Anno 7°

domenica, 21 luglio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

La Fillea CGIL Lucca partecipa alla protesta del settore lapideo e proclama sciopero il primo aprile

mercoledì, 27 marzo 2019, 16:49

“Sì alle cave” è la posizione assunta dalla segreteria e dal direttivo della Fillea CGIL di Lucca. C’è molta preoccupazione anche in provincia di Lucca per il futuro del settore lapideo, sia al monte che al piano. 

"L’attività estrattiva e la trasformazione - si legge nel comunicato -, se fatte in sicurezza e nel rispetto di ambiente e paesaggio, sono un’enorme ricchezza anche per il nostro territorio in termini di sviluppo e di occupazione.

Nel settore serve chiarezza normativa per dare certezze e programmare investimenti. Si riscontra talvolta ingiustificata penalizzazione delle imprese lapidee situate in Versilia e Garfagnana. E’ indispensabile salvaguardare cave storiche e rappresentative dell’identità del territorio, altrimenti destinate alla chiusura per mancanza di obiettivi sostenibili economicamente.

Sono a rischio le aziende che, situate nelle aree contigue di cava del Parco, destinate da secoli all’estrazione, sono le più virtuose per effetto della disciplina di maggior rigore cui sono assoggettate. E’ a rischio la montagna, perché le cave nell’Alta Versilia e Garfagnana permettono la sopravvivenza dei comuni montani.

Quindi la Fillea CGIL di Lucca si unisce alla protesta di Massa Carrara e proclama 8 ore di sciopero del settore per l’intera giornata di lunedì 1° aprile per: l’incremento dell’occupazione e qualità del lavoro, perché sia tutelata la prosecuzione dell’attività estrattiva, per lavorare in sicurezza, per avere regole chiare e certe, per uno sviluppo sostenibile".


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


sabato, 20 luglio 2019, 13:35

Consorzio di bonifica, conto economico 2018: 700 mila euro di utili

Lunedì 22 l’Assemblea del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord è chiamata a discutere la proposta del Conto economico riferito all'esercizio 2018: in pratica, il bilancio consuntivo dello scorso anno. E per il sesto anno consecutivo, l’Ente consortile chiude in attivo


venerdì, 19 luglio 2019, 16:26

Mercato Antiquario: un avviso pubblico per migliorare la disposizione degli operatori e la distribuzione delle categorie merceologiche su 41 posti

È stato pubblicato sul sito del Comune di Lucca l'avviso pubblico per la miglioria del mercato antiquario di Lucca riservata agli operatori già titolari di spazio e interessati a cambiare la propria collocazione nell'ambito del circuito della manifestazione, una delle più antiche e importanti d'Italia del settore


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 18 luglio 2019, 16:19

Pums: individuati i cinque macro-temi su cui si concentrerà il lavoro di provincia e comuni

Meno automobili sulle strade, più biciclette e traffico delle merci il più possibile trasferito da gomma a rotaia. E' questo l'obiettivo ambizioso – ma concretizzabile a piccoli passi – emerso dal tavolo provinciale sulla mobilità sostenibile coordinato dalla Provincia di Lucca e svoltosi ieri (mercoledì 17 luglio) a Palazzo Ducale


giovedì, 18 luglio 2019, 11:13

Toscana quarta regione d'Italia per carta e cartone raccolti

La Toscana si conferma una delle regioni più performanti d’Italia nella raccolta differenziata di carta e cartone con una raccolta superiore a 295 mila tonnellate e un pro capite di 78,4 kg/ab. Un ottimo risultato se confrontato con la media nazionale pari a 56,3 kg/ab


mercoledì, 17 luglio 2019, 16:57

Metro, Filt-Cgil interviene sul bando per direttore generale

La Filt-Cgil Lucca (Federazione Italiana Lavoratori Trasporti) interviene sul bando di concorso per direttore generale alla Metro srl


mercoledì, 17 luglio 2019, 15:22

Lavori a Porta Sant'Anna, Confesercenti: "Nuovo grido di allarme dei commercianti"

Nuovo grido di allarme da parte dei commercianti di Sant’Anna dopo la notizia di un nuovo ritardo al completamento dei lavori alla rotatoria