentire. Migliaia di persone, di tutte le età, pronte ad accogliere il cantautore muniti di magliette e fasce. Passano pochi minuti ed un grido da sotto il palco si irradia velocemente a tutta la piazza per dare il benvenuto alla band e al protagonista indiscusso della serata: “dopo dieci anni – si rivolge al pubblico – il mio è un abbraccio virtuale a tutti voi!”.

È con un successo recente – “Vita ce n’è” – che Eros saluta la città e, poi, senza staccarsi dal microfono, con un breve intermezzo musicale, passa ad una serie di brani storici anni novanta come “Stella gemella”, “Favola” e – la pietra miliare – “Terra promessa” sostenuto da un pubblico che si scatena cantando, ballando e tenendo il ritmo con le mani.

Ironizza durante tutta la serata, Ramazzotti, lo fa sulle belle donne, sul suo invecchiare e prendere peso, ma lo fa anche, con eleganza, su un tema più che attuale che è quello dell’utilizzo eccessivo da parte dei più giovani – e non solo – delle tecnologie: “vuoi vedere che stasera vi prende il crampo del telefonino? – sottolinea col sorriso, ma con l’aria di chi rimpiange gli anni in cui, durante i concerti, si guardava il palco e non il telefono che riprendeva il palco e prosegue – questi smartphone ci stanno distruggendo e poi… mi spiegate come fate ad applaudire?”.

Una selezione di brani impeccabile, quella della serata lucchese che, durante le due ore di concerto, ha passato in rassegna tutta la carriera dell’artista dagli esordi alle sue più recenti incisioni attraversando gli anni ottanta, novanta e duemila per arrivare ai giorni nostri: da “Dove c’è musica”, del 1996, a “Un attimo di pace” e “Un’emozione per sempre”, del 2003, fino al successo “I belong to you” del 2005.

Una breve pausa di qualche minuto e sullo schermo appare un video di sensibilizzazione alla salvaguardia del mare, e degli abitanti che lo popolano, che, invaso da milioni di tonnellate annue di plastica, necessita di essere salvato e tutelato. Le luci si abbassano e ricompare Eros seguito solo dalla sua chitarra. Ora le luci sono tutte concentrate su di lui ed è il momento di “Adesso tu” e “Sarà l’aurora” accompagnate dal suono dolce della chitarra acustica e dalla voce del cantante che cambia tono adeguandosi all’importanza ricoperta dai due brani nella vita dell’autore.

E, poi, un ritorno ai ’90 e ai primi duemila con “Se bastasse una sola canzone”, “Fuoco nel fuoco” e “Cose della vita”. Ma il repertorio non finisce e con un balzo di oltre vent’anni si torna al 2018 con “Avanti così”.

Mai fermo sul palco, Eros, durante i suoi spettacoli – compreso quello di stasera – è sempre in movimento oltre che sempre nel tentativo di creare movimento. Un ritorno sulle scene che conferma il talento dell’artista che, di nuovo sul palco pieno di grinta, è riuscito a mettere in scena uno spettacolo impeccabile sia sul piano vocale, con vocalizzi continui alla fine di ogni brano, che sul piano strumentale.

Un finale col botto: chiude con “Più bella cosa” mandando in estasi il pubblico che canta e che alza in aria i telefoni per – questa volta – accompagnare la musica con migliaia di piccole luci bianche. Il frontman della serata presenta la band e chiede a tutti di scendere dalle loro postazioni. Insieme alla sua squadra, si rivolge al pubblico per coinvolgerlo in un coro ed in un attimo un “po po popo po pooo pooooo!” collettivo riecheggia in piazza grande. E, alla fine, con un inchino di gruppo, Ramazzotti saluta la città augurando a tutti una buona estate.

Foto di Cinzia Guidetti


Questo articolo è stato letto volte.


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


sabato, 17 agosto 2019, 09:34

Uno tra i più grandi della Musica: Hans-Andrè Stamm a Camaiore e a Lucca

Per il terzo anno consecutivo parteciperà al festival organistico "Città di Camaiore" (il concerto è previsto per Martedi 20 Agosto alle 21,15 presso la Chiesa della Badia) e per il secondo consecutivo a Lucca (giovedi 22 agosto alle ore 19,00 presso la Cattedrale di San Martino) dove lo scorso anno...


venerdì, 16 agosto 2019, 13:53

A Lucca i massimi esperti di Napoleone da Italia e Francia

A Lucca i massimi esperti di Napoleone Bonaparte da Italia e Francia, tra cui Jean Tulard, per il convegno internazionale "Radici e destino italiano dei Bonaparte" organizzato dall'associazione "Le Souvenir Napoléonien"


prenota_spazio


venerdì, 16 agosto 2019, 11:39

“Concerto d'estate” nello storico giardino Garzoni di Collodi

Una splendida location, ottima musica e un appuntamento all'insegna della solidarietà: questi sono gli ingredienti dell'evento intitolato “Concerto d'estate” e organizzato dalla associazione “ Alice Benvenuti onlus” che si terrà sabato 17 agosto alle 21 nello storico giardino Garzoni di Collodi


mercoledì, 14 agosto 2019, 12:25

Nel chiostro di Santa Caterina il sassofonista della storica band di Zappa

Dagli Stati Uniti a Lucca, rigorosamente Sotto il segno di Frank Zappa. È questo il titolo dato all’evento di domenica (18 agosto) alle 21,15 organizzato da Animando, quando salirà sul palco di Real Collegio EstateNapoleon Murphy Brock


mercoledì, 14 agosto 2019, 11:28

"Vincere la paura in azienda", secondo saggio di Sergio Casella

Un volume che non è solo un'analisi dei processi e delle patologie che si possono verificare in un'azienda, ma che contiene anche la ricetta per superare i momenti di impasse e disinnescare le posizioni di coloro che, per paura, finiscono per 'remare contro, anche loro stessi'


martedì, 13 agosto 2019, 09:47

Concerto dell'organista tedesco Burkhard Ascherl

Venerdi 16 agosto alle ore 19,00 presso la cattedrale di San Martino, appuntamento del festival organistico internazionale nella rassegna "Musica in Cattedrale" con l'organista tedesco Burkhard Ascherl


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px