Anno 7°

domenica, 8 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

"La Tosca": un film fuori dal coro

martedì, 3 dicembre 2019, 09:05

Il “Circolo Amici della musica Alfredo Catalani”, organizza per domenica 8 dicembre (ore 17.30), il “Pomeriggio degli Auguri” nella Sala dell’Affresco del Chiostro di San Micheletto. L’appuntamento, aperto alla cittadinanza, è ad ingresso gratuito su prenotazione fino ad esaurimento posti, In sostituzione del tradizionale concerto natalizio, quest’anno il Circolo Catalani realizza la proiezione del film La Tosca, una commedia drammatico-musicale diretta da Luigi Magni nel 1973; tra gli interpreti principali Monica Vitti, Gigi Proietti, Vittorio Gassman, Aldo Fabrizi, Umberto Orsini e Marisa Fabbri nelle vesti di attori / cantanti; le musiche sono di Armando Trovajoli. La scelta del Circolo si propone come appendice alternativa e maggiormente formativa agli allestimenti dell’opera lirica Tosca, di Giacomo Puccini, assai celebrata in questo 2019, e presentata come selezione in forma semiscenica di concerto, al Teatro Cavanis di Porcari il 23 novembre scorso su iniziativa e realizzazione dello stesso Circolo Catalani; inoltre, Tosca inaugura la stagione scaligera. Il particolare film di Magni non è assolutamente irriverente, dissacratorio o parodistico rispetto Tosca pucciniana: è, bensì, un intelligente e puntuale affresco risorgimentale, dove la storia d’amore tra Mario e Flora fa da sfondo alle idee di libertà; idee recepite principalmente da un artista (Cavaradossi), veicolate con l’arte stessa. La proiezione è una scelta completamente autonoma del Circolo Catalani: nulla ha in comune con gli altri titoli analoghi inerenti la pucciniana Tosca, programmati in altre date a Lucca a cura di altre istituzioni. Al termine della proiezione sarà offerto un brindisi augurale. Info e prenotazioni al 347 9951581.

Con la proiezione del film di Magni, il Circolo Catalani intende fornire un’altra visione del dramma di Victorien Sardou, a cui il regista si è liberamente ispirato. Dal punto di vista drammaturgico e musicale, il film si discosta completamente da Tosca di Puccini pur mantenendo inalterata la vicenda: Magni la legge con una realistica ottica risorgimentale, in chiave ironico-grottesca e in forma di commedia musicale. Nel film la vicenda di Tosca e Cavaradossi – realmente accaduta – è vissuta attraverso gli occhi del popolo romano e del giacobinismo attivo all’epoca, mettendo in risalto i vizi della Roma papalina, dell’aristocrazia, il potere assoluto ed inquisitorio della Chiesa, in contrapposizione alle misere condizioni di vita del popolo che, invece di ribellarsi, si pasce in un quieto vivere. I dialoghi edulcorati del dramma di Sardou, sono sostituiti con un pungente linguaggio volgare in dialetto romanesco: un idioma realistico in sintonia con l’epoca e la concezione del film, il cui obiettivo è focalizzato sulle aspirazioni alla libertà di pensiero ed azione. Quelle stesse aspirazioni più volte perpetrate dai musicisti di fine ’700 (Mozart in testa) ed inserite nelle loro opere, confluite nel romanticismo ed attive ancora ai giorni nostri. Nonostante i bellissimi costumi, la splendida fotografia, la puntigliosa sceneggiatura, le riprese nei luoghi del dramma, un cast d’eccezione, il film non ebbe molto successo, rimanendo nel dimenticatoio. «Rivedendo oggi La Tosca lo trovo sempre più bello, meritava un successo maggiore. Ma forse era troppo raffinato (nonostante il dialetto romanesco) per avere il grande successo». Così racconta Monica Vitti nella sua biografia curata da Laura Delli Colli. Straordinarie e memorabili le interpretazioni degli attori / cantanti.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


auditerigi


brico


celsius


esedra


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


sabato, 7 dicembre 2019, 22:28

Pitigliano e il lungo viaggio attraverso la Piccola Gerusalemme

Pitigliano non è solo una delle tre città, con Sorano e Sovana, del tufo in Maremma, è anche la custode di una delle più antiche comunità ebraiche di cui conserva secolare memoria


sabato, 7 dicembre 2019, 18:08

Ezio Bosso a Lucca Classica 2020

Per il secondo anno Lucca Classica Music Festival ha presentato le anticipazioni della sesta edizione 2020 a Il Desco, annunciando il primo grande ospite dell’edizione 2020: Ezio Bosso


prenota_spazio


sabato, 7 dicembre 2019, 15:07

Quinta giornata del festival "L’Ora di Teatro"

Domenica 8 dicembre, dalle ore 16, al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo si terrà la quinta giornata dell’undicesima edizione del Festival Nazionale Città di Montecarlo “L’Ora di Teatro - Un Sipario aperto sul Sociale” organizzato dalla F.I.T.A.


sabato, 7 dicembre 2019, 12:25

Una finestra sul Novecento nella mostra al Palazzo delle Esposizioni

"Giuseppe Ardinghi e Mari Di Vecchio. L'ambiente artistico del Novecento a Lucca"


sabato, 7 dicembre 2019, 10:49

Sky Stone, instore con i Fsk Satellite

Nuovo appuntamento con gli instore dello Sky Stone and Songs: martedì 10 dicembre, alle 18, arrivano in piazza Napoleone i Fsk Satellite, senza dubbio il gruppo trap più discusso del momento, che presenteranno il loro nuovo album 'Fsk Trapshit Revenge' e incontreranno i loro fan


sabato, 7 dicembre 2019, 10:19

Concerto di Natale in San Francesco con la Filarmonica “Gaetano Luporini” di San Gennaro

Un concerto nel segno dei grandi classici del Natale quello che si svolgerà domenica 15 dicembre, alle ore 17, nella Chiesa di San Francesco. Si rinnova anche nel 2019 il tradizionale appuntamento natalizio che la Filarmonica “Gaetano Luporini” di San Gennaro realizza ormai da anni grazie contributo, tra gli altri,...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px