Anno 7°

domenica, 23 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Un'Europa di nome, ma non di fatto

lunedì, 16 novembre 2015, 20:58

'L'Europa, l'euro, storia e futuro di un progetto incompiuto': c'era tanta gente, questa mattina a Palazzo Ducale nella sala Ademollo, per la conferenza-dibattito di Michele Bovenzi, figlio del noto primario di cardiologia dell’ospedale San Luca professor Francesco.

Organizzata dai Lions di Lucca, la giornata è stata presieduta da Vittorio Silvestrini, presidente in carica dei Lions, dal professor Marcello Pera e dall’avvocato Alberto Del Carlo presidente della Fondazione Banca del Monte.

Una relazione chiara e interessante quella fatta da Bovenzi dove si sottolinea il processo irreversibile per gli Stati Uniti di Europa, un processo che è iniziato 70 anni fa e che ha garantito 70 anni di pace, capitali beni e servizi uguali per tutti i cittadini dell’unione, integrazione monetaria su 28 stati aderenti.

Questi punti, che sono l’aspetto positivo del sistema, hanno dentro di sé dei processi che si devono migliorare come l’integrazione socio-economica - attualmente il fiscal compact è insufficente e diverso fra gli stati - e una convergenza su una migliore prosperità economica e di vita. Qui Bovenzi ha spiegato che il terreno è più accidentato. L’Europa ha sicuramente buone possibilità di crescita così come il nostro paese se investiamo in cultura e ricerca.

Riportando le parole usate da Mario Draghi «Le banche centrali esistono per preservare l’integrità della moneta. Questa funzione delle banche centrali discende dall’esperienza storica, che mostra come una moneta sana sia fondamentale per la prosperità economica e la stabilità sociale. Nelle parole di John Kenneth Galbraith: “Quando la moneta è cattiva, la gente la vuole migliore, quando è buona pensa ad altro”. Noi vogliamo una moneta sana proprio perché vogliamo che la gente possa pensare ad altro e possa fare altro: lavorare, risparmiare, investire, innovare.»

A questa affermazione la replica di Marcello Pera che, riconoscendo alcuni aspetti postivi di questo processo, sostiene che non basta, bisogna creare l’anima, lo spirito politico e non solo economico che unisca i vari paesi in unico vero stato - al momento attuale stiamo perdendo le sovranità nazionali perché ogni manovra finanziaria dei paesi membri viene ratificata dalla commissione europea - non eletta dai popoli, ma nominata dai vari capi di stato. Quindi si tratta di un processo irreversibile che vedrà impegnate questa generazione e le generazioni future sulla costruzione di un vero governo politico e di un'unica identità integrandola, poi, al sistema economico e lavorativo.

M. B.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


tambellini


tuscania


toscano


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


sabato, 22 febbraio 2020, 13:16

CardioLucca 2020: si chiude la tre giorni di confronto scientifico per 1000 specialisti provenienti da tutta Italia

Tre giorni di intenso confronto sulla moderna scienza del cuore e sullo stato di avanzamento della ricerca cardiovascolare: un nuovo successo dall'alto valore culturale per la quattordicesima edizione di CardioLucca, che ha fatto registrare 1000 specialisti iscritti provenienti da ogni regione d'Italia e ben 120 relatori


giovedì, 20 febbraio 2020, 15:59

Mercato Don Baroni, Anva: "Discutiamo su idee fattibili"

E’ Leonetto Pierotti, presidente Anva Lucca, ad intervenire sul botta e risposta tra opposizione e amministrazione comunale sulla situazione del mercato bisettimanale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 20 febbraio 2020, 13:37

A Lucca una nuova esperienza abitativa per 18 persone con sindrome di Down

A Lucca una nuova esperienza abitativa per 18 persone con sindrome di Down. Il progetto dell’Associazione Down Lucca può contare sul sostegno della Fondazione per la Coesione Sociale


lunedì, 17 febbraio 2020, 17:58

Alla scuola Massei di Mutigliano nasce una cooperativa simulata per restaurare l'organo su cui suonò Puccini

Nell'ambito del progetto regionale ICS (Impresa Cooperativa Simulata) promosso da Confcooperative Toscana e dalla Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo, anche la provincia di Lucca si è resa protagonista grazie alla partecipazione della scuola secondaria di primo grado "C. Massei" di Mutigliano dell'Istituto Comprensivo Lucca 4


lunedì, 17 febbraio 2020, 16:05

Troppe tessere ancora da ritirare: slitta al 9 marzo l'entrata in funzione di Garby

Scade sabato 29 febbraio il termine ultimo per ritirare le nuove tessere di Sistema Ambiente, indispensabili per aprire sia le nuove isole ecologiche fuori terra, denominate Garby, sia le isole interrate già esistenti


lunedì, 17 febbraio 2020, 15:15

Incidente a Mutigliano, Cub Trasporti insorge: "Class action ed azioni penali e civili"

Cub Trasporti, assistita dagli stessi legale della Strage di Viareggio, pronti ad intraprendere una class action e altre azioni civili e penali insieme ai soggetti coinvolti dal servizio pubblico