Anno 7°

mercoledì, 12 dicembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Assocarta: "Bolletta energetica europea per scongiurare la paralisi competitiva"

giovedì, 16 ottobre 2014, 15:01

Dopo l´allarme rosso lanciato ieri dal presidente di Assocarta, a Lucca, per l´esplosione degli oneri parafiscali che pesano per il 17% sulla bolletta energetica delle cartiere (1,3 miliardi di euro/anno) si è tornati quest´oggi al MIAC a parlare di energia con il seminario organizzato da Assocarta Servizi Srl "Clima ed energia: il settore cartario tra efficienza energetica e mercati".

"Le cartiere italiane sono a rischio "paralisi competitiva" rispetto mercati competitor dove viene allocata quasi metà della produzione di carta e cartone", ha denunciato con forza il Presidente di Assocarta, Paolo Culicchi durante l´evento. "A questo punto l'unica soluzione - continua - è una politica energetica europea che preveda una tariffa energetica unica per il manifatturiero" aggiunge Culicchi "in questo modo sarà possibile affrontare le distorsioni competitive sui costi energetici come quelle che ci sono in Italia e la rinnovata competitività degli USA grazie allo shale gas. Cosi sarà possibile raggiungere il 20 per cento del PIL europeo dal manifatturiero, obiettivo che deve essere considerato vincolante al pari di quelli ambientali".

Il seminario, moderato da Davide Tabarelli di Nomisma Energia, si è incentrato sulle variabili che generano costi energetici diretti o indiretti in cartiera e sugli strumenti che vengono utilizzati per il loro controllo quali: acquisti sofisticati delle commodities, miglioramento dell´efficienza energetica ed emissiva e ottimizzazione della gestione dei titoli CO2. Sono intervenuti Antonio Nodari di Poyry, Nicola Rega di CEPI, Nino Franco di Enea. L´incidenza del costo energetico per il settore cartario rispetto al valore della produzione si attesta tra il 20% e il 45% a seconda delle tipologie di prodotto.

"Se si considera l´incidenza del costo energetico sul valore aggiunto della produzione - spiega Massimo Medugno, dg Assocarta - così come viene calcolato in Germania superiamo il 50%". Medugno ha inoltre sottolineato come le misure di supporto all´industria energivora in Italia siano inefficaci rispetto al resto d´Europa. Le imprese energivore europee non pagano gli oneri sull'autoconsumo, meno che mai su quelli esistenti.

Esiste ad esempio una forte disparità di trattamento tra le cartiere in Italia e in Germania dove si prevedono oneri sull´autoconsumo che non andranno a riguardare impianti già esistenti o settori energivori come nel nostro Paese. Mentre la bolletta elettrica del settore rimane significativamente superiore ai 120 Euro/MWh, oltre il doppio del competitor tedesco. Se invece consideriamo il costo della bolletta complessiva (elettricità e gas) è superiore a 1,3 miliardi di euro pari al 20% del valore del fatturato, escludendo il costo degli oneri CO2.

Il conto pagato dal settore in termini di oneri di sistema e costi accessori arriva a 230 milioni di euro l´anno, circa il 17% del costo totale della bolletta. A questo valore si il 5% degli oneri di sistema all´autoconsumo introdotti dall´Art.24, tema già dibattuto dal Presidente Culicchi ieri al MIAC per il quale è stato lanciato un appello al Governo, pena il rischio di una "paralisi competitiva" che si sta allargando a macchia d´olio bloccando anche il rilancio gli investimenti.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


scopri la Q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


martedì, 11 dicembre 2018, 18:46

Trasporto pubblico locale: fumata grigia dal confronto tra prefettura, Provincia, sindaci e azienda di trasporto

L'incontro era stato convocato dal presidente Luca Menesini dopo i recenti disagi. Vaibus Ctt Nord annuncia l'arrivo di nuovi mezzi: 9 a gennaio altri nella prossima primavera


martedì, 11 dicembre 2018, 16:49

Filcams-Cgil: "Siglato il primo accordo aziendale che dice no a Conflavoro"

Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato della Filcams-Cgil che attacca duramente il sindacato delle piccole e medie imprese Conflavoro


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 11 dicembre 2018, 12:25

Incontro Cna a Lucca sui contributi per l'innovazione

Il 17 dicembre prossimo aprirà il bando della Regione Toscana che consente di ottenere dei contributi a fondo perduto fino al 75 per cento delle spese sostenute per le imprese che effettuano investimenti finalizzati all’acquisizione di consulenze e di servizi a sostegno dell’innovazione


lunedì, 10 dicembre 2018, 13:58

Conflavoro, presentati i coordinatori dei settori merceologici

Per ogni sezione merceologica un coordinatore. Parte dalla provincia di Lucca la nuova organizzazione interna di Conflavoro, sindacato delle piccole e medie imprese guidato da Roberto Capobianco. I nuovi coordinatori sono stati presentati stamani presso la sede dell'associazione


lunedì, 10 dicembre 2018, 11:14

Stop al cibo anonimo, Coldiretti: “A Natale scegliamo i prodotti locali e occhio all’etichetta”

Stop al cibo anonimo. Anche il sindaco di Capannori e presidente della provincia di Lucca, Luca Menesini firma la petizione di Coldiretti promossa insieme ad altre nove organizzazioni per estendere l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti


giovedì, 6 dicembre 2018, 12:55

In arrivo anche a Lucca le nuove tariffe del servizio idrico integrato

Entra in vigore le nuova modulazione delle tariffe del servizio idrico integrato approvata dall'Autorità Idrica Toscana con la delibera n.14 del 27/07/2018. Come previsto dai tempi dettati dalla nuova normativa Geal, l'azienda che gestisce il servizio idrico nel comune di Lucca, sta inviando le prime bollette agli utenti