Anno 7°

sabato, 19 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Piano del commercio e mercato Don Baroni: Confesercenti si rivolge al comune

martedì, 15 gennaio 2019, 10:26

Qualcosa si muove per il varo del nuovo piano del commercio su aree pubbliche che andrà a sostituire quello in vigore datato 2001. Confesercenti Lucca sollecita l’amministrazione comunale ad accelerare l’iter.

“Possiamo dire che la fase di concertazione, che era partita con il precedente assessore Giovanni Lemucchi, è conclusa – spiega Leonetto Pierotti, presidente Anva -. Abbiamo raggiunto numerosi punti di accordo a favore della categoria e del commercio cittadino per sostituire un piano che, considerato i suoi 18 anni – risulta a dir poco obsoleto. A questo punto chiediamo una accelerazione decisiva sollecitando l’amministrazione a giungere alla conclusione del percorso”.

Pierotti affronta poi la questione del mercato di piazzale Don Baroni e delle criticità ancora presenti. “Ultimamente molti posteggi stanno andando alla spunta, segno evidente che si sono sempre più posti liberi. E’ il caso quindi di fare una ricognizione seria e profonda per capire quanti sono i posteggi effettivi legalmente occupati. Manca ancora una cartellonistica che indichi il mercato e sul fatto della sicurezza c’è ancora molto da lavorare; per questo chiediamo una più assidua presenza della polizia municipale. Siamo disponibili – dice ancora il presidente Anva – a lavorare insieme al comune per riqualificare l’intera area per renderla veramente un’area a vocazione commerciale soprattutto dopo che verrà dismesso il tendone della Croce Rossa. In tal senso proponiamo di sistemare il manto stradale in alcune zone soggette ad allagamenti, di provvedere a bagni più dignitosi soprattutto verso la parte che dà su Borgo Giannotti e lanciamo l’idea di piantare alberi lungo tutto il percorso”.

La conclusione di Pierotti sulla Cosap. “Siamo contenti che il Comune non abbia previsto aumenti. Sarebbe però opportuno che la prima rata fosse spostata da gennaio a marzo, evitando quindi due mesi che commercialmente sono davvero negativi”.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


tambellini


brico


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


giovedì, 17 ottobre 2019, 18:28

Al via i workshop di Conflavoro Pmi Lucca e Associazione SSI su crisi d’impresa

Incontri informali, consulenza e pillole informative per gli attori economici e il tessuto imprenditoriale lucchese. Primo worshop il 20 novembre nella sede di Conflavoro Pmi Lucca


giovedì, 17 ottobre 2019, 15:48

La sezione di Lucca a Rimini per il centenario SNA

Il presidente della sezione provinciale SNA di Lucca, Enrico Torrini, rende noto che una delegazione locale è a Rimini, dove si svolge in questi giorni il congresso del centenario di SNA (Sindacato Nazionale Agenti).


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 16 ottobre 2019, 17:24

Tassa sulla plastica, le reazioni delle imprese di Confindustria Toscana Nord

Contrarietà, preoccupazione e sconcerto: queste le reazioni che si colgono nelle imprese della plastica socie di Confindustria Toscana Nord di fronte alla notizia della nuova tassa che andrebbe a colpire il settore


mercoledì, 16 ottobre 2019, 15:37

"Da mesi ormai la situazione è insostenibile al Calzaturificio Petrini di Segromigno"

Il sindacalista Franco Galeotti della Filmtec Cgil denuncia la grave situazione occupazionale presso il calzaturificio di Segromigno a Capannori


mercoledì, 16 ottobre 2019, 14:33

Premio Vaona a studentessa della Scuola IMT oggi ricercatrice in Belgio

Ancora un prestigioso riconoscimento per la Scuola IMT Alti Studi Lucca. Giovanna D'Inverno, già allieva del Dottorato di Ricerca in Economics, Networks and Business Analytics (ENBA) presso la Scuola IMT, si è infatti aggiudicata l'edizione 2019 del Premio Andrea Vaona per tesi di dottorato, istituito dall'Università di Verona


martedì, 15 ottobre 2019, 22:25

Cgil: "Lo studio Martini si riorganizza e licenzia per ridurre i costi"

Massimo Dinelli della Filcams-CGIL accusa apertamente lo studio fisioterapico Martini di aver licenziato cinque professionisti per motivi attinenti alla riduzione dei costi senza tenere conto delle esigenze dei lavoratori