Anno 5°

sabato, 23 giugno 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Sterlina - Dollaro: continua proiezione ribassista

giovedì, 14 giugno 2018, 16:44

La coppia GBP / USD è scambiata appena sopra l'handle di 1,3300 prima della sessione di mercato di Londra, continuando a salire provvisoriamente dopo essere calata rapidamente dal massimo di aprile. La sterlina ha trovato un supporto tanto necessario da 1.3204 dopo il calo di oltre l'8% dal massimo di aprile di 1.4376 .

Una mancanza di fiducia rialzista è probabilmente ancora presente, in quanto il GBP rimbalza contro il dollaro in concomitanza con un sentimento di mercato più ampio. I timori che l’Italia possa tornare al voto, turbando la stabilità nell'Eurozona, per ora si sono ridotti.

Giovedì vede una serie di dati per il Regno Unito, a cominciare dalla misura nazionale del mese di maggio calato alle 06:00 GMT, con il tasso di y / y previsto in lieve aumento dal 2,6% al 3,0%. Poco dopo, alle 08:30 GMT, sarà una borsa mista, con credito al consumo di aprile (previsioni £ 1,63 miliardi, £ 0,254 miliardi precedenti), m / m Prestito netto a persone fisiche (previsto £ 5,2 miliardi, prev £ 5,4 miliardi), e Approvazioni ipotecarie per aprile, previsioni a 63 mila rispetto alla lettura precedente di 62.914 mila, un aumento molto minore.

La sterlina rimane esposta a ulteriori vendite e, come ha osservato l'analista di ForexItalia24, Andrea C., "nel breve termine, il rischio rimane sbilanciato al ribasso come nel grafico a 4 ore, la coppia non è in grado di superare i suoi 20 SMA, in bilico alcuni pips sotto di esso, mentre gli indicatori tecnici continuano a non andare da nessuna parte in territorio negativo”.

Poi ha aggiunto “La coppia è a malapena di 80 pips dal suo minimo annuale davanti a un nuovo catalizzatore, ma il comportamento di oggi ha dimostrato che una ripresa non dipende dalla debolezza del dollaro ma dalla forza possibile del Pound.”

GBP USD analisi tecnica

La mossa ribassista della sterlina britannica è proseguita in un'altra settimana. Dopo aver mostrato una parvenza di supporto attorno al livello chiave di 1.3500 nelle prime due settimane di maggio, la coppia GBP / USD ha posto una rottura al ribasso all'inizio della scorsa settimana per continuare in questa direzione. E con un pesante esborso di dati del Regno Unito sul calendario, il potenziale per una mossa ribassista più profonda c’è tutto.

La scorsa settimana abbiamo esaminato le configurazioni a corto raggio, utilizzando la resistenza attorno a quella area di supporto precedente. Questa impostazione si è conclusa martedì, dopodiché la coppia GBP / USD ha continuato a scendere a livelli minimi, eliminando due dei tre obiettivi nel processo. A questo punto, abbiamo assistito a un po' di dimostrazione del supporto in un'area familiare. La zona che va da 1.3269-1.3321 è un'area che ha contribuito a contrassegnare la resistenza in agosto, ottobre e novembre dello scorso anno; quindi, a dicembre, il supporto diventava più forte, prima che la coppia raggiungesse nuovi massimi post-Brexit.

A questo punto, la complicazione primaria con le posizioni a lungo termine intorno a GBP / USD è proprio come la mossa è diventata invadente. RSI è stato nel territorio oversold per tutto il mese di maggio, e mentre questo non preclude ulteriori cali, rende la prospettiva un po' più distante.

Con la tendenza al ribasso che ha contraddistinto la coppia fin’ora, gli operatori probabilmente vorranno continuare ad andare avanti con una prospettiva di corto raggio. Mentre una situazione di questa natura normalmente aprirebbe la possibilità di inversioni, questa è un'area in cui gli operatori probabilmente vorranno stare molto attenti.

Entrambi i temi della coppia sono stati piuttosto vivaci di recente, con un dollaro USA molto forte che mostra la maggior parte delle principali valute e una sterlina britannica molto debole.

Anche se questo è possibile, non è uno scenario ad alta probabilità. Invece, gli operatori possono cercare un pullback in questa mossa per aprire la porta per ulteriori configurazioni sul lato corto, in modo simile a quello che è stato visto la scorsa settimana. In questo modo, il rischio può essere gestito in modo tale che se si verifica un'inversione, la perdita può essere attenuata. È possibile osservare un'istanza attorno al manico di 1.3400. Questa è una zona da cui un precedente swing-low ha contribuito a stabilire un'altalena ad altissima resistenza il giovedì della scorsa settimana, e questo è anche un livello che può aprire la porta per le soste che vanno posizionate sopra la zona 1.3500.

Se vediamo i prezzi tornare a questo livello pur rimanendo al di sotto del livello massimo di 1,3421, è possibile implementare strategie sul lato corto, mirando a un nuovo test di 1.3300 seguito da target secondari a 1.3224 e quindi a 1.3117.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px



essegi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 22 giugno 2018, 15:10

Assemblea annuale della Confartigianato: ecco il dettaglio delle attività svolte le 2017

Si è tenuta nei giorni scorsi l’assemblea annuale della Confartigianato per l’approvazione, da parte dei delegati, della relazione dell’attività svolta nel 2017


venerdì, 22 giugno 2018, 13:18

Il 65% delle case italiane ha più di 30 anni e consuma in media 200 Kwh/mq

Risparmiare sui consumi per ridurre i costi in bolletta è ormai una delle priorità delle famiglie italiane. L’età media degli edifici presenti nella nostra Penisola però non è d’aiuto per il raggiungimento di questo scopo: secondo una ricerca di settore, infatti, il 65% di questi supera i 30 anni di...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 21 giugno 2018, 17:59

Lucca: medici rimborsati con oltre 370 mila euro dallo Stato

Medici in corsia senza essere pagati. Una discriminazione patita da chi si è specializzato tra il 1978 e il 2006 senza ricevere il corretto trattamento economico, nonostante fosse previsto dalle direttive Ue. Grazie alle azioni collettive portate avanti da Consulcesi, oltre 470 medici provenienti da tutta Italia ricevono a Firenze...


giovedì, 21 giugno 2018, 17:21

Conflavoro Pmi: “Attacco a pluralismo e libertà sindacale Il dumping non si sconfigge così”

Il presidente dell’associazione delle piccole e medie imprese, Roberto Capobianco critica la nota dell’Ispettorato del lavoro sulla ‘maggiore rappresentatività’ nella stipula dei Ccnl


giovedì, 21 giugno 2018, 13:20

Mercato artigianale in piazza Anfiteatro

Giovedì 21 e venerdì 22 giugno quasi venti banchi saranno presenti fino a tarda serata (circa le 23) per presentare manufatti di grande pregio e qualità, all’insegna di un artigianato da apprezzare e valorizzare


mercoledì, 20 giugno 2018, 17:52

Lucca Holding Servizi SRL, Pialli (Fisascat Cisl): "L'azienda si nasconde dietro presunte ristrettezze economiche"

In data odierna i lavorati della Lucca Holding Servizi SRL riuniti in assemblea hanno votato lo stato di agitazione. Tale decisione è stata presa in un momento particolare ed estremamente delicato per l'azienda che è protagonista dell'imminente acquisizione di un ramo di Gesam Spa