Anno 7°

venerdì, 19 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Cia Toscana Nord :"Agricoltori ‘condannati’ a lavorare tutta la vita per sopravvivere a una pensione ridicola e umiliante"

mercoledì, 13 febbraio 2019, 14:39

"Gli agricoltori anziani sarebbero ben felici di godersi la pensione, invece devono lavorare per necessità e sopravvivenza". E’ secca la risposta della Cia Toscana Nord a Coldiretti che teorizza il fatto che gli agricoltori non sfruttino l’opportunità di andare in pensione per ‘passione nei confronti della terra’.

"Al momento che venne varato il sistema pensionistico che prevedeva l’eliminazione di una quota minima – spiega il direttore della Cia Toscana Nord, Alberto Focacci – sapevamo che ci sarebbero stati problemi per gli agricoltori e, adesso, i nodi sono venuti al pettine".

Allo stato attuale, infatti, un agricoltore che ha lavorato per 40-45 anni in un luogo di fascia alta percepisce una pensione di circa 600 euro: "E’ una somma talmente irrisoria – prosegue Focacci – da essere ridicola e umiliante per chi ha trascorso la vita nei campi. E parliamo di 600 euro per chi ha avuto la fortuna di lavorare in zone privilegiate. Se guardiamo alle zone montane, possiamo scendere fino a circa 200 euro di pensione mensile: come fa un agricoltore a smettere di lavorare?".

Non si tratta quindi di ‘amore per il proprio campo’, ma di vera e propria necessità e di sopravvivenza: "E’ un problema sociale che stiamo sollevando da tempo e che, al momento, è restato inascoltato, ma, come Cia, riteniamo fondamentale che lo Stato si impegni a tutelare il diritto alla pensione degli agricoltori, garantendo loro un reddito che sia quanto meno dignitoso".

Una conseguenza indiretta di una corretta politica pensionistica per il comparto agricolo, tra l’altro, sarebbe anche l’avvicinamento dei giovani all’agricoltura, in quanto favorirebbe da una parte il ricambio generazionale e dall’altra la certezza del futuro per chi decide di dedicarsi all’agricoltura e farne il proprio lavoro: "Perché tutto questo possa accadere e anche gli agricoltori possano guardare alla pensione come un traguardo – conclude Focacci – serve necessariamente che venga rivisto tutto il sistema pensionistico che riguarda il comparto agricolo, altrimenti gli agricoltori sono ‘condannati’ a lavorare tutta la vita per sopravvivere".

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 19 aprile 2019, 15:54

San Vito, oltre 9 milioni di euro di cantieri per i quartieri social: il sopralluogo delle commissioni lavori pubblici ed urbanistica

Torna a splendere il quartiere di San Vito, grazie ai tanti lavori in partenza: possibili grazie agli oltre 9milioni di euro di finanziamenti richiesti ed intercettati dall'Amministrazione comunale sulla linea di stanziamento nazionale dei quartieri social


venerdì, 19 aprile 2019, 15:21

Ancora un bilancio positivo per Aci Lucca: chiude il 2018 con +500 e sfonda quota 20mila soci

Il bilancio del 2018 è stato presentato questa mattina, venerdì 19 aprile, durante la tradizionale assemblea dei soci, presieduta dal presidente e dal direttore di Aci Lucca, Luca Gelli e Luca Sangiorgio. L'appuntamento rappresenta l'occasione per fare il punto della situazione e per aggiornare i delegati sulle numerose iniziative in...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 19 aprile 2019, 09:05

Massimiliano Bianchi è il nuovo presidente di Assovernici

Per il prossimo triennio Massimiliano Bianchi, amministratore delegato di Cromology Italia dal 2015, guiderà Assovernici - l’Associazione italiana dei produttori di vernici per edilizia e industria - in un ambizioso piano di crescita


giovedì, 18 aprile 2019, 15:43

Tante donne per l'apertura straordinaria dell'ambulatorio di medicina di genere nell'ambito della campagna di "Onda" per la salute della donna

In occasione della quarta Giornata nazionale della salute della donna organizzata da "Onda", l’Osservatorio nazionale per la salute della donna, oggi (18 aprile) all’ospedale di Lucca c'è stata un’apertura straordinaria dell’ambulatorio di Medicina di genere, gestito dalla struttura di Nefrologia e Dialisi ed attivo al “San Luca” dal settembre 2015


mercoledì, 17 aprile 2019, 15:19

Sanità digitale: prenotazione online fai-da-te per visite specialistiche e diagnostica strumentale

Prenotare una visita specialistica o una prestazione di diagnostica strumentale online, dal proprio computer o anche dal cellulare. La novità è stata presentata stamani dall'assessore al diritto alla salute, nel corso di una conferenza stampa durante la quale sono state date dimostrazioni pratiche di prenotazione online fai-da-te


martedì, 16 aprile 2019, 16:28

Costituito il nuovo ambito turistico della piana di Lucca che mette insieme i territori di Lucca, Capannori, Altopascio, Montecarlo, Porcari e Villa Basilica

I sei comuni dell'ambito turistico della Piana di Lucca individueranno insieme il Piano delle attività di valorizzazione e i prodotti turistici di maggiore valenza che accomunano il territorio, potendo anche contare su risorse aggiuntive che verranno messe a disposizione dalla regione Toscana per il settore