Anno 7°

lunedì, 20 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Quota cento, assalto al patronato Inas Cisl

sabato, 16 febbraio 2019, 15:28

L'assalto al patronato Inas Cisl di Lucca è in atto da due settimane, con richieste di informazioni, e effettive presenze di utenti allo sportello, che si sono decuplicate con il varo della "Quota cento" per le pensioni.

"Riceviamo circa 200 persone a settimana solo allo sportello Inas di Lucca, per le richieste di informazioni sulla pensione – dice Massimo Bani, segretario generale Cisl Toscana Nord -. Una misura che offre nuove opportunità di uscita dal mondo del lavoro, ma che senza dubbio avrebbe dato i suoi massimi frutti se il Governo avesse interpellato e ascoltato i sindacati in modo da metterla a sistema con le 'porte' di uscita che erano state frutto di nostre contrattazioni precedenti, che sono ancora in essere e che talvolta possono risultare tempisticamente anche più convenienti del Quota 100. Mi riferisco all'Opzione Donna, che può anticipare l'uscita fino a 9 anni rispetto alla pensione di anzianità, isopensione, lavori usuranti, Ape volontario, Ape sociale e lavoratori precoci".

Stamani in sede Cisl a S.Anna c'era anche il presidente nazionale Inas Cisl, Gino Petteni, che ha fornito un dato "secco" e eloquente: in appena due settimane da Lucca sono state presentate complessivamente all'Inps 409 domande di pensionamento.

"La quota cento è un'opportunità che le persone stanno cogliendo e che noi come patronato assistiamo in tutto e per tutto, un servizio di accoglienza, ascolto, accompagnamento e informazione svolto a tutto tondo. D'altra parte il tema previdenziale è delicatissimo, un'importante scelta della vita – sottolinea Petteni – che deve essere tradotta nella pratica. Le norme aprono ventagli di possibilità, noi ci impegnamo ogni giorno per cogliere le migliori a seconda della specifica, personale situazione lavorativa. La scadenza più ravvicinata è quella del 28 febbraio per il mondo della scuola, poi seguirà il primo aprile per il privato, e il primo agosto per il comparto del pubblico. Fummo noi di Cisl che in qualche modo varammo il termine quota cento, anni fa, nella ricerca di un equilibrio tra età anagrafica e anni di lavoro".

Le storie sono le più variegate. "C'è la signora di 55 anni che guarda al lontano futuro, e noi le dobbiamo spiegare che quota 100 è in fase sperimentale per 3 anni e poi chissà – racconta Petteni -, c'è chi lascia, soprattutto nel mondo della scuola, con qualche rimpianto preferendo il certo di oggi all'incerto di domani, c'è chi invece la vive all'insegna dei progetti di rinfreschi con amici e colleghi, e passa felice il testimone ai giovani". La curiosità: anche in Inas (nazionale) c'è chi prepara le carte per salutare, sono circa una decina di impiegati. Tutto ciò si tradurrà in posti di lavoro?

"Nel pubblico questo è una precisa responsabilità di chi ha fatto la legge – risponde Petteni - , nel privato direi in linea di massima di sì. Ciò che mi auguro – conclude – è che a fianco a sé 'quota cento' possa avere presto un fratello alleato, ovvero la pensione complementare. E' necessario un intervento di ordine fiscale marcato sulla previdenza integrativa, perché noi dobbiamo pensare oggi alle persone a cui manca ancora molto a arrivare a 62 anni, e che attraverso azioni contrattuali costruiscono un secondo pilastro e si tutelano per il loro reddito futuro, bisogna fare in modo di sostenerli fiscalmente. La pensione integrativa è sì un investimento singolo, ma che ha ricadute positive sull'intera comunità perché permette di avere più persone in regime di autosufficienza economica". 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


lunedì, 20 maggio 2019, 20:53

Impianti sportivi: mutui a tasso zero per gli enti locali e super-agevolato per le associazioni

Grazie a un protocollo d’intesa sottoscritto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e dall’Istituto per il Credito sportivo, nel prossimo triennio enti pubblici e associazioni sportive della provincia di Lucca potranno usufruire, oltre che dei contributi a fondo perduto erogati dalla Fondazione, anche di mutui a tasso ‘super-agevolato’ messi...


lunedì, 20 maggio 2019, 16:13

Istituti scolastici dell'Oltreserchio, cresce la collaborazione tra scuola e Comune: tanti gli interventi di manutenzione in programma

Sono stati molti gli argomenti trattai nel corso dell'incontro che le commissioni consiliari lavori pubblici e ambiente e istruzione e cultura, presiedute rispettivamente da Daniele Bianucci e Teresa Leone, e il Consiglio d'istituto del comprensivo di Lucca 7 dell'Oltreserchio, che si è svolto presso la sede della scuola media "Custer...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 19 maggio 2019, 17:56

Sciopero lavoratori Gruppo Banco Bpm, domattina dipendenti sfilano per le vie del centro

Diamanti, rimborsate tutto e subito. E' la prima volta che i lavoratori scioperano per difendere i propri clienti, perché solo così possono difendere il loro futuro. Lunedì 20 maggio, alle 10.30, tutti in Piazza S. Maria, a Lucca, poi in corteo fino a piazza San Giusto, lavoratori e clienti insieme


domenica, 19 maggio 2019, 12:31

Imprenditori, commercianti e dipendenti: premiati i campioni del lavoro

Ha aperto sulle note di Johann Sebastian Bach la cerimonia per le premiazioni della "Fedeltà al lavoro e del Progresso economico", promossa come ogni anno dalla camera di commercio di Lucca per celebrare imprenditori e dipendenti che con il loro impegno rappresentano il tessuto vivo dell’economia lucchese


sabato, 18 maggio 2019, 17:07

In San Francesco la premiazione della "Fedeltà al lavoro e del Progresso economico"

Domani, 19 maggio alle 10, nell'Auditorium Chiesa di San Francesco, nel corso della cerimonia di premiazione della "Fedeltà al lavoro e del Progresso economico", promossa come ogni anno dalla Camera di commercio di Lucca saranno premiati i lavoratori dipendenti nel settore privato con almeno 35 anni di anzianità


sabato, 18 maggio 2019, 09:39

Obiettivo Zero promuove la cultura della sicurezza a partire dalle nuove generazioni

Per il secondo anno consecutivo l'Istituto Italiano per la Sicurezza è al fianco della Fondazione Lazzareschi per l'organizzazione diObiettivo Zero, il progetto sulla Sicurezza aziendale, giunto alla 15^ edizione, con il quale la Fondazione premia le aziende meritevoli del settore cartario