Anno 7°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Aumento dell'Iva, l'analisi di Confcommercio: impatto devastante sui consumi

martedì, 1 ottobre 2013, 13:18

Confcommercio Imprese per l’Italia – provincia di Lucca, in merito all’aumento dell’aliquota Iva salita al 22 per cento, coglie l’occasione per ribadire i gravi effetti che questo ulteriore incremento avrà su un tessuto imprenditoriali già costretto da tempo a fare i conti con la gravissima crisi economica generale. A supporto di tale tesi, vengono di seguito riportati i dati raccolti dall’Ufficio studi nazionale di Confcommercio, che spiegano chiaramente le ricadute prodotte dalla manovra del Governo.

Impatto sui consumi: si amplificherebbe la già drammatica situazione dei consumi che, dopo aver chiuso il 2012 a -4,3%, chiuderà, senza interventi, anche quest'anno in negativo a -2,4%. L'incremento dell'Iva, che si tradurrebbe in una riduzione dei consumi dello 0,1% a parità di altre condizioni, andrebbe a incider negativamente sulle spese del mese di dicembre e quindi delle festività, momento nel quale, invece, potrebbero concretizzarsi finalmente gli auspicati segnali di ripresa.

Impatto sui prezzi: in una situazione in cui l'inflazione è sostanzialmente sotto controllo, si avrebbe un incremento dei prezzi tra ottobre e novembre di circa lo 0,4%, il cosiddetto "effetto scalino", con inevitabili effetti di trascinamento anche nel 2014; nel dibattito attuale si dimentica quanto accaduto nel 2012: se, in termini di caduta dei consumi, è stato l'anno peggiore della storia repubblicana, ciò è stato dovuto anche all'incremento dell'Iva avvenuto a metà settembre 2011. Perché ripetere lo stesso errore dall’1 ottobre?

Impatto sul gettito: come già accaduto con l'aumento dell'aliquota dal 20 al 21%, la contrazione della domanda porterebbe con sé anche una riduzione del gettito Iva atteso. Impatto su produzione e occupazione: la perdita di produzione, determinata dal calo dei consumi, comporterebbe, a regime, una riduzione dell'occupazione approssimativamente di 10 mila posti di lavoro.

Impatto sulle imprese: in una situazione già di estrema difficoltà per le imprese del commercio, gravate da una pressione fiscale da record mondiale e dal mancato pagamento dei debiti della pubblica amministrazione, un'ulteriore contrazione della domanda interna porterà alla chiusura di molte attività.

Impatto sui redditi: risulteranno più penalizzate le famiglie a basso reddito in quanto la pressione Iva (rapporto tra Iva pagata e reddito) per il 20% di famiglie più povere arriverebbe al 10,5%, mentre per il 20% di famiglie più ricche sarebbe del 7,5%.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


giovedì, 20 giugno 2019, 17:17

Lfree, una start up lucchese di successo: parlano le due giovani imprenditrici, Maria Sole Facioni ed Eleonora Zeni

Il 30 maggio nelle scuole lucchesi comunali si è tenuta la giornata senza lattosio e nell'occasione è stato distribuito materiale informativo e offerta la prima merendina certificata lactose & milk free con il Marchio Lfree della linea Si con Riso di Riso Scotti


giovedì, 20 giugno 2019, 16:58

Lucca a Dakar per illustrare le esperienze e risorse del riciclo dei rifiuti

L'assessore all'ambiente Francesco Raspini si trova da alcuni giorni a Dakar in Senegal per parlare dell'esperienza del riciclo dei rifiuti a Lucca. L'incontro fa parte del programma organizzato nel paese africano da una rete di associazioni ed enti toscani per realizzare azioni di cooperazione territoriale supportati dalla Regione Toscana


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 20 giugno 2019, 15:49

Informatizzazione del Comune: i cittadini potranno effettuare i pagamenti per i servizi demografici attraverso bancomat e carta di credito

L'assessore Bove: “Avanti nel processo di informatizzazione con l'obiettivo di facilitare il rapporto dei cittadini con il Comune”


giovedì, 20 giugno 2019, 13:31

Fondazione Coesione Sociale: un seminario sulla disabilità

Si terrà martedì 25 giugno, dalle 15.30, nell’Auditorium del Complesso di San Micheletto, il seminario “Disabilità e salute mentale in Toscana” realizzato in collaborazione con CESVOT e dedicato tutti coloro che, all’interno di enti pubblici e associazioni, vivono quotidianamente problematiche e vicende legate, appunto, alla disabilità e alla salute mentale


giovedì, 20 giugno 2019, 12:30

Decessi e infortuni sul lavoro: i dati in Toscana

Con riferimento alla regione Toscana, i decessi sul lavoro dello scorso anno sono stati 9: 5 a Firenze, 2 a Siena, 1 a Lucca, 1 a Pisa. Non sono invece stati registrati infortuni mortali sul lavoro nelle province di Arezzo, Grosseto, Livorno, Massa Carrara, Pistoia e Prato


mercoledì, 19 giugno 2019, 17:40

Centri per l’impiego: la regione ha previsto 700 assunzioni entro il 2021

L’obiettivo rimane la stabilità di numerosi lavoratori qualificati ma precari. Incontro a Palazzo Ducale tra provincia, comuni e i consiglieri regionali Baccelli e Montemagni