Anno 7°

giovedì, 24 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Consorzio di Bonifica, si vota per il rinnovo dell'assemblea

mercoledì, 9 gennaio 2019, 13:21

L’Ente di autogoverno del territorio, che si occupa specificatamente della sicurezza idraulica, va al voto per rinnovare i suoi organi.

Sono state infatti fissate per sabato 6 aprile prossimo le elezioni per il rinnovo dell’assemblea del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, che resterà in carica dal 2019 al 2024. Si voterà dalle ore 9,00 alle ore 19,00, in decine e decine di seggi che saranno allestiti in tutto il comprensorio di competenza: che comprende le province di Lucca e Massa-Carrara, l’Appennino Pistoiese e alcuni comuni del Pisano. Sarà possibile votare anche nella giornata di venerdì 5 aprile, allo stesso orario, esclusivamente nelle sedi consortili. Saranno più di 356mila i consorziati aventi diritto al voto: dalle urne saranno eletti quindici rappresentanti, che andranno a far parte, appunto, dell’assemblea del Consorzio. Nello specifico, potranno votare i proprietari di tutti gli immobili, ricadenti nel comprensorio di competenza: le persone, cioè, che pagano in contributo annuale di bonifica, che finanzia per intero le opere di manutenzione che l’Ente consortile effettua sui corsi d’acqua.

“Il Consorzio è un Ente di autogoverno del territorio: in cui i cittadini possono partecipare, scegliere e rendere il nostro territorio più sicuro – sottolinea il presidente, Ismaele Ridolfi – Le elezioni, per il rinnovo dell’assemblea, rappresentano un momento quindi importante, a cui i consorziati sono chiamati a partecipare: proprio per garantire che gli organismi siano più rappresentativi di tutti i territori, e quindi maggiormente efficaci. La sicurezza idraulica è un aspetto strettamente legato alla vita quotidiana di tutti noi. E i cambiamenti climatici in atto sono ormai una realtà con cui fare i conti: negli ultimi anni, infatti, pure nella nostra area, sono sempre più frequenti i rovesci temporaleschi e concentrati in pochissime ore, che si alternano a periodi di siccità anche prolungati. Per questo, l’impegno per la manutenzione del territorio, e in particolare del reticolo idraulico, è destinato ad aumentare: ci sarà bisogno, ancora di più, di un soggetto, strettamente collegato agli Enti, alle associazioni, ai gruppi organizzati, ai cittadini, e costantemente operativo sul territorio per fare prevenzione”.

Le elezioni. Il sistema elettorale è articolato su tre sezioni, ognuna di esse elegge cinque rappresentanti. Dal sito dell’Ente (www.cbtoscananord.it) si può accedere agli elenchi degli aventi diritto al voto e scaricare il regolamento elettorale. Ogni consorziato può candidarsi, può sottoscrivere liste e può votare un candidato, solo relativamente alla propria sezione di appartenenza.

Come si vota. Ogni consorziato potrà esprimere un voto all’interno della propria sezione. Le sezioni sono tre: nella prima votano coloro che pagano un contributo fino a € 67,05; nella seconda coloro che pagano da € 67,05 fino a € 419,60; nella terza coloro che versano un contributo superiore a € 419,60. Si vota facendo un segno sul simbolo di una lista o su uno dei candidati di una lista. Si può esprimere una sola preferenza.

Chi può partecipare alle elezioni. Hanno diritto a partecipare alle elezioni (diritto al voto sia attivo che passivo) i consorziati, iscritti agli elenchi degli aventi diritto al voto: i proprietari degli immobili (edifici e terreni) che già pagano il contributo di bonifica. In caso di comproprietà, partecipa al voto chi detiene la quota di proprietà maggiore; in caso di comproprietà a pari quota, partecipa al voto il primo intestatario in ordine alfabetico.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


mercoledì, 23 gennaio 2019, 20:22

Bando deserto per il Carmine, Confartigianato: "Lo avevamo previsto"

Confartigianato boccia l'amministrazione comunale all'indomani della gara per il mercato del Carmine andata desolatamente vuota: "Se il comune avesse chiesto consiglio, a quest'ora sarebbe tutto a posto"


mercoledì, 23 gennaio 2019, 16:19

Lucca Crea: il Balilla è vitale per il festival Lucca Comics & Games

Lucca Crea interviene sul dibattito in merito ai Comics e lo fa bocciando ogni ipotesi di trasferimento della manifestazione dall'ex Campo Balilla


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 23 gennaio 2019, 12:52

Settimana edilizia sostenibile, due nuovi appuntamenti

La settimana sull’edilizia sostenibile, organizzata da Cna Costruzioni e da Cna Istallazioni Impianti di Lucca, che si sta tenendo a Lucense, prosegue con due incontri pomeridiani sul futuro delle modalità di costruzione


mercoledì, 23 gennaio 2019, 09:55

All’Informagiovani un incontro sul servizio civile

Domani, giovedì 24 gennaio, alle 16.30 nei locali dell’Informagiovani del comune di Lucca, al centro culturale Agorà, si terrà un incontro informativo sui bandi del servizio civile, sia a livello nazionale che regionale, attualmente aperti e di prossima scadenza


martedì, 22 gennaio 2019, 15:52

Mercato del Carmine: l'amministrazione a lavoro per reperire risorse da destinare a nuovi interventi di ristrutturazione

Si sono chiusi martedì 15 gennaio i termini dell'avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per la concessione e valorizzazione del Mercato del Carmine. Nessun soggetto privato ha risposto all'avviso e adesso l'amministrazione comunale sta già lavorando a un “piano B”, che preveda il recupero di nuove risorse...


martedì, 22 gennaio 2019, 11:23

Reddito di cittadinanza, si mobilita l'Anmic di Lucca

Il presidente provinciale Salvatore Piliero sottolinea come con questo decreto l'esecutivo deluda le aspettative di migliaia di invalidi civili che attendevano legittimamente l'adeguamento del magro assegno pensionistico che ammonta a soli 285 euro mensili