Anno 7°

martedì, 22 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cuori in divisa

Giorgio Napolitano in vacanza con 4 agenti di scorta. Paoloni (Sap): «Ci sono priorità più importanti, Napolitano può scegliere vacanze meno impegnative»

martedì, 23 luglio 2019, 12:56

«Quattro agenti di scorta per Giorgio Napolitano e per sua moglie. Due ciascuno, in modo tale da potersi spostare per le proprie esigenze. E’ la richiesta pervenuta alla questura di Livorno, dove il presidente emerito e sua moglie, sono in vacanza per 45 giorni. Intanto i colleghi sono costretti a turni sfiancanti e mal retribuiti perché mancano uomini sul territorio».

Lo riferisce Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), in merito all’assegnazione di uomini per la scorta, chiesta dal presidente emerito Giorgio Napolitano per la sua vacanza a Marina di Cecina

«L’apparato della sicurezza è al collasso per i tagli dissennati applicati dai precedenti esecutivi, e spacciati per “razionalizzazione”. Non abbiamo vestiario, non abbiamo uomini e non abbiamo mezzi. Livorno – prosegue – risente poi particolarmente di queste difficoltà. Sono pochi gli uomini addetti al controllo del territorio per la repressione dei reati. E’ inammissibile assegnarne ben quattro per le vacanze di Napolitano e consorte. Andrebbero riviste le scorte, razionalizzare in tal senso. E nel frattempo – conclude – Napolitano potrebbe scegliere di fare vacanze meno impegnative».

Commento di Aldo Grandi: eccola la classe politica e dirigente verniciata di rosso. Quattro agenti di scorta per colui che, nel 1968, plaudiva ai carri armati sovietici in Cecoslovacchia. E paghiamo noi che non siamo mai stati politici di professione e che ogni mattina ci alziamo senza sapere se, a fine mese, riusciremo a mantenere a galla la barca della nostra esistenza. Che dire? Ci vien da rece. E ora querelateci anche per questo.


Questo articolo è stato letto volte.


Altri articoli in Cuori in divisa


lunedì, 14 ottobre 2019, 14:52

Aggredisce gli agenti, e sfascia suppellettili in Questura. Subito scarcerato. Paoloni (Sap): «Si continua ad alimentare senso di impunità»

«Quattro cittadini stranieri in stato di ubriachezza, sono stati fermati dai colleghi delle volanti di Catania, in pieno centro, mentre tentavano di arrampicarsi su di una impalcatura. All’arrivo dei colleghi, due di questi hanno iniziato ad inveire con spintoni, calci e pugni al petto, ferendogli agenti che hanno avuto prognosi...


martedì, 8 ottobre 2019, 18:08

Bari, lancio bomba carta due agenti feriti a orecchio e piede. Paoloni (Sap): «Solidarietà ai colleghi, basta aggressioni»

«A Bari è in corso una manifestazione di pescatori che ha visto momenti di violenza con tensioni e lancio di bombe carta contro la Polizia. A causa del lancio di uno di questi ordigni artigianali, due colleghi hanno riportato ferite ad un orecchio e al piede.


martedì, 8 ottobre 2019, 18:03

Nigeriano tenta di sfilare pistola a poliziotto e lo aggredisce. Paoloni (Sap): «Sfiorata ennesima tragedia»

«Avrebbe potuto prendere un’altra e ben tragica piega quello che è accaduto ieri a Roma in zona Esquilino. A pochi giorni dall’immane tragedia di Trieste, un altro collega ha rischiato la vita a causa di un nigeriano che lo ha aggredito tentando di sottrargli la pistola di ordinanza.


martedì, 8 ottobre 2019, 09:46

Il NSC esprime solidarietà alle famiglie dei poliziotti uccisi a Trieste e chiede la modifica dell’articolo 5

La segreteria del Nuovo Sindacato Carabinieri esprime solidarietà e vicinanza ai familiari dei colleghi uccisi a Trieste ma dichiara preoccupazione per le dichiarazioni del segretario del SAP, Stefano Polloni


sabato, 5 ottobre 2019, 20:08

Già libero il soggetto ben noto alle forze dell'ordine arrestato per l'aggressione a Cecina di due agenti, una poi colpita da ischemia, l'ira dell'Fsp Polizia: "Così nulla può funzionare, hai voglia di morti..."

"Mentre i corpi dei nostri due colleghi ammazzati a Trieste sono ancora caldi, un soggetto già ben noto alle forze dell'ordine arrestato per l'aggressione avvenuta a Cecina ai danni di altri poliziotti, finiti in ospedale, una con un'ischemia dovuta probabilmente al trauma subito, è già tornato in libertà"


mercoledì, 2 ottobre 2019, 23:58

Ferimento Fassina. Paoloni (Sap): «Mi spiace per quanto accaduto al consigliere Fassina ma a dirla tutta nel suo comportamento si rasenta l’ipotesi di resistenza a pubblico ufficiale»

Dopo una notte intera e quasi una giornata di analisi e confronti, è unanime il giudizio sull’operato della Polizia di Stato, posto in essere ieri sera di fronte alla sede di Roma Metropolitane


Ricerca nel sito