Anno 7°

venerdì, 29 maggio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Arti e sapori d’Italia in piazza Napoleone, la mostra mercato alimentare dal 29 al 31 marzo

mercoledì, 27 marzo 2019, 15:49

La Cna, in collaborazione con PiazzainArte, organizza “Arti e Sapori d’Italia in piazza”, una mostra mercato dedicata al settore alimentare e di artigianato prevista dal 29 al 31 marzo in piazza Napoleone. 

La mostra mercato vedrà la presenza di prodotti artigianali di qualità che arrivano da molte regioni italiane: dall’Umbria ci saranno vari salumi di selvaggina, oltre formaggi al tartufo; dalla Puglia i tipici taralli e le olive. Dai nostri territori ci saranno i prodotti di tradizione, come il salame, la sbriciolona, la porchetta e la Garfagnana con i suoi formaggi. Fra gli stand ci sarà anche il birrificio che ha appena vinto il primo premio “luppolo d’oro” promosso da FederBirra.  Poi ancora formaggi, miele e derivati della Valcamonica. Dall’Emilia arriverà il Parmigiano Reggiano, i classici tortellini e l’aceto balsamico invecchiato fino a 40 anni. E ancora spezie, tè, infusi, frutta disidratata, peperoncini ed inoltre un mega stand di cioccolato in tutte le sue forme.

“Questa edizione vedrà la presenza anche di uno stand con prodotti sardi – dice Nadia Moriconi di PiazzainArte -  Abbiamo inoltre voluto completare il mercato con degli stand di artigianato non alimentare e, quindi, sarà possibile trovare pelletterie, coltellerie, legno di olivo, bigiotteria, ombrelli, foulard, maglieria e altro”.

“Dopo il successo della prima mostra mercato, tenutasi a febbraio, abbiamo pensato di ripetere una iniziativa che punta alla valorizzazione dell’artigianato in ambito alimentare – ha detto il direttore Cna Stephano Tesi - La mostra è caratterizzata da una grande varietà di prodotti, visto che sono rappresentate quasi tutte le Regioni italiane. Lo scopo è che possa essere una ulteriore vetrina promozionale per le aziende del nostro territorio ed una positiva valorizzazione della piazza del centro storico”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 29 maggio 2020, 17:16

Coronavirus, il plasma della Kedrion odora di Marcucci: accuse politiche strumentali e senza senso

Mai avremmo immaginato, neppure nei nostri incubi peggiori, che avremmo finito, un giorno, per difendere la famiglia Marcucci, ma tant'è: l'imbecillità umana non conosce confini, ma, purtroppo, partiti


venerdì, 29 maggio 2020, 14:07

Giambastiani: "Misure più incisive sul fronte dei parcheggi da parte del comune"

E’ il responsabile Centro Storico di Confesercenti Lucca, Massimiliano Giambastiani, ad intervenire sulla fase 2 con particolare riferimento alla necessità di incentivare l’afflusso dei clienti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 29 maggio 2020, 13:59

Vacanze e coronavirus: ecco i suggerimenti degli esperti

Ripartenza. Mare, montagna o città? Distanziamento sociale e mascherine: come comportarsi con i bambini in vacanza?


venerdì, 29 maggio 2020, 12:12

Tuinà, cura del corpo con professionalità e innovazione contro ogni abusivismo

Sentirsi coccolati e curati da mani professionali, e sempre aggiornate sulle ultime tendenze, è il desiderio di ogni – assiduo o meno – frequentatore di centri benessere e dedicati alla cura del corpo. Lo ha capito bene Tuinà, il centro estetico di San Marco che ogni giorno accoglie la propria...


mercoledì, 27 maggio 2020, 18:42

Didattica a distanza, i genitori si sono rotti le palle e hanno ragione: "A settembre si ritorni in classe"

Il comitato No dad di Lucca e provincia stronca senza possibilità di appello la didattica a distanza adottata senza alcuna sperimentazione durante questa fase emergenziale: finalmente qualcuno che apre il cervello


mercoledì, 27 maggio 2020, 18:37

Dai campeggi alle spiagge e gli estetisti, un’ordinanza con tutte le linee guida anti-Covid

Prima regola, che è poi una conferma: la distanza di sicurezza obbligatoria tra le persone per ridurre il rischio di contagio da coronavirus è un metro, ma in Toscana continua ad essere raccomandato il metro e ottanta. In caso di attività sportiva i metri diventano due