Anno 5°

venerdì, 19 gennaio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Difesa idraulica e attenzione al territorio: unità di intenti tra ANCE e il Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord

martedì, 9 gennaio 2018, 15:26

Si è svolto nei giorni scorsi un incontro tra il Presidente dell’Associazione nazionale dei costruttori edili (ANCE) Toscana Nord, Stefano Varia e il presidente del Consorzio di Bonifica Toscana Nord, Ismaele Ridolfi, un’occasione creata per focalizzare l’attenzione sui temi inerenti la difesa del suolo e legati al comparto delle costruzioni di cui Ance Toscana Nord rappresenta le maggiori realtà produttive nell’ambito del circuito delle Casse edili di Lucca, Pistoia e Prato.

Numerosi i temi emersi e oggetto di confronto, soprattutto inerenti i lavori programmati dal Consorzio nell’ambito del PSR regionale che consentiranno di attuare, nei prossimi anni, importanti interventi di messa in sicurezza di versanti e corsi d’acqua nel comprensorio.

Ance Toscana Nord ha ribadito l’importanza di mantenere alta l’attenzione sulla tutela delle piccole e medie imprese che formano il tessuto imprenditoriale locale, realtà legate al territorio che cercano di mantenere l’occupazione in un settore che ancora fatica a ripartire e che, soprattutto, sono capaci di offrire una risposta efficace alle esigenze dell’ente in termini di professionalità e reperibilità.

“E’ stato un confronto molto proficuo – spiegaVaria – in particolare abbiamo apprezzato la precisa scelta del Consorzio di non ricorrere al sorteggio per la selezione delle imprese ma di attuare meccanismi di invito a rotazione degli operatori iscritti nell’albo fornitori e di valorizzare la partecipazione delle piccole e medie imprese anche attraverso l’elemento della collocazione geografica delle sedi operative delle aziende rispetto ai luoghi di esecuzione dei lavori, così come peraltro prevede la normativa e come da tempo chiediamo. Abbiamo inoltre segnalato anche il tema della manutenzione del Serchio, caro alla nostra Associazione e già oggetto, in passato, di numerose proposte agli Enti preposti, sul quale abbiamo chiesto che le competenze del Consorzio possano indirizzarsi concretamente verso le soluzioni da tempo auspicate, per le quali ribadiamo la disponibilità delle nostre imprese”.

“Con l’associazione nazionale dei costruttori edili abbiamo convenuto sulla massima trasparenza e utilità di modalità operative, sulla base di elenchi di fornitori che sono costantemente aperti e aggiornati, con cui il nostro Ente riesca a garantire un’ampia rotazione degli inviti e degli affidamenti – evidenzia Ridolfi – come è richiesto, tra l’altro, anche dal codice degli appalti e dalle linee guida dall’ANAC. Così come la nostra attenzione alle piccole e medie imprese, anche questo richiesto dalla normativa, ma spesso disatteso dalle stazioni appaltanti. L’attività del Consorzio dimostra inoltre come l’impegno per la sicurezza idraulica possa diventare un motore potente per lo sviluppo economico del territorio. Basti pensare agli 87 progetti, per un investimento totale di 17milioni di euro, che l’Ente consortile sta realizzando su tutto il comprensorio, grazie agli stanziamenti intercettati sulla linea di finanziamento europei del Programma di sviluppo rurale. Si tratta, naturalmente, di risorse che stanno andando in primis a risolvere problemi idraulici strutturali, più volte segnalati dai cittadini. Ma che diventano occasione formidabile per creare occasione di investimenti e lavoro per le aziende del nostro territorio”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


carismi san miniato


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px



essegi


Marco Catelli affitti


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


giovedì, 18 gennaio 2018, 21:21

Disservizi telefonici: un nuovo caso risolto dalla Federconsumatori

Un cittadino che si è rivolto allo Sportello della Federconsumatori di Altopascio ha segnalato di aver subito un grave disservizio telefonico. L'utente aveva chiesto la declassazione della linea telefonica da affari a residenziale; tuttavia, il gestore non aveva dato seguito a tale richiesta, continuando ad emettere fatture con il canone...


mercoledì, 17 gennaio 2018, 16:12

Una settimana di confronto sul comparto al Polo Tecnologico Lucchese

Si apre sabato 20 gennaio l’iniziativa dedicata all’ “Edilizia Sostenibile” promossa da Cna costruzioni e da Cna istallazioni impianti nella sede del Polo Tecnologico Lucchese a Sorbano del Giudice


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 16 gennaio 2018, 15:48

Scuole e edilizia scolastica, al via i sopralluoghi delle commissioni cultura e lavori pubblici

Un tour negli istituti scolastici di tutto il Comune, per rafforzare il legame tra le scuole e l'Amministrazione comunale, e per compiere un'attenta ricognizione delle criticità e degli ambiti di miglioramento degli edifici e delle strutture in cui, tutti i giorni, gli studenti lucchesi svolgono le loro attività


martedì, 16 gennaio 2018, 11:23

Cna: “No all’aumento delle tariffe autostradali”

L’ulteriore aumento del pedaggio della Bretella che collega Lucca a Viareggio, previsto dal primo gennaio scorso, non viene accettato dalla Fita Cna. Né questo aumento, né gli altri previsti sul territorio nazionale. L’associazione che tutela le imprese dell’autotrasporto ha infatti chiesto al Governo che tutti gli incrementi dei pedaggi vengano...


lunedì, 15 gennaio 2018, 19:09

Al via il progetto della prima scuola media internazionale sul territorio

“Un’iniziativa a cui io tengo molto” ha esordito la professoressa Donatella Buonriposi: “Sul territorio abbiamo già un esperienza, che sta funzionando molto bene, con i suoi numerosi iscritti, ossia il Liceo Internazionale; sono realtà nuove ed innovative e voi sapete che oggi il sistema linguistico in Italia fa fatica a...


giovedì, 11 gennaio 2018, 09:42

Franchi (Cgil): "Il salario minimo di legge e il contratto sulla produttività"

Il dirigente della Cgil Umberto Franchi interviene sul tema del salario minimo e del contratto sulla produttività dopo aver ascoltato, su La7, la proposta del Pd per fare aumentare i salari