Anno 7°

venerdì, 22 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Epaca Coldiretti: “Pensioni, centinaia di potenziali Quota 100 tra agricoltori”

martedì, 12 febbraio 2019, 11:54

Ci sono centinaia di agricoltori che potrebbero sfruttare quota 100 e meritarsi la pensione ma l’amore ed il legame con la terra è troppo forte. Lo dicono le prime rivelazioni di Epaca Coldiretti in queste prime settimane di code agli sportelli della provincia di Lucca con tantissimi lavoratori, il 75% agricoltori, interessati a capire se, come e con quanto potrebbero andare in pensione con la cosiddetta Quota 100. Il patronato Epaca fornisce infatti gratuitamente tutte le informazioni e la consulenza utile per verificare se sussistono i presupposti per accedere alla pensione con la quota 100 e calcolare anche l’ammontare dell’assegno. “Il 75% degli utenti che si sono presentati ai nostri sportelli – spiega Antonio Furlanetto, responsabile Epaca Lucca – sono agricoltori, ed il 30% appartiene agli altri settori. Al momento le domande completate sono una ventina. L’interesse per questa opportunità c’è, soprattutto per i dipendenti pubblici, ma per gli agricoltori la decisione è più difficile perché subentrano aspetti emotivi ed affettivi per cui messi di fronte alla possibilità della pensione ma anche di rinunciare alla propria azienda agricola, quindi chiuderla o cederla, preferiscono aspettare, rimandare e valutare con calma. La pensione in agricoltura non testimonia la fine di una carriera lavorativa: un agricoltore può arrivare a lavorare anche fino a 70-75 anni. Gli agricoltori sono dei veri e propri highlander”.

Coldiretti ha attivato, nel 2014, in provincia di Lucca anche un progetto “Agri-Nonno” per sfruttare le conoscenze e l’esperienza degli agricoltori in pensione per esempio nelle scuole e nelle fattorie didattiche. Il progetto favorisce un invecchiamento attivo del nonno-pensionato sempre più considerato una risorsa, non solo economica, per i nuclei famigliari. Infatti se è vero che i pensionati salvano il bilancio di una famiglia su tre e altrettanto vero che sono sempre più importanti e partecipano attivamente alle attività famigliari come "badare" ai nipotini, oppure come nel caso dei coltivatori pensionati, nel presidio territoriale nelle aree rurali. In agricoltura il ricambio generazionale c’è. “A differenza di altri settori – spiega Andrea Elmi, Presidente Coldiretti Lucca – in agricoltura il ricambio generazionale è molto forte. L’incidenza delle imprese under 35 è tra i più alti a livello provinciale se contiamo il numero totale di imprese: sono 222 quelle amministrate da giovani, il 9,1% contro una media provinciale dell’8,2% e dell’8,4% a livello regionale. La spinta delle politiche comunitarie e dello spirito di innovazione che hanno portato i giovani a credere ed investire in agricoltura con più vigore: a fianco dei subentri ci sono infatti tante nuove aziende. I giovani stanno rendendo i nostri campi un settore di eccellenza anche dal punto di vista dell’innovazione. I nostri nonni però continueranno ad essere un patrimonio prezioso di esperienze e saperi che non dobbiamo assolutamente disperdere e perdere. Più restano vicini ai giovani e più i nostri giovani continueranno a crescere bene”.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 22 febbraio 2019, 14:25

Nuova antenna della telefonia mobile a Sant'Anna

L'amministrazione comunale torna a sottolineare come l'individuazione dei punti ove inserire i sette nuovi impianti di telefonia mobile non siano frutto del caso, ma di un processo amministrativo pubblico estremamente trasparente che ha visto oltre alla valutazione di pareri tecnici qualificati sulle emissioni, anche assemblee informative aperte ai cittadini e...


giovedì, 21 febbraio 2019, 11:06

Jotto Fair 2019, la ricerca incontra le imprese

Le imprese italiane hanno un'opportunità in più per conoscere da vicino i migliori talenti e le ricerche di punta di quattro Scuole universitarie di eccellenza. Fino al 29 aprile Scuola Normale, Scuola Sant'Anna, Scuola IMT Alti Studi Lucca e IUSS di Pavia danno la possibilità di prenotarsi per l'edizione 2019...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 febbraio 2019, 13:29

Confconsumatori: "Diamanti, danno morale per i risparmiatori"

Dopo le indagini della Procura di Milano si aprono nuove possibilità di tutela. Intanto Confconsumatori sollecita BPM a risarcire


martedì, 19 febbraio 2019, 17:30

Conflavoro Pmi e Sergio Borra ancora insieme, successo per l’evento formativo sulla leadership manageriale

Oggi Conflavoro Pmi ha ospitato a Lucca il corso L’eccellenza nella leadership del trainer professionista Sergio Borra, fondatore e Ad di Dale Carnegie Italia. Un evento importante per tutta la Toscana, quello coordinato dall’Accademia Conflavoro ‘Antonio M. Orazi’


martedì, 19 febbraio 2019, 16:22

Katia Balducci e Massimo Barsanti nuovi membri del cda della Fondazione Crl

Sono Katia Balducci e Massimo Barsanti i due nuovi componenti del consiglio d’amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Si completa così la definizione di un organo decisionale in cui tutto il territorio della provincia è uniformemente rappresentato


martedì, 19 febbraio 2019, 15:10

Azienda USL Toscana nord ovest: oltre 100 operatori stabilizzati in pochi mesi

Con tre diverse delibere ed un decreto dirigenziale, nel periodo tra luglio e febbraio, l’Azienda USL Toscana nord ovest ha attuato le procedure di stabilizzazione di oltre 100 operatori, distribuiti nei cinque ambiti territoriali dell’Azienda, ed ha riaperto i termini nel profilo di dirigente medico di medicina interna