Anno XI

mercoledì, 3 marzo 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cuori in divisa

Tafferugli a Firenze, Digos sotto osservazione della Magistratura e manifestanti rilasciati. Paoloni (Sap): “Facile far correre i processi sui media”

sabato, 28 aprile 2018, 15:28

I quattro manifestanti arrestati a Firenze il 25 aprile, durante un corteo violento non autorizzato in cui hanno tentato di forzare il cordone di polizia e carabinieri, sono stati rilasciati.

A tal proposito, anche in riferimento a quanto riportato dalla stampa sui metodi di azione della Digos, il Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) Stefano Paoloni, tiene a fare alcune precisazioni.

“Come letto su alcuni articoli di giornale, non è la Polizia a sostenere se un corteo sia autorizzato o meno – dice Paoloni – esistono limiti previsti per legge e degli avvisi che devono pervenire entro tre giorni. A quell’avviso può fare seguito un diniego per motivi di sicurezza, se non fa seguito nulla, evidentemente non è mai arrivato e dunque si parla di corteo non autorizzato”.

“Sommari processi mediatici non fanno altro che legittimare i violenti nella loro azione. Il Sap da anni propone, in occasione delle manifestazioni più delicate, la presenza di un Magistrato accanto alle forze dell’ordine, in modo che possa avere una completa percezione degli avvenimenti e agire di conseguenza. Come Sap – continua Paoloni – abbiamo chiesto da sempre l’installazione di telecamere su divise, celle di sicurezza e auto di servizio, per una questione di trasparenza e perché con le telecamere non si sfugge dalla verità”.

I manifestanti hanno sostenuto di aver subito un’aggressione ingiustificata da parte della Polizia che ne ha limitato la libertà. Con telecamere e la presenza del Magistrato, questo non sarebbe potuto accadere.

“La solita gogna ai danni delle forze dell’ordine – continua Stefano Paoloni – la Polizia non limita le libertà, ma interviene in contesti in cui è compromessa la sicurezza pubblica, come nel caso di questo violento corteo. Alimentare la macchina del fango sui media, non fa altro che legittimare questi violenti”.

 


Questo articolo è stato letto volte.



Altri articoli in Cuori in divisa


martedì, 9 febbraio 2021, 13:13

Safer Internet Day, la giornata mondiale per la sicurezza in rete

Un uso corretto della rete, più sicurezza e prevenzione per contrastare il cyberbullismo nell'era della digitalizzazione. E' quanto emerso questa mattina in occasione del Safer Internet Day, la giornata mondiale per la sicurezza in rete


venerdì, 22 maggio 2020, 18:32

Carceri, Sappe deluso dalle parole del neo-capo Dap Petralia

Lo dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri


mercoledì, 18 marzo 2020, 12:30

Coronavirus, cominciano a svuotare le carceri: chiesti i domiciliari per l'assassino dell'ispettore Raciti

Raciti, chiesti domiciliari per Speziale. Nuova Difesa: «Primi effetti devastanti del 'Cura Italia'. Non vanificare sacrificio di servitori dello Stato»


sabato, 29 febbraio 2020, 08:15

17 sigle sindacali unite per il nuovo manifesto dei sindacati militari

Dopo un dibattito ad ampio respiro, fortemente voluto da 17 sigle sindacali, tra cui il Nuovo Sindacato Carabinieri, sui contenuti normativi della legge sull'associazionismo sindacale militare, è stato approvato, all'unanimità il manifesto dei sindacati militari


martedì, 11 febbraio 2020, 12:06

Corso agenti di polizia locale per i concorsi sul territorio

Corso di preparazione e aggiornamento per aspiranti Agenti di Polizia Locale organizzato dal Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale in preparazione dei concorsi per agenti della Polizia Municipale sulla Provincia di Lucca


mercoledì, 5 febbraio 2020, 16:45

Con siringa infetta cerca di pungere agenti e il giudice lo libera: mandiamoci lui sulle Volanti

E' accaduto a Sesto San Giovanni, la ex Stalingrado d'Italia. Con siringa infetta cerca di pungere agenti e il giudice lo libera. Paoloni (Sap): «Cosa deve accadere per vedersi convalidato un arresto?»


Ricerca nel sito