Anno 7°

martedì, 22 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cuori in divisa

50 immigrati accerchiano volante, la distruggono e mandano due agenti in ospedale

lunedì, 5 agosto 2019, 18:00

«Se non si interviene a livello normativo prevedendo ed applicando una pena severa alla condotta criminosa, chiunque in questo Paese potrà speronare una volante, distruggerla, accerchiare uomini in divisa, mandarli in ospedale o peggio, ucciderli. A questo gioco al massacro non ci stiamo».

È il duro commento di Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), all’ennesimo episodio di aggressione ai danni delle forze dell’ordine, avvenuto ieri a Milano, dove una volante, intervenuta a seguito di un incendio presso il centro d'accoglienza di Via Aquila, è stata accerchiata da circa 50 immigrati che, dopo aver distrutto l’auto, hanno mandato in ospedale i due agenti che hanno riportato fratture per le quali è stata necessaria ingessatura.

«Questo è il 94° episodio di violenza che contiamo. Come Sap – prosegue Paoloni – abbiamo iniziato la conta a partire dal mese di giugno. 94 episodi e 183 agenti feriti. In 70 casi su 94, l’aggressore è un cittadino straniero che tenta di eludere un controllo o è sotto effetto di stupefacenti. E’ la conta dei nostri feriti che non interessa a nessuno ma interessa a noi e alle nostre famiglie. Anche un poliziotto ha il sacrosanto diritto di tornare a casa sano e salvo e a chi dice che questo è il nostro lavoro, rispondiamo che l’aver scelto un lavoro rischioso non legittima la violenza gratuita nei nostri confronti. Senza voler entrare nel dibattito politico – conclude - resta chiaro che l’approvazione o meno del decreto sicurezza bis sarà un segnale inequivocabile della misura in cui la politica presta attenzione alle donne e agli uomini delle forze di polizia».

 


Questo articolo è stato letto volte.


Altri articoli in Cuori in divisa


lunedì, 14 ottobre 2019, 14:52

Aggredisce gli agenti, e sfascia suppellettili in Questura. Subito scarcerato. Paoloni (Sap): «Si continua ad alimentare senso di impunità»

«Quattro cittadini stranieri in stato di ubriachezza, sono stati fermati dai colleghi delle volanti di Catania, in pieno centro, mentre tentavano di arrampicarsi su di una impalcatura. All’arrivo dei colleghi, due di questi hanno iniziato ad inveire con spintoni, calci e pugni al petto, ferendogli agenti che hanno avuto prognosi...


martedì, 8 ottobre 2019, 18:08

Bari, lancio bomba carta due agenti feriti a orecchio e piede. Paoloni (Sap): «Solidarietà ai colleghi, basta aggressioni»

«A Bari è in corso una manifestazione di pescatori che ha visto momenti di violenza con tensioni e lancio di bombe carta contro la Polizia. A causa del lancio di uno di questi ordigni artigianali, due colleghi hanno riportato ferite ad un orecchio e al piede.


martedì, 8 ottobre 2019, 18:03

Nigeriano tenta di sfilare pistola a poliziotto e lo aggredisce. Paoloni (Sap): «Sfiorata ennesima tragedia»

«Avrebbe potuto prendere un’altra e ben tragica piega quello che è accaduto ieri a Roma in zona Esquilino. A pochi giorni dall’immane tragedia di Trieste, un altro collega ha rischiato la vita a causa di un nigeriano che lo ha aggredito tentando di sottrargli la pistola di ordinanza.


martedì, 8 ottobre 2019, 09:46

Il NSC esprime solidarietà alle famiglie dei poliziotti uccisi a Trieste e chiede la modifica dell’articolo 5

La segreteria del Nuovo Sindacato Carabinieri esprime solidarietà e vicinanza ai familiari dei colleghi uccisi a Trieste ma dichiara preoccupazione per le dichiarazioni del segretario del SAP, Stefano Polloni


sabato, 5 ottobre 2019, 20:08

Già libero il soggetto ben noto alle forze dell'ordine arrestato per l'aggressione a Cecina di due agenti, una poi colpita da ischemia, l'ira dell'Fsp Polizia: "Così nulla può funzionare, hai voglia di morti..."

"Mentre i corpi dei nostri due colleghi ammazzati a Trieste sono ancora caldi, un soggetto già ben noto alle forze dell'ordine arrestato per l'aggressione avvenuta a Cecina ai danni di altri poliziotti, finiti in ospedale, una con un'ischemia dovuta probabilmente al trauma subito, è già tornato in libertà"


mercoledì, 2 ottobre 2019, 23:58

Ferimento Fassina. Paoloni (Sap): «Mi spiace per quanto accaduto al consigliere Fassina ma a dirla tutta nel suo comportamento si rasenta l’ipotesi di resistenza a pubblico ufficiale»

Dopo una notte intera e quasi una giornata di analisi e confronti, è unanime il giudizio sull’operato della Polizia di Stato, posto in essere ieri sera di fronte alla sede di Roma Metropolitane


Ricerca nel sito