Anno 7°

venerdì, 22 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Confindustria esprime preoccupazione per l'aumento dei costi delle materie prime: "Penalizzano le imprese, soprattutto nel cartario"

lunedì, 11 febbraio 2019, 16:09

di lorenzo vannucci

"Un'immagine del manifatturiero lucchese di vivacità e reattività, con molteplici settori presenti sul territorio che spesso si compensano a vicenda, ma dove comunque il fattore costi comincia a farsi sentire in maniera pesante, in particolar modo per ciò che riguarda le materie prime come la cellulosa. Si tratta di un quadro in chiaroscuro quello tracciato dalla sezione di Confindustria della Toscana Nord che oggi, riunita a Pistoia nella propria sede di Piazza Garibaldi. ha diffuso e commentato i dati, relativi al 2017, riguardanti l'annualità 2017 e il decennio precedente.

A Lucca i ricavi del 2017 sono stati in crescita in quasi tutti i settori tipici (+3,0 per cento sul 2016 per quanto riguarda carta, cartotecnica e stampa, +5,3 per cento il totale della meccanica, +6,1 per cento la chimica, plastica e farmaceutica, +0,4 per cento
l'alimentare, +2,7 per cento l'aggregato del resto manifatturiero).
Per l'economia della costa di particolare rilievo l'aumento della nautica (+ 18,5 per cento) ma in moderata contrazione il lapideo (- 1,7 per cento).

A questo diffuso progresso dei ricavi (+3,1 per cento per quanto riguarda l'intero comparto manifatturiero), ha fatto seguito, diversamente dal 2016, una più contenuta crescita del valore aggiunto (+1,2 per cento) che ha interessato la maggior parte dei settori. La manifestazione più evidente di questa dinamica si è registrata nel settore della carta, cartotecnica e stampa dove il valore aggiunto si è contratto (-4,3 per cento) lasciando intuire gli effetti della pressione dei costi esterni per gli aumenti dei prezzi della cellulosa, dell'energia e del gas. Anche nella nautica il valore aggiunto è cresciuto meno rispetto ai ricavi (+13,8 per cento) e il lapideo ha una contrazione maggiore (-7,2).

"Nel 2017 le imprese hanno continuato a credere in loro stesse - ha sottolineato il presidente di Confindustria Toscana nord Giulio Grossi - e lo hanno fatto perché lo hanno voluto ma anche per altri motivi".E, tra gli altri motivi, Grossi ha individuato in particolar modo misure fiscali come l'ACE-aiuto alla crescita economica che "hanno contribuito in modo positivo alla capitalizzazione delle imprese". "La crescita limitata del valore aggiunto - ha inoltre sottolineato Grossi - è stata la conseguenza, principalmente, di un'evoluzione dei prezzi e dei costi non favorevoli in quanto nel 2017
la crescita dei dei costi, soprattutto esterni, è stata superiore alla crescita dei ricavi, una situazione questa diametralmente opposta a quella riscontrata nel 2016".

A fronte di questi dati Grossi ha anche effettuato alcune valutazioni circa la situazione politica locale e nazionale in quanto molte sono le partite in cui la Toscana in generale e Lucca in particolare debbono cimentarsi: come il raddoppio della ferrovia tra la medesima Lucca e Pistoia. Ebbene: Grossi ha espresso preoccupazione circa quelle che sono le politiche del Governo: "Non possiamo fare a meno di notare - ha sottolineato il presidente della sezione Toscana nord di Confindustria - come vi sia molta incertezza a questo riguardo, soprattutto se si considera come la Germania non cresce più, recentemente si è creato un dissidio con la Francia, lo spread è alto. C'è instabilità e questo non è certo un fattore positivo".

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 22 febbraio 2019, 14:25

Nuova antenna della telefonia mobile a Sant'Anna

L'amministrazione comunale torna a sottolineare come l'individuazione dei punti ove inserire i sette nuovi impianti di telefonia mobile non siano frutto del caso, ma di un processo amministrativo pubblico estremamente trasparente che ha visto oltre alla valutazione di pareri tecnici qualificati sulle emissioni, anche assemblee informative aperte ai cittadini e...


giovedì, 21 febbraio 2019, 11:06

Jotto Fair 2019, la ricerca incontra le imprese

Le imprese italiane hanno un'opportunità in più per conoscere da vicino i migliori talenti e le ricerche di punta di quattro Scuole universitarie di eccellenza. Fino al 29 aprile Scuola Normale, Scuola Sant'Anna, Scuola IMT Alti Studi Lucca e IUSS di Pavia danno la possibilità di prenotarsi per l'edizione 2019...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 febbraio 2019, 13:29

Confconsumatori: "Diamanti, danno morale per i risparmiatori"

Dopo le indagini della Procura di Milano si aprono nuove possibilità di tutela. Intanto Confconsumatori sollecita BPM a risarcire


martedì, 19 febbraio 2019, 17:30

Conflavoro Pmi e Sergio Borra ancora insieme, successo per l’evento formativo sulla leadership manageriale

Oggi Conflavoro Pmi ha ospitato a Lucca il corso L’eccellenza nella leadership del trainer professionista Sergio Borra, fondatore e Ad di Dale Carnegie Italia. Un evento importante per tutta la Toscana, quello coordinato dall’Accademia Conflavoro ‘Antonio M. Orazi’


martedì, 19 febbraio 2019, 16:22

Katia Balducci e Massimo Barsanti nuovi membri del cda della Fondazione Crl

Sono Katia Balducci e Massimo Barsanti i due nuovi componenti del consiglio d’amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Si completa così la definizione di un organo decisionale in cui tutto il territorio della provincia è uniformemente rappresentato


martedì, 19 febbraio 2019, 15:10

Azienda USL Toscana nord ovest: oltre 100 operatori stabilizzati in pochi mesi

Con tre diverse delibere ed un decreto dirigenziale, nel periodo tra luglio e febbraio, l’Azienda USL Toscana nord ovest ha attuato le procedure di stabilizzazione di oltre 100 operatori, distribuiti nei cinque ambiti territoriali dell’Azienda, ed ha riaperto i termini nel profilo di dirigente medico di medicina interna