Anno 5°

martedì, 16 gennaio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Docenti che rischiano il posto di lavoro, Buonriposi: "La sentenza è stata una sorpresa anche per noi"

giovedì, 4 gennaio 2018, 15:26

di barbara ghiselli

“Volevamo aprire un canale con le istituzioni ed è per questo che ci troviamo qui all'ufficio scolastico provinciale di Lucca per far conoscere meglio la difficile situazione in cui ci troviamo adesso con il rischio concreto di perdere i contratti di lavoro oltre ad essere cancellati dalle graduatorie ad esaurimento”. Esordisce così Luchino Galli, docente presso l'istituto comprensivo Lucca 4 e portavoce di una rappresentanza d'insegnanti della provincia di Lucca che hanno incontrato questa mattina Donatella Buonriposi, dirigente dell'ufficio scolastico interprovinciale di Lucca e Massa Carrara.

Ma com'è accaduto tutto ciò?

L'adunanza plenaria del consiglio di stato, dopo l'udienza tenutasi il15 novembre, ha pubblicato il 21 dicembre la sentenza definitiva negando il diritto dei docenti in possesso del diploma magistrale conseguito entro il 2001/2002 all'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento per l'infanzia e per la primaria e tutti i docenti che, erano riusciti ad entrare nello stesso grazie a ricorsi e a sentenze iniziali positive in questo senso, si trovano così a perdere la possibilità di avere un giorno il ruolo e di poter continuare questo lavoro facendo le supplenti a vita. Alcuni insegnanti, grazie alle prime sentenze positive, erano riusciti ad arrivare al tanto agognato “contratto a tempo indeterminato” nella scuola e per colpa di quest'ultima sentenza, devono ritornare ad uno stato di precarietà. Ma quanti sono questi insegnanti? A livello nazionale sono più di 50mila insegnanti, in Toscana più di 8mila e in provincia di Lucca risultano essere inseriti nella graduatorie ad esaurimento su posto comune nell'infanzia 707 insegnanti di cui 477 inseriti con riserva diploma magistrale mentre nella primaria posto comune sono inseriti 575 docenti di cui 545 inseriti con riserva diploma magistrale.

Ma chi fa parte di questi insegnanti che vede sfumare la possibilità di aspirare un giorno al ruolo?

Sono persone che hanno esperienza nelle scuole, anche di decenni, con supplenze annuali e che, a volte, per lavorare in questo campo hanno dovuto trasferirsi, fare corsi di aggiornamento a pagamento, persone che si sono quindi sacrificate sperando di ottenere un giorno il ruolo e che invece a causa di questa sentenza hanno visto fare marcia indietro alle loro speranze.

“La sentenza è stata una sorpresa anche per noi – ha dichiarato Buonriposi – purtroppo non possiamo dare certezze, dato che ci dobbiamo attenere alle disposizioni che ci darà il ministero però mi sento di dire che da parte nostra avete tutta l'attenzione e la disponibilità e, per quanto riguarda l'anno in corso, sento di poter affermare che nessuno di voi rischierà di non finire l'anno nella scuola ”.

Gli insegnanti, presenti all'incontro con la dirigente Buonriposi, hanno detto inoltre di aver spedito una lettera al presidente della regione Toscana Enrico Rossi, facendo presente la situazione e sperando in una sua risposta.

La questione è solo all'inizio, è previsto infatti uno sciopero nazionale da parte degli insegnanti che si trovano in questa condizione l'8 gennaio, giorno di rientro dalle vacanze natalizie e, a Roma, questo pomeriggio, il ministro dell'Istruzione Fedeli incontrerà i sindacati. Si attendono dunque nuovi aggiornamenti di questa difficile situazione per molti insegnanti e per le loro famiglie.

 


Questo articolo è stato letto volte.


carismi san miniato


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px



essegi


Marco Catelli affitti


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


martedì, 16 gennaio 2018, 15:48

Scuole e edilizia scolastica, al via i sopralluoghi delle commissioni cultura e lavori pubblici

Un tour negli istituti scolastici di tutto il Comune, per rafforzare il legame tra le scuole e l'Amministrazione comunale, e per compiere un'attenta ricognizione delle criticità e degli ambiti di miglioramento degli edifici e delle strutture in cui, tutti i giorni, gli studenti lucchesi svolgono le loro attività


martedì, 16 gennaio 2018, 11:23

Cna: “No all’aumento delle tariffe autostradali”

L’ulteriore aumento del pedaggio della Bretella che collega Lucca a Viareggio, previsto dal primo gennaio scorso, non viene accettato dalla Fita Cna. Né questo aumento, né gli altri previsti sul territorio nazionale. L’associazione che tutela le imprese dell’autotrasporto ha infatti chiesto al Governo che tutti gli incrementi dei pedaggi vengano...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 15 gennaio 2018, 19:09

Al via il progetto della prima scuola media internazionale sul territorio

“Un’iniziativa a cui io tengo molto” ha esordito la professoressa Donatella Buonriposi: “Sul territorio abbiamo già un esperienza, che sta funzionando molto bene, con i suoi numerosi iscritti, ossia il Liceo Internazionale; sono realtà nuove ed innovative e voi sapete che oggi il sistema linguistico in Italia fa fatica a...


giovedì, 11 gennaio 2018, 09:42

Franchi (Cgil): "Il salario minimo di legge e il contratto sulla produttività"

Il dirigente della Cgil Umberto Franchi interviene sul tema del salario minimo e del contratto sulla produttività dopo aver ascoltato, su La7, la proposta del Pd per fare aumentare i salari


martedì, 9 gennaio 2018, 15:26

Difesa idraulica e attenzione al territorio: unità di intenti tra ANCE e il Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord

Si è svolto nei giorni scorsi un incontro tra il Presidente dell’Associazione nazionale dei costruttori edili (ANCE) Toscana Nord, Stefano Varia e il presidente del Consorzio di Bonifica Toscana Nord, Ismaele Ridolfi, un’occasione creata per focalizzare l’attenzione sui temi inerenti la difesa del suolo e legati al comparto delle costruzioni


martedì, 9 gennaio 2018, 11:30

Confesercenti: "Saldi, primo bilancio non esaltante"

Da Confesercenti Toscana Nord arriva un primo sommario giudizio su questo fondamentale periodo per il commercio, periodo che negli ultimi anni è chiamato a rimettere in linea di galleggiamento i bilanci di tante attività: basta infatti dire che il volume di affare dei saldi (sia invernali che estivi) è quasi...