Anno XI

martedì, 27 luglio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Ricercatori europei in visita a S.Alessio al progetto di ricarica artificiale delle acque

giovedì, 23 aprile 2015, 14:16

Il sito sperimentale sul fiume Serchio a Sant'Alessio è stato, nei giorni scorsi, la méta della visita di una cinquantina di ricercatori che partecipano al progetto Marsol – di cui la Provincia di Lucca è partner – e che, in questo modo, hanno potuto vedere di persona l'applicazione del progetto che permette di sfruttare la ricarica artificiale delle acque del Serchio per portare circa 600 litri al secondo (pari a 18 milioni di metri cubi all'anno) di acqua potabile a Lucca, Pisa e Livorno.

Il progetto vuole dimostrare come grazie alla ricarica artificiale dei bacini, sia possibile risolvere i problemi di carenza idrica, tenuto conto anche del fatto che i cambiamenti climatici in atto comporteranno sempre più dei prolungati periodi di siccità.

La Provincia di Lucca – assieme alla Scuola Sant'Anna di Pisa e alla Società Tea Sistemi spa – ha installato nel campo pozzi di Sant'Alessio, un controllo sperimentale che servirà a verificare in tempo reale i principali parametri chimico-fisici delle acque sotterranee e del fiume Serchio.

Tutti i parametri rilevati vengono inseriti in una banca dati dove vengono elaborati per delineare degli scenari di rischio per i differenti periodi di simulazione.

Recenti studi a carattere regionale hanno stimato che nelle regioni mediterranee, a causa dei cambiamenti climatici, nell’anno 2100, a fronte di una costante crescita della popolazione, sarà disponibile solo il 50 per cento delle risorse idriche oggi presenti e questo si tradurrà in siccità e perdita di colture.

Il progetto europeo Marsol sta prendendo in esame otto siti campione – distribuiti tra Grecia, Portogallo, Spagna, Malta, Italia e Israele – l'impiego di acque provenienti da origini diverse, come quella desalinizzata dell'Oceano, l'acqua del fiume e le acque reflue trattate, in modo che possano essere immagazzinate nel sottosuolo con diverse tecniche. Uno di questi siti, appunto, è quello di Sant'Alessio, dove i ricercatori hanno potuto vedere in azione l'avanzato sistema di controllo installato dalla Provincia di Lucca, anche grazie alla disponibilità della società Geal Spa.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


lunedì, 26 luglio 2021, 18:06

Essity si difende: "Agiamo in conformità e sono aperte le consultazioni"

Non tarda ad arrivare la risposta di Essity verso i sindacati dopo il commento riguardo la situazione interna dell'azienda


lunedì, 26 luglio 2021, 17:03

Favilla (Confartigianato): "Green pass, molti punti critici"

Nuovo decreto legge Covid. I dubbi di Confartigianato sul ‘Green pass’ nelle parole di Roberto Favilla, direttore di Confartigianato Imprese Lucca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 26 luglio 2021, 10:53

Calo immatricolazioni autobus: Lucca maglia nera

Lucca maglia nera (-85%). In provincia però il 53% del parco circolante appartiene alle categorie Euro 5 e 6. Male il trasporto merci, nuove targhe giù del 21,1%


lunedì, 26 luglio 2021, 10:48

Gal Montagnappennino, rinnovato il cda

L’Assemblea dei Soci del GAL Montagnappennino, riunitasi nel pomeriggio di ieri in modalità mista, online e presso la sede del GAL in Borgo a Mozzano, ha riconfermato con voto palese ed unanime Marina Lauri, alla presidenza della società


venerdì, 23 luglio 2021, 14:08

La Lucca del futuro passa per 18 progetti di riqualificazione urbana

I progetti si concentrano in due zone: San Concordio, dall'area Gesam al parco ferroviario fino ai Macelli (8 progetti), Ponte a Moriano (8 progetti) e zona urbana nord e parco fluviale (due progetti)


venerdì, 23 luglio 2021, 13:25

Green pass, Confesercenti: "Colpiti ancora ristoranti e bar"

Non piace a Confesercenti area lucchese l’ultimo decreto del governo Draghi che introduce il certificato vaccinale per sedersi al chiuso in bar e ristoranti