Anno XI

sabato, 18 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cuori in divisa

Safer Internet Day, la giornata mondiale per la sicurezza in rete

martedì, 9 febbraio 2021, 13:13

di chiara grassini

Un uso corretto della rete, più sicurezza e prevenzione per contrastare il cyberbullismo nell'era della digitalizzazione. E' quanto emerso questa mattina in occasione del Safer Internet Day, la giornata mondiale per la sicurezza in rete.

L'evento, trasmesso sul sito poliziadistato.it e sul proprio canale Youtube, è rivolto alle scuole di tutta Italia coinvolgendo oltre 200 mila studenti.

Hanno partecipato all'iniziativa il capo della polizia Franco Gabrielli, il capo dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali del Miur Giovanna Boda, l'amministratore delegato Unieuro Giancarlo Nicosanti e la direttrice del servizio polizia postale e della comunicazione Nunzia Ciardi.

Gabrielli ha ribadito l'importanza di andare nelle scuole per portare al centro dell'attenzione la sicurezza, entrare in sintonia con il linguaggio dei ragazzi ed essere sempre di più al servizio della comunità e della società che guardano al futuro. Durante l' incontro ha sottolineato un altro aspetto importante, ovvero quello della repressione e dell' utilizzo improprio del web.

"Attraverso partnership tra il pubblico, il ministero dell'interno, dell'istruzione e Unieuro si possonoconseguire dei risultati importanti - ha detto - . Sono battaglie che si fanno insieme e che vedono sì il coinvolgimento delle istituzioni pubbliche ma anche quello dei genitori e degli adulti. Bisogna prevenire e indicare i rischi perchè il web può portare a delle cadute pazzesche segnando le persone".

Giovanna Boda ha voluto mostrare un breve video scelto come spot inserito all'interno del programma generazioni connesse. Si tratta di un documentario sul bullismo e sul cyberbullismo realizzato dal liceo Mazzini di Napoli e di Sant'Antimo. Il capodipartimento del Miurha inoltre precisato che le figure degli insegnanti sono fndamentali e che "dobbiamo pensare sempre di più a dei corsi di formazione fatti dai docenti per i docenti". "Grazie alla collaborazione tra polizia e scuolasono stati formati migliaia di professori - ha spiegato Boda -. L'obiettivo è di raddoppiare e coinvolgere 8000 scuole italiane".

Nel corso del Safer Internet Day sono intervenuti diversi giovani vittime di bullismo e he hanno raccontato le loro vicende. E' il caso di Alessia, ad esempio. Presa di mira dai compagnidi classe perchè ha dai capelli rossi. Definita "una poco di buono" e soprattutto "una che porta sfortuna", ha iniziato a piangere molto senza dire niente ai genitori per non far pesare la situazione. Camilla, altra vittima, presa in giro perchè indossa un busto per problemi di salute. A scuola le scrivono parole pesanti sul diario, prendono a calci la sedia e lei si chiude in se stessa, ha paura, si spegne piano piano fino a che un giorno denuncia il fatto insieme ai suoi genitori perchè "prova un malessere interiore legato a quello che accade in classe".

Ma i dati sono allarmanti se non preoccupanti. Durante la pandemia sono esplosi i reati online e nel 2020 ci sono stati aumenti del 70 per cento.Nunzia Ciardi ha fornito maggiori dettagli proprio per mettere in evidenza gli incrementi menzionati. 130 per cento pedopornografia e tra gli 0 e i 9 anni un adescamento del 40 per cento. Mentre tra gli 0 e i 13 anni si parla di ricatti sessuali di cui 14 denuce ( quattro tra gli 0 e i 9 anni).

La paura prende il sopravvento e di conseguenza risulta difficile prendere coraggio e sporgere denuncia. " Denunciare significa uscire da una situazione di dolore- ha commentato Nunzia Ciardi.

Giancarlo Nicosanti ha invece parlato del progetto #cuoriconnesi dal quale è nato un libro "Cuori connessi - Cyberbullismo, bullismo e vite online. Tu da che parte stai?" Il manuale si può trovare gratuitamente nei negozi Unieuro oppure online su cuoriconnessi.it . Giunto alla sua seconda edizione ha avuto un enorme successo perchè sono state scaricate oltre 10.0000 copie


Questo articolo è stato letto volte.



Altri articoli in Cuori in divisa


sabato, 18 settembre 2021, 18:08

"Detenuti aggrediscono poliziotti penitenziari nel carcere di Lucca"

Lo rende noto Giuseppe Proietti Consalvi, vice segretario generale O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria)


martedì, 10 agosto 2021, 18:02

Nuovo Sindacato Carabinieri: "Urge aumento degli organici, compagnie della provincia sottonumero"

La segreteria provinciale di Lucca del Nuovo Sindacato Carabinieri chiede a voce alta una rivisitazione in aumento degli organici in maniera stabile e non temporanea, tale da permettere una miglior qualità del lavoro e una maggiore serenità nel personale impegnato, soprattutto nelle località turistiche


giovedì, 1 aprile 2021, 13:39

Montemagni (Lega): "Carcere di Lucca sotto organico, doveroso recepire l'accorato appello del sindacato Sappe"

Così, in una nota, interviene Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega


venerdì, 22 maggio 2020, 18:32

Carceri, Sappe deluso dalle parole del neo-capo Dap Petralia

Lo dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri


mercoledì, 18 marzo 2020, 12:30

Coronavirus, cominciano a svuotare le carceri: chiesti i domiciliari per l'assassino dell'ispettore Raciti

Raciti, chiesti domiciliari per Speziale. Nuova Difesa: «Primi effetti devastanti del 'Cura Italia'. Non vanificare sacrificio di servitori dello Stato»


sabato, 29 febbraio 2020, 08:15

17 sigle sindacali unite per il nuovo manifesto dei sindacati militari

Dopo un dibattito ad ampio respiro, fortemente voluto da 17 sigle sindacali, tra cui il Nuovo Sindacato Carabinieri, sui contenuti normativi della legge sull'associazionismo sindacale militare, è stato approvato, all'unanimità il manifesto dei sindacati militari


Ricerca nel sito