Anno 7°

venerdì, 29 maggio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Efficienza sistema sanitario: la Toscana prima in Italia. Rossi: "Premiata la qualità del sistema"

martedì, 26 marzo 2019, 16:28

La Toscana emerge come la prima, e di gran lunga, dai dati diffusi dal Ministero della sanità e relativi al 2017, derivati dalle schede di dimissioni ospedaliere.

Sono due gli indici più significativi che vedono la Toscana nettamente prima: l'ICM, il case mix che consente di confrontare la complessità clinica della casistica trattata, e l'ICP o Indice comparativo di performance, che permette di confrontare l'efficienza e l'efficacia dei diversi erogatori rispetto allo standard. La Toscana per ICM ottiene un 1,09 che la pone al primo posto seguita dal Molise con 1,07 e da Lombardia e Piemonte con 1,04. Ha poi un ICP di 0,89 contro lo 0,97 dell'Umbria e lo 0,98 dell'Abruzzo.

"E' una bella notizia che premia l'efficienza del nostro sistema sanitario – commenta il presidente Enrico Rossi – perché i dati non nostri, ma del Ministero, ci pongono dal punto di vista della complessità degli interventi realizzati nei nostri ospedali e della organizzazione e dell'utilizzo delle risorse come la migliore Regione d'Italia. Di gran lunga la migliore. Non siamo certo perfetti. La sanità è cosa complicata, ma non esistono solo negatività. E siamo in grado di staccare tutti gli altri per competitività, efficienza, efficacia. Questo è stato ed è possibile grazie prima di tutto ai suoi operatori: medici, infermieri, paramedici che prima di tutto vanno rispettati. Le critiche sono legittime, la sanità non è perfetta, ma è un bene di tutti, ed è anche questo: la capacità di fare cose eccellenti".

La lettura incrociata dei due indici esprime la capacità di trattare casi complessi con il giusto e appropriato uso delle risorse, e quindi con costi contenuti, senza intaccare la qualità dell'assistenza.

"E' la prova – questa la conclusione del presidente Rossi – della tenuta e del rilancio del sistema sanitario toscano nell'anno in cui la legge di riorganizzazione è entrata pienamente a regime".


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 29 maggio 2020, 17:16

Coronavirus, il plasma della Kedrion odora di Marcucci: accuse politiche strumentali e senza senso

Mai avremmo immaginato, neppure nei nostri incubi peggiori, che avremmo finito, un giorno, per difendere la famiglia Marcucci, ma tant'è: l'imbecillità umana non conosce confini, ma, purtroppo, partiti


venerdì, 29 maggio 2020, 14:07

Giambastiani: "Misure più incisive sul fronte dei parcheggi da parte del comune"

E’ il responsabile Centro Storico di Confesercenti Lucca, Massimiliano Giambastiani, ad intervenire sulla fase 2 con particolare riferimento alla necessità di incentivare l’afflusso dei clienti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 29 maggio 2020, 13:59

Vacanze e coronavirus: ecco i suggerimenti degli esperti

Ripartenza. Mare, montagna o città? Distanziamento sociale e mascherine: come comportarsi con i bambini in vacanza?


venerdì, 29 maggio 2020, 12:12

Tuinà, cura del corpo con professionalità e innovazione contro ogni abusivismo

Sentirsi coccolati e curati da mani professionali, e sempre aggiornate sulle ultime tendenze, è il desiderio di ogni – assiduo o meno – frequentatore di centri benessere e dedicati alla cura del corpo. Lo ha capito bene Tuinà, il centro estetico di San Marco che ogni giorno accoglie la propria...


mercoledì, 27 maggio 2020, 18:42

Didattica a distanza, i genitori si sono rotti le palle e hanno ragione: "A settembre si ritorni in classe"

Il comitato No dad di Lucca e provincia stronca senza possibilità di appello la didattica a distanza adottata senza alcuna sperimentazione durante questa fase emergenziale: finalmente qualcuno che apre il cervello


mercoledì, 27 maggio 2020, 18:37

Dai campeggi alle spiagge e gli estetisti, un’ordinanza con tutte le linee guida anti-Covid

Prima regola, che è poi una conferma: la distanza di sicurezza obbligatoria tra le persone per ridurre il rischio di contagio da coronavirus è un metro, ma in Toscana continua ad essere raccomandato il metro e ottanta. In caso di attività sportiva i metri diventano due